Battuta anche l’Atlante, sabato la prima partita in A2

Prato-PoggibonsiI-0042.jpg

I lanieri non brillano ma superano anche l’Atlante Grosseto. Di Dall’Onder, Arteiro e Benlamrabet i gol della rimonta. Il punto di Bernabò. Sabato 3 ottobre inizia il campionato di serie A2: alle 16 c’è Prato C/5-Imola.

PRATO C/5-ATLANTE 3-1
PRATO C/5: Perez, Benlamrabet, Pagnussatt, Calamai, Bertoldi, Poggini, Schacker, Daga, Dall’Onder, Balestri, Arteiro, Marku, Campagna. All. Coccia.
ATLANTE: Borriello, Ducci, De Oliveira, Barelli, Baluardi, Babbanini, Gianneschi, Santin, Ceccarelli, Berti Lorenzi, Barboza, Mavica. All. Battisti/Barelli.
ARBITRO: Gamba (MSP, Agliana).
RETI: st 4’57” Barboza, 9’32” Dall’Onder, 13’36” Arteiro, 14’09” Benlamrabet.

Primo gol in biancazzurro per Benlamrabet (foto Bilenchi)

Primo gol in biancazzurro per Benlamrabet (foto Bilenchi)

PRATO. Il Prato Calcio a 5 chiude il lungo precampionato con un’altra vittoria, la sesta in sette incontri, ma stavolta non convince più di tanto. La squadra ha giocato a lungo sotto ritmo ed in maniera troppo prevedibile, trovandosi anche a dover rimontare. Positivi sono stati la reazione ed il finale di partita dei lanieri, contro un’Atlante Grosseto che è piaciuta molto e che sarà sicura protagonista nella lotta promozione per salire in A2.
Dall’infermeria intanto notizie contrastanti: Pagnussatt è rientrato e sta visibilmente meglio ma si è fermato Schacker, vittima di un risentimento muscolare. L’allarme resta forte per Segovia che è ancora fermo e dolorante, anche se per fortuna gli esami hanno escluso lesioni.
Per il resto, con l’Atlante il Prato fa molto possesso ma piuttosto sterile, tanto che il primo tempo si chiude 0-0 con i grossetani che si fanno vedere un paio di volte di rimessa.
Nella ripresa è proprio il contropiede ospite a sbloccare l’incontro. Al 4’ De Oliveira sfiora la segnatura, mentre al 5’ non sbaglia Barboza, che in fuga dalla destra “buca” un incerto Perez.
Pochi secondi e Perez si rifà con una grande uscita su Barelli, poi il Prato torna a salire. Grande Borriello all’8’ sulla botta di Calamai smarcato da Pagnussatt, al 10’ invece ecco il pari. Pregevole il colpo di tacco di Dall’Onder che insacca dopo un’azione di Balestri sulla sinistra.
Un contropiede ospite con tiro alto di Baluardi al 12’ poi finalmente più Prato. Al 14’ il vantaggio è opera di Arteiro, il più lesto di tutti a metter dentro dopo che il palo aveva respinto la conclusione di Dall’Onder. Altri 35 secondi e la grande voglia di Benlamrabet viene premiata: è il giovane attaccante a chiudere in gol un contropiede di Balestri, siglando così la sua prima rete in biancazzurro.
Al 16’ palo di Balestri, poi ancora molto possesso fino al fischio finale.
E adesso ci siamo. Il precampionato è terminato, inizia la lunga settimana che porta al debutto stagionale: sabato 3 ottobre alle ore 16 si gioca Prato C/5-Imola, il tempo degli esperimenti è finito.

Pagnussatt è finalmente rientrato (foto Bilenchi)

Pagnussatt è finalmente rientrato (foto Bilenchi)

Sensazioni “oltre la cronaca” di Cesare Bernabò
Settima ed ultima amichevole del nuovo Prato Calcio a 5 prima dell’inizio di un difficile Campionato di A2, in cui i lanieri verranno subito chiamati all’arduo compito di ospitare il periglioso Imola all’Estraforum (sabato 3 ottobre ore 16 la data da segnare in agenda).
L’ultima squadra a calcare il parquet del Palazzetto di Maliseti, in queste amichevoli pre-campionato, è stata l’Atlante Grosseto e – diciamolo subito – lo ha fatto nel migliore dei modi.
Il Prato C/5 è apparso più imballato rispetto alle precedenti gare: meno veloce, più prevedibile.
Per contro l’Atlante Grosseto è sembrato un gruppo compatto, pericolosissimo nelle cosiddette ripartenze, ma soprattutto dotato di un Borriello, quale suo ultimo baluardo, praticamente semi-insuperabile e di una difesa da “Mille e una notte”.
Un tempo senza reti, poi il centro di Barboza per gli ospiti, con la complicità del pur stimatissimo e senz’altro valente Perez. I biancazzurri di casa non si scompongono, Mr. Coccia mantiene il suo consueto self control ed il suo Prato C/5 risale la china, con i tre sigilli marchiati coi cognomi di Dall’Onder, Arteiro e Benlamrabet.
Bene anche il solito onnipresente Daga, ottimo l’apporto di Bertoldi e del funambolico Balestri in grado, un paio di volte, di mostrare serpentine da antologia del Futsal mondiale.
Il più bel gesto atletico della gara, secondo me: al 16’41” del primo tempo, Pagnussatt scaglia un tracciante all’incrocio dei pali, alla sinistra della porta grossetana, ma l’eccellente Borriello vola a deviare con la mano di richiamo destra con stile tipo figurine Panini.
Molto altro potrei raccontarvi, amici miei Car.mi appassionati di Futsal, ma preferisco risparmiarmi qualcosa per ridonarvelo nei miei pur umili commenti “oltre la cronaca” in campionato e… come citava la voce narrante di antiche fiabe sonore di tanti e tanti anni fa: “C’era un volta il cantastorie dirà… e un’altra favola comincerà”.
Ah, a proposito: appuntamento a sabato 3 ottobre p.v. all’Estraforum e sempre:
Forza Pratooooooooo!!!!!!!
L’opinionista Cesare Bernabò