Domani alle 18,30 il match spettacolo Prato-Milano

Arzignano-Prato-0110.jpgTerza contro seconda domani nell’insolito turno infrasettimanale di campionato: all’EstraForum, con inizio alle 18,30, si sfidano Prato C/5 e Milano. La partitissima sarà diretta da Castellino di Treviso e Loria di Roma 1; cronometrista Rrapi di Prato.

Murilo e Rosati in azione sabato scorso ad Arzignano (foto Bilenchi)

Murilo e Rosati in azione sabato scorso ad Arzignano (foto Bilenchi)

Ancora una sfida spettacolo all’EstraForum, che domani apre i battenti nell’insolito turno infrasettimanale del campionato di serie A2 per ospitare il confronto tra Prato e Milano, rispettivamente terza e seconda della classifica.
I lanieri hanno vinto 5 degli ultimi 6 incontri, i lombardi vengono da 5 vittorie di fila e sono imbattuti dal 7 gennaio scorso. Entrambe le squadre si presentano al completo, fatta salva l’assenza per squalifica del secondo portiere biancazzurro, Marco Campagna. Per il Prato, impegnato nella corsa ai play-off, si tratta anche di sfatare la tradizione negativa che vede il Milano come bestia nera dei lanieri, sempre battuti dai ragazzi di Sau in questi due anni di serie A2. Tra i lombardi rientrerà dalla squalifica l’asso Fantecele.
La partitissima avrà inizio alle ore 18,30 e sarà arbitrata da Castellino di Treviso e Loria di Roma 1; cronometrista Rrapi di Prato.

Intervista ad Enrico Rosati, pivot biancazzurro
“Quella di sabato scorso è stata una grande vittoria. L’Arzignano è molto preparato, è stata dura tornare a casa con un successo. Ci servivano i tre punti, siamo stati bravi a cercarli fino alla fine”.
Perché siete calati a un certo punto?
“Perché siamo una squadra giovane. Su certe situazioni siamo poco esperti, non sappiamo ancora gestirle al meglio. Non ci aspettavamo di essere avanti 3-0 dopo dieci minuti e siamo un po’ calati mentalmente. Ci siamo adagiati sul vantaggio conseguito”.
Delizioso il tuo gol di tacco su assist di Murilo.
“Io l’ho messa dentro ma il gol è di Murilo, ha trovato un passaggio spettacolare. E’ tutto merito suo”.
Sul 3-3 sei stato decisivo con la palla rubata ed il golazo del 3-4.
“Penso sia stata l’unica cosa buona che ho fatto in partita. L’importante era portare il risultato a casa e va bene così, però abbiamo commesso parecchi errori. Ora c’è il Milano, poi sono certo che il mister ci metterà sotto per correggere alcune cose. Ad ogni modo, abbiamo vinto e siamo terzi. Era quello che volevamo”.
Che partita sarà con Milano?
“Non facile, né per noi né per loro. Vediamo di sfatare la tradizione negativa, abbiamo i mezzi per farlo. Invito tutti all’EstraForum a tifare per noi”.

Intervista a Felipe Fumes, difensore laniero
Doppietta per te ad Arzignano, ora ti scopri anche bomber?
“Il merito è della squadra e principalmente del mister, che sta facendo un lavoro bellissimo, fisicamente, tatticamente e mentalmente. Quando arrivi verso la fine della stagione devi avere la mentalità giusta per sapere gestire tutto e il mister sta riuscendo a darci questa mentalità. Goleador non sarò mai ma ogni tanto ci sta di segnare. Sono contentissimo che questo sia avvenuto in una partita così importante. Ringrazio tutta la squadra che ha corso tanto ed ha dato più del cento per cento”.
Avete concesso molto, Perez si è spesso arrabbiato con voi compagni di squadra.
“E’ bello così, quando ci si arrabbia, perché significa che ognuno vuole il bene dell’altro. Deve essere così. Se in campo non litighi è perché non vuoi il bene del tuo compagno di squadra. La nostra squadra è così. Litighiamo, urliamo, però lottiamo l’uno per l’altro dentro il campo, battagliando insieme fino alla fine. Siamo un po’ calati nel primo tempo, in parte anche nel secondo tempo, però non abbiamo mollato mai e questa è la cosa più importante di tutte”.
Sul 3-3 in pochi avrebbero scommesso sulla vostra vittoria.
“L’Arzignano è cresciuto tanto nel corso della partita. Noi siamo riusciti a mantenere i nervi saldi ed a tenere il match in bilico fino all’ultimo. E’ quello che ci ripete sempre il mister, in allenamento e prima delle partite: i match si giocano tutti fino all’ultimo secondo, dobbiamo essere bravi a restare sempre in partita. E’ quello che abbiamo fatto”.
I tuoi gol hanno sempre una dedica.
“A Lara, che mi sta facendo veramente bene. La ringrazio di tutto, i gol li segno anche per lei, che mi dà le più forti motivazioni”.
E ora la difficilissima Prato-Milano.
“Sarà un’altra battaglia. Il calendario ci ha messo di seguito PesaroFano, Arzignano ed ora Milano, tutte grandi partite. Peccato aver perso in casa la settimana scorsa, avevamo giocato benissimo. Ad Arzignano abbiamo portato a casa tre punti e non era facile, per me era una partita mentalmente più difficile di quella col PesaroFano. Fuori casa poi non è mai facile far risultato. Col Milano spero che sarà una bella partita per tutte le persone che verranno a vederci. Speriamo di fare bene e di portare altri tre punti a casa”.

Serie A2 – Ottava giornata di ritorno (martedì 21.2.2017)
Ore 15
Aosta-Arzignano
Atlante Grosseto-Castello
Olimpus Roma-Cagliari
Ore 15,30
F.lli Bari-Capitolina Marconi
Ore 16
B&A Sport Orte-PesaroFano
Bubi Merano-Ciampino
Ore 18,30
Prato C/5-Milano

Classifica: PesaroFano 53; Milano 44; Prato e Arzignano 40; B&A Sport Orte 36; Olimpus 34; Atlante 33; Ciampino 28; Merano e Cagliari 21; Capitolina Marconi 20; F.lli Bari 16; Castello 9; Aosta 4.

Perez ad Arzignano è stato decisivo (foto Bilenchi)

Perez ad Arzignano è stato decisivo (foto Bilenchi)