Davide Rigacci preparatore atletico del Nuova Comauto Prato

RigacciIl Nuova Comauto Prato Calcio a 5 è lieto di annunciare che Davide Rigacci è il nuovo preparatore atletico biancazzurro. Rigacci, professionista di livello, 31 anni, nella stagione scorsa è stato tra i protagonisti del recupero-lampo di Perez.

Rigacci risiede a Campi Bisenzio, lavora a Prato nel centro fitness Time Out ed è preparatore atletico anche del Firenze Ovest Pallavolo. Per presentarlo ai nostri tifosi, lo abbiamo intervistato.

Rigacci, benvenuto in biancazzurro. Contento dell’arrivo in maglia laniera?
Sì, mi stuzzica molto l’idea del calcio a 5, è un mondo nuovo per me e non vedo l’ora di iniziare col Prato. La mia prima partita di futsal l’ho vista quest’anno. Ho seguito Perez durante la fase di riabilitazione dopo l’intervento al crociato, Thiago mi aveva invitato a conoscere l’ambiente e sono rimasto conquistato, mi è piaciuto molto.

Davide Rigacci è il nuovo preparatore atletico del Prato C/5

Davide Rigacci è il nuovo preparatore atletico del Prato C/5

Che ne pensi del recupero a tempo di record di Thiago?
Eh, è un altro bel cavallo matto, Thiago (ride, ndr). Nel senso che è uno di quelli che quando si mette in testa una cosa poi deve farla per forza. Era fisso in palestra da me alla Time Out, non si riposava mai. Voleva rientrare a tutti i costi prima della fine della stagione. Per fortuna c’è riuscito ed è andato tutto bene. Merito suo, di chi lo ha operato, del fisioterapista di Vaiano, di tutti coloro che lo hanno seguito.

Di cosa ti occupi, in particolare?
Oltre ad essere preparatore atletico mi occupo di riatletizzazione. Sono laureato in scienze motorie. Fare il preparatore è un lavoro impegnativo ma mi dà grande soddisfazione.

Dovrai soddisfare non uno ma ben due allenatori.
Sì, ma Bini Conti e Carlesi sono molto in sintonia, non ci saranno problemi. Mi sono subito trovato a mio agio con entrambi, sono persone gentili e disponibili. Ci siamo sentiti più volte in questi giorni, stiamo già lavorando.

Rigacci è preparatore e

Rigacci lavora a Prato nel centro fitness Time Out

Che tipo di preparazione imposterai?
Il lavoro naturalmente sarà ad alta intensità. Interval training, circuit training e tutto il resto. Voglio però lavorare molto anche sulla prevenzione. Il calcio a 5 è uno sport che prevede tanti cambi di direzione, molto contatto fisico, grande attrito tra scarpa e campo di gioco: le articolazioni sono molto sollecitate, è fondamentale fare lavoro di prevenzione.

Cosa ti aspetti da questo tuo primo anno di calcio a 5?
Spero di poter far bene, di dare soddisfazione a presidente, allenatori e giocatori. Se i giocatori si sentono bene e riescono a dare il centodieci per cento in ogni partita, bene, quella è la mia gioia, la mia soddisfazione più grande.

Benvenuto in biancazzurro, Davide Rigacci!