Bertoldi: “Forza Prato, riprendi subito la tua corsa”

Prato-Bassotti 4-2  0003.jpgGiacomo Bertoldi sfodera tutta la sua determinazione in vista della fondamentale Prato-Castellamonte di sabato: “Mancherà Rafa ma niente alibi, siamo forti comunque. L’Asso? La sconfitta ci sta ma quanto abbiamo sprecato”. Poi ringrazia i tifosi.

Bertoldi, com’è il dopo-Asso?
Quello che fa più rabbia è ripensare alle occasioni clamorose che abbiamo fallito. La sconfitta ci sta, fa parte del gioco, non è che eravamo invincibili. Perdere ogni tanto fa anche bene perché riporta coi piedi per terra. Ma quello che abbiamo sprecato sabato scorso… Loro sono una buonissima squadra ma io continuo a credere con tutto me stesso che noi siamo più forti. Dovevamo finire il primo tempo con un risultato più giusto, invece abbiamo sprecato tantissimo. Poi ad inizio ripresa abbiamo anche preso il 4-0 e per loro è stato più facile gestirla. Bravi loro ad averla buttata dentro nei momenti topici, noi però da qui vogliamo ripartire subito, fin da sabato col Castellamonte, con tanta voglia di tornare a far bene. Stiamo disputando un campionato fantastico, ad inizio anno avrei firmato subito per essere in questa posizione all’ultima d’andata. Certo, sabato scorso con l’Asso dovevamo tirare fuori un po’ più di carattere, ma accettiamo la sconfitta e guardiamo subito avanti.

Bertoldi è uno dei volti nuovi del Prato C/5 2014-2015 (foto Bilenchi)

Bertoldi è uno dei volti nuovi del Prato C/5 2014-2015 (foto Bilenchi)

Ripensi alla tua grande occasione fallita sull’1-0?
Molto, e mi torna in mente quello che mi ha detto subito dopo mister Coccia, quando mi ha richiamato in panchina. Mi ha detto “I dettagli fanno la differenza”, ed ha ragione. Riguardando quel primo tempo ho riflettuto su quelle parole. Se il mio pallone va dentro cambia tutta la partita. Gli errori pesano, in una partita così tirata sono proprio i dettagli a fare la differenza. Devo imparare a sfruttare meglio le mie occasioni, ma penso faccia parte del mio processo di maturazione.

Quanto sarà dura col Castellamonte del capocannoniere Granata?
Il Castellamonte abitualmente non ha una difesa invalicabile ma ha un coefficiente offensivo non indifferente. E’ una squadra che segna sempre tanto, dovremo stare molto attenti. Noi comunque li conosciamo bene, se giochiamo come sappiamo possiamo farcela. Lo dobbiamo a noi stessi ma lo dobbiamo anche ai nostri tifosi che sabato hanno sofferto insieme a noi. Ci tengo anzi a ringraziarli di cuore. Ho visto da parte loro tanta solidarietà e grande affiatamento nonostante la sconfitta. Li abbiamo sentiti ancora più vicini dopo il brutto stop in Sardegna e questo ci fa un piacere enorme. Un tifoso per esempio ha postato su facebook “Scrivo sempre quando vinciamo, è giusto scrivere anche quando si perde”, e sono gesti e parole molto belli, che non passano inosservati. Ci metto la mano sul fuoco che sabato vedremo tutti i nostri tifosi di nuovo al palazzetto.

Bertoldi in azione (foto Bilenchi)

Bertoldi in azione (foto Bilenchi)

Come compenserete l’assenza di Rafinha?
Con la forza della nostra rosa, che è ampia e competitiva. Senza Rafa perdiamo un ottimo giocatore ma possiamo e dobbiamo farcela anche senza di lui. Non ci sono alibi: dobbiamo prenderci le nostre responsabilità, giocare di squadra ed entrare in campo con grande determinazione. Ci aiuteremo tutti in modo da sopperire a quest’assenza.

C’è in palio anche il titolo di campioni d’inverno.
Sì, e ci teniamo molto. Sabato sera conosceremo anche l’esatta composizione dei gironi di Coppa Italia, che per noi resta un obiettivo, un’ambizione a cui teniamo molto, anche se si profila un triangolare di primo turno molto duro. Ma anche in questo caso non dobbiamo avere paura di nessuno. L’altro giorno al sorteggio di Europa League un allenatore di calcio, a chi gli chiedeva un’opinione sulla sfortuna di incrociare le “grandi”, ha risposto “chi viene viene, io voglio misurarmi, non ho paura, voglio le grandi”. La penso come lui.