“A2 equilibrata, puntiamo a far bene soprattutto in casa”

Prato-Livorno-0019.jpgTiago Daga, reduce da una bella prestazione personale contro il Kaos Futsal, valuta luci ed ombre della prova biancazzurra, prevede un campionato senza respiro e dice: “Siamo competitivi”. L’intervista al confermato universale laniero.

Daga, dall’alto della tua esperienza come valuti la prova del Prato C/5 contro il Kaos?
Per una buona parte del match siamo riusciti a fare quello che ci eravamo detti, cioè essere compatti e cercare di fare le cose che poi proveremo in campionato. Alcune di queste cose sono venute molto bene, altre un po’ meno. C’è da dire che il Kaos ha tanta qualità ed anche molta benzina nelle gambe in questo momento, visto che loro sono già pronti per il loro campionato che inizia sabato. Noi da questa partita dobbiamo prendere le cose positive, che dal mio punto di vista sono state tante, e concentrarci sugli aspetti nei quali dobbiamo migliorare. Il test del resto serviva proprio per vedere quali problematiche abbiamo, e non poteva esserci esame migliore. Siamo comunque contenti della nostra prestazione. Cercheremo di correggere i piccoli errori che abbiamo commesso, andando avanti su questa strada che secondo me è quella giusta.

Tiago Daga è alla sua seconda stagione in biancazzurro (foto Bilenchi)

Tiago Daga è alla sua seconda stagione in biancazzurro (foto Bilenchi)

Avete sofferto anche sul piano fisico?
Alla fine del primo tempo e soprattutto nel corso della ripresa siamo calati un po’ fisicamente, come è giusto che sia perché siamo nel bel mezzo di una preparazione molto intensa che va avanti ormai da più di tre settimane. Ne abbiamo quasi altre tre di lavoro prima dell’inizio del campionato, quindi siamo soddisfatti da quel punto di vista. In generale, ripeto, sappiamo che dobbiamo migliorare ma abbiamo tempo e la strada è giusta. Il gruppo c’è, la sfida col Kaos era un bel test anche per provare la personalità in campo giocando contro i vice campioni d’Italia. E la personalità messa in mostra dalla squadra è stata buona.

NuovaComauto

Ma quant’è complicato il girone di serie A2 quest’anno?
Tutti i giorni facciamo l’analisi delle squadre che dovremo affrontare. Ancora però siamo nella fase delle chiacchiere. Alla fin fine sappiamo bene che non si vince né si perde mai prima di scendere in campo, sarà solo il campo a svelare il valore delle varie squadre. Noi per parte nostra sappiamo di essere competitivi. Cercheremo di fare molto bene in casa, perché secondo me è questo che alla fine farà la differenza in un girone così equilibrato. Il girone è tosto, non ci sono né una superfavorita né squadre scarse che prenderanno pallonate ovunque andranno. Noi quindi dovremo essere compatti, lavorare e cercare di migliorarci sempre. A quel punto vedremo in campo come saremo.

Tiago Daga (foto Bilenchi)

Tiago Daga (foto Bilenchi)