Alberto Baracchi, un pivot per l’Under 21

Alberto Baracchi

Alberto Baracchi, pivot nato a Prato il 26.1.1992, è uno dei nuovi arrivi dell’Under 21 biancazzurra di mister Carlo Mercadante. Attaccante, nel calcio ha militato in Virtus Comeana, Maliseti e Prato.

Benvenuto al Prato Calcio a 5, Alberto. Hai già avuto esperienze di calcio a 5?
“No, questa sarà la mia prima vera esperienza. Fin qui col calcio a 5 non ero andato oltre la classica squadretta con gli amici”.
Chi ti ha convinto a scegliere quest’avventura?
“Un amico, il portiere Edoardo Laino, che è già nell’Under 21 del Prato C/5. Voglio provare una nuova esperienza, cosa che mi è sempre piaciuta, ed arrivare magari ad un livello di sport più alto. Intendo mettermi alla prova: lo stimolo di base è quello”.
Provieni dal calcio, no?
“Ho sempre fatto calcio, ma l’ho abbandonato quasi due anni fa a causa del lavoro. Adesso ho un altro lavoro che mi ha permesso di dire di sì al Prato”.
Che ruolo ricoprivi?
“A calcio ero centrocampista, trequartista o punta. La società nella quale ho militato maggiormente è stata la Virtus Comeana, dove sono rimasto per quasi cinque anni. Sono stato anche nel Maliseti, nel Prato e di nuovo al Comeana”.

Alberto Baracchi, nuovo acquisto al Prato Calcio a 5

Alberto Baracchi, nuovo acquisto al Prato Calcio a 5

Quale ritieni sia la tua dote migliore?
“Il tiro, che ho piuttosto potente. Saranno gli altri però a dovermi giudicare, non mi piace stare a parlare di me stesso”.
La prima impressione che hai avuto di Carlo Mercadante, il tuo mister?
“Abbiamo parlato ed abbiamo anche già svolto un primo allenamento. Mi sembra un tecnico molto valido, che sa quello che deve fare e non usa mezzi termini nello spiegarti cosa devi fare. Se qualcosa non va bene te lo dice in modo diretto, la qual cosa mi piace. Penso sia la persona più adatta per lavorare con i giovani. Ho avuto una buona impressione”.
La prima squadra è un obiettivo?
“Lo è per qualunque giocatore. Il mio sogno è di arrivare a qualcosa di importante. Queste per me possono essere le ultime possibilità per riuscirci, devo approfittarne e dare il massimo per arrivare in alto”.