Benlamrabet a caccia dell’anno della consacrazione

Benlamrabet8

“Vengo da un anno di apprendistato, sono convinto che lavorando duro quest’anno potrò togliermi delle soddisfazioni ed aiutare la squadra. Grazie a Città di Massa e Prato C/5 per avermi regalato una nuova possibilità”. L’intervista a bomber Benlamrabet.

Benlamrabet, attaccante mancino classe 1995, si appresta a vivere la sua seconda stagione al Prato C/5 (foto Bilenchi)

Benlamrabet, attaccante mancino classe 1995, si appresta a vivere la sua seconda stagione al Prato C/5 (foto Bilenchi)

Alessio, contento di restare in biancazzurro?
Non penserai mica che ti risponda di no eh?! Impossibile! (ride, ndr) La chiamata del Prato dopo tutto questo tempo ormai non me l’aspettavo più. Non sembravano esserci più le condizioni, così la sorpresa è stata ancora più bella. Tornare al Prato è fantastico, come si sta qui non si sta da nessun’altra parte. Tutti i ragazzi ci vorrebbero giocare.

Questo dev’essere l’anno della tua consacrazione.
La scorsa stagione l’ho vissuta come un anno di apprendistato nel quale ho cercato di entrare nel futsal di alto livello. Non ho avuto molto spazio in prima squadra ma ho conosciuto la categoria e mi sono reso conto di tante cose. Quest’anno sono convinto di poter fare più minuti e mi aspetto di poter aiutare i miei compagni di squadra ogni volta che ci sarà bisogno di me.

Mister Madrid intende impostare un Prato d’attacco.
La cosa mi piace molto. L’attacco è il mio ambito preferito, è in difesa che sono meno a mio agio e devo crescere di più. Lavorando duro come ho sempre fatto sono convinto di riuscire quest’anno a togliermi delle grandi soddisfazioni. Anche se già essere tornato ad indossare questa maglia lo è, una grande soddisfazione.

Benlamrabet l'anno scorso ha segnato 45 gol nel campionato Under 21 (foto Bilenchi)

Benlamrabet l’anno scorso ha segnato 45 gol nel campionato Under 21 (foto Bilenchi)

Ritrovi una squadra cambiata al 90%, con una bella “colonia” spagnola, due brasiliani e un bel nucleo di italiani. Cosa ti aspetti?
Dagli spagnoli mi aspetto tanto sotto il profilo tattico, tecnico e del pressing. Quando con noi c’era Sergio Segovia, per esempio, ho visto quanta pressione metteva in campo. I brasiliani in questo sport sono sempre una carta in più. Gli italiani sono bravi, mi aspetto molto per esempio da Mangione. E poi c’è Balegol.

Sarai anche un punto fermo della nuova Under 21.
Sì, e ci tengo molto. Spero che anche nell’Under 21 sapremo vivere una bella stagione e magari vincere qualcosa. E’ grazie al lavoro nell’Under del Prato che quest’anno sono stato premiato come miglior giocatore del campionato Under 21, è una grandissima gioia per me aver ottenuto un riconoscimento di questo livello. Ringrazio Palla al Centro e tutti quelli che hanno votato per me, è uno stimolo a fare sempre meglio. E a proposito di ringraziamenti, ci tengo molto a dire grazie al Città di Massa per avermi dato un’altra possibilità, accettando il rinnovo del mio prestito al Prato Calcio a 5. E poi ringrazio chi a Prato ha creduto in me ed ha fatto di tutto perché questo mio secondo anno al Prato diventasse realtà. Adesso spero di regalare al Prato tante emozioni perché questa è una piazza davvero importante e bella che si merita ogni bene. Penso ai dirigenti, alle persone che ci gravitano intorno, ai tifosi che in questi mesi mi sono sempre stati vicino, continuando a farsi sentire anche quando sembrava che non sarei potuto tornare qui.

Alessio Benlamrabet urla al cielo la sua gioia dopo un gol (foto Bilenchi)

Alessio Benlamrabet urla al cielo la sua gioia dopo un gol (foto Bilenchi)