Balestri: “Dobbiamo crederci, siamo un gran gruppo”

Chiuppano-Prato-0022.jpg

Il Metronomo biancazzurro non stupisce più: la doppietta a Chiuppano porta Balestri a quota sette in classifica marcatori. E l’attaccante rilancia: “Adesso conosciamo i nostri mezzi. La squadra c’è, dobbiamo puntare in alto”.

Balestri, chiudi il tuo primo girone di A2 con 7 gol segnati ed il quinto posto in classifica del tuo Prato C/5. Soddisfatto?
Sì, sono molto soddisfatto di quello che ho fatto e che stiamo facendo tutti insieme. All’inizio del campionato abbiamo attraversato una fase di rodaggio, poi ci siamo sbloccati ed abbiamo trovato i nostri meccanismi, riuscendo anche a tornare a vincere in trasferta, per di più su un campo difficilissimo come quello del Chiuppano. Siamo molto contenti.

Due assist di Arteiro, due gol iniziali di Balestri.
Due gol diversi. Il primo è stato migliore, nel senso che è stato un assist voluto, gliel’ho chiamata e Felipe mi ha pescato alla grande. Il secondo è nato da una ribattuta su tiro di Felipe, sono stato anche fortunato perché la palla mi è rimbalzata addosso. A quel punto sono stato bravo a buttarla dentro ed a realizzare il 2-0 che ci poteva consentire di giocare un attimo più tranquilli. Anche se poi nel complesso non siamo stati molto bravi a gestirla, visto che ci siamo fatti recuperare sul 3-3.

Per Balestri è stata un'altra giornata esaltante (foto Bilenchi)

Per Balestri è stata un’altra giornata esaltante (foto Bilenchi)

Alla fine per accedere alla Coppa Italia vi è mancato un punto solo. Vi mangiate le mani?
Sì, decisamente sì. Secondo me ci mancano i punti di Carmagnola, dove la prestazione ci fu ma perdemmo. Ce l’eravamo detto anche tra di noi che quei punti ci avrebbero fatto perdere la qualificazione alla Final Eight. Alla fine però dobbiamo essere soddisfatti, chiudiamo il nostro primo girone di andata in solitudine al quinto posto, per essere il primo anno di A2 dopo ben otto di serie B stiamo andando bene. Abbiamo gruppo e possiamo passare bene le feste, con tranquillità, pensando a prepararci al meglio ad un girone di ritorno da battaglia.

A proposito di battaglia, come guardate al vostro gennaio di fuoco? Avrete tre trasferte a Imola, Cagliari e Dosson, ed il match interno con l’Arzignano.
Sì, sarà davvero un gennaio di fuoco. Dobbiamo solo allenarci bene e continuare con questo spirito di squadra. Abbiamo integrato molto bene anche i nuovi, adesso la squadra c’è e dobbiamo continuare a pensare partita per partita, cercando di conquistare sempre i tre punti.

La classifica, prime tre a parte, è ancora corta. Adesso guardate più in avanti o più indietro?
Sinceramente dopo Chiuppano guardo più avanti, perché la vittoria ci ha fatto credere di poterci stare davvero lassù. E’ stato un bel giro di boa che ci fa sperare bene. Adesso conosciamo già i nostri avversari, ed abbiamo anche più fiducia nei nostri mezzi.

prato c5 auguri

Alla ripresa, il 9 gennaio, giocherete sul campo della capolista Imola, che all’andata con voi dominò 5-1 e che in casa le ha vinte tutte. Partite battuti?
Non partiamo assolutamente battuti. Il match dell’andata fu il primo di serie A2 per tanti di noi, me compreso. Era la prima partita in categoria dopo tanti anni di serie B e pagammo troppo caro il prezzo di quell’esordio. Adesso invece sappiamo chi affrontiamo, e soprattutto conosciamo i nostri mezzi, che sono tanti.

Siamo in periodo natalizio, cosa mandi a dire agli appassionati?
Faccio tanti auguri a tutti i nostri tifosi, alle famiglie, a chi continua a seguirci sempre. Tanti auguri dal Prato Calcio a 5, ma proprio tanti, di cuore.