Apruzzese, Russo e Laino: l’occhio dei grandi ex

Prato-Lastrigiana 0007

Le prime impressioni dei tre ex lanieri nelle interviste flash realizzate subito dopo l’amichevole tra Prato Calcio a 5 e Lastrigiana. In casa biancorossa si respira molta fiducia: “Puntiamo ad una bella stagione”.

Giuseppe “Peppegol” Apruzzese
Per uno storico capitano come te com’è stato tornare all’Estraforum da avversario del Prato C/5?
Eh, un po’ strano è stato. Al Palazzetto da avversario non c’ero mai venuto, è stata la prima volta ed un po’ mi sono emozionato. Era una settimana che aspettavo questo momento, ringrazio tutti i tifosi che sono venuti ad abbracciarmi. E’ una cosa che mi ha reso molto felice.
La Lastrigiana come la vedi?
Siamo un’ottima squadra. Dobbiamo ancora capirci fino in fondo tra noi perché ci sono tanti giocatori nuovi come me, Russo, Laino ed altri giovani che iniziano adesso a giocare a calcio a 5. La squadra è rinnovata ma mi pare buona e sono convinto che quest’anno ci leveremo qualche soddisfazione. La società è seria e lo merita.
Che impressione ti ha fatto il “tuo” Prato?
Il Prato mi sembra molto forte. Ci sono tre o quattro giocatori tra i nuovi che mi hanno davvero impressionato, poi c’è un grandissimo Tiago Daga che è sempre in forma. Io poi ammiro il portiere Thiago Perez, che ho incontrato due volte senza mai riuscire a fargli gol. Bene così, spero per noi tifosi pratesi che il Prato sappia salvarsi il più presto possibile.

Giuseppe Russo
Bentornato al calcio a 5 giocato, Russo. Com’è tornare all’Estraforum, anche se da avversario?
Giocare al Palazzetto è sempre un’emozione, poi contro il Prato la sensazione è particolare perché è la maglia con cui ho giocato per anni. L’importante per me soprattutto era tornare in campo dopo due anni di stop.
Cosa ti aspetti dalla tua Lastrigiana?
La prima impressione è più che buona. Non conosco la categoria ma ho parlato con il presidente e con il mister che mi hanno illustrato la stagione, sembra che ci sia un bel gruppo ed una bella squadra e questo è molto importante. Obiettivi precisi non ce ne prefiggiamo ma speriamo di fare un bel campionato. Sul piano personale spero di tornare in forma il prima possibile e di disputare una bella stagione.
E il Prato com’è?
Il Prato è forte. Ci sono tanti giocatori bravi, che non sbagliano un passaggio, veloci, rapidi, con tiri precisi. Niente da dire, sono forti. Speriamo bene e che arrivi più in alto possibile, ma per scaramanzia non diciamo nient’altro.

Edoardo Laino
Portierone, come l’hai ritrovato il parquet?
Quello mi è sempre familiare ed è sempre bello giocarci. Che dire, sensazioni strane ed un Prato forte. Ieri ho acceso due o tre ceri ma sapevo che sarebbe stata difficile (sorride, ndr). Ci siamo difesi come potevamo e tutto sommato sono contento perché in ritiro fin qui abbiamo lavorato bene ed in campo siamo riusciti a mettere in pratica alcune cose che avevamo provato. Nel primo tempo abbiamo retto tutto sommato bene, cedendo 3-0 contro una squadra che a mio avviso farà bene. Non voglio tirare gufate ma, dato che il sabato ci sarò anch’io a seguire la squadra, diciamo che spero di vedere un bel calcio a 5, ecco.
E la Lastrigiana?
Anche qui non fatemi dir nulla per non portar male, però stiamo lavorando bene e siamo un bel gruppo. Rispetto alla scorsa stagione molto è cambiato ma ci siamo integrati subito molto bene, anche con il mister. Adesso vediamo nelle prossime amichevoli, ne abbiamo tante, di oliare bene i meccanismi, in modo da arrivare a far bene quest’anno in serie C1. E sempre forza Prato, che il sabato ci sono eh?! (sorride, ndr)