Finalmente si ricomincia, domani c’è Prato-Sporting Rosta

Prato-Castellamonte 0098.jpgIl campionato torna dopo 3 settimane, alle 16 all’Estraforum i biancazzurri ospitano lo Sporting Rosta, che all’andata mise il Prato in gran difficoltà: finì 6-5 per i lanieri, che furono salvati di rimonta nel finale da 3 gol di Apruzzese. L’occhio di Bernabò.

C’è naturalmente grande attesa per il ritorno in campo del Prato C/5 capolista, pronto a riabbracciare i propri tifosi dopo le festività natalizie. Non ci sarà purtroppo Rafinha: la contrattura del centrale italo-brasiliano, intervenuta su guai muscolari precedenti, richiede la massima cautela prima del pieno rientro. Devono ancora pazientare, purtroppo, anche Calamai e Baldassarri. Tutti abili e arruolati gli altri.
A guardare la classifica, nella sfida prima contro ultima si potrebbe pensare ad un confronto semplice. Molto difficilmente sarà così: il Rosta, che nell’ultima d’andata ha perso solo 3-2 a Poggibonsi andando al riposo avanti per 2-1, è squadra battagliera che ha saputo dare del filo da torcere a tutti, all’inseguimento di una salvezza che per la matricola piemontese dista appena due lunghezze.

Prima di ritorno (10 gennaio 2015)
Ore 15
Città di Massa-Poggibonsese
I Bassotti-Atiesse
Ore 16
Elmas-Castellamonte
Futsal Pistoia-Asso Arredamenti
Futsal Sangiovannese-Cus Pisa
Prato-Sporting Rosta

Classifica: Prato 28; Elmas e Asso Arredamenti 22; I Bassotti 20; Atiesse 18; Futsal Pistoia 17; Poggibonsese e Castellamonte 16; Futsal Sangiovannese 11; Cus Pisa e Città di Massa 7; Sporting Rosta 5.

La classifica non è più sub iudice: il giudice sportivo ha infatto respinto il ricorso del Cus Pisa contro l’Elmas.

Domenica 11 gennaio torna in campo anche l’Under 21 laniera: derbyssimo Prato-Poggibonsese
Undicesima giornata (11 gennaio 2015)
Città di Massa-Atlante Grosseto
Prato-Poggibonsese
Cus Pisa-Futsal Sangiovannese
Montecalvoli-Tigullio
Riposa: Futsal Pistoia

Classifica Under 21: Futsal Sangiovannese 22, Futsal Pistoia e Poggibonsese 21, Prato 17 (*), Tigullio e Cus Pisa 12, Città di Massa 6, Montecalvoli 4, Atlante Grosseto 3.

(*) = il Prato C/5 Under 21 ha giocato una partita in meno rispetto a tutte le altre, avendo già osservato il turno di riposo

Una bella immagine di Prato-Castellamonte (foto Bilenchi)

Una bella immagine di Prato-Castellamonte (foto Bilenchi)

L’occhio di Cesare Bernabò
Si riparte; all’Estraforum, sabato 10 p.v. – con inizio alle ore 16:00 – sarà di scena Prato Calcio a 5-Sporting Rosta
Opposti obiettivi, ma – come si dice – “gli estremi si toccano”.
Smaltita la pur limitata pacchia vacanziera invernale , il Prato Calcio a 5 dopo qualche manicaretto attentante la straordinaria forma dei suoi atleti, dovrà vedersela – all’Estraforum – con l’ultima della classe, ma sempre pur temibilissima compagine dello Sporting Rosta (1998).
Se all’andata, contro i piemontesi, il Ns. valentissimo Capo Ufficio Stampa ppf aveva scorto dischi volanti, personalmente, giorni fa, preda di un forte delirio notturno febbrile, confesso aver sognato persino uno strano presepe col presidente Apicella ed il suo vice Gualchieri all’interno di una capannuccia vegliare un bambino irradiante una gran luce con colori biancazzurri iridescenti.
D’altronde quest’immagine onirica è stata forse dettata ad un subconscio imperscrutabile del Vs. Cesare in rielaborazione notturna dalla geometria del particolarissimo ns. palazzetto dello Sport laniero, strutturato a guardar bene, proprio “a forma di culla”, o da piccola parte di un pasto natalizio mal digerito:  a voi la scelta, torniamo al match.
La prima di ritorno della cadetteria, nel suo girone A opporrà il Prato allo Sporting Rosta, ultimo con sole 5 caselle annerite al proprio attivo ed una differenza goals peggiore soltanto a quella dello sfortunatissimo CUS Pisa .
I dati aritmetici di distanza tra le 2 compagini non ci traggano in inganno – Amiche ed Amici lettori -: quel gran “volpone” che è Mr. Coccia sa bene come le insidie più inattese possano talvolta giungere proprio e soprattutto da avversari penalizzati da una classifica – per loro – un po’ troppo avara.
Personalmente vorrei veder tornare al goal l’amico e campione supercapitano Beppe Apruzzese (il quale mi ha promesso una rete con dedica).
Insomma, come si usa dire in questi casi: opposti obiettivi, ma – talvolta – specialmente quando la posta è molto alta, “gli estremi si toccano”, speriamo non sia questo il caso.
Come sempre il giuoco dei lanieri dipenderà moltissimo dallo stato di forma dei suoi “gioielli”: Permuy, Daga, Simon e compagnia bella, nonché dalla straordinaria reattività di quello “spiderman” coi mezziguanti di nome Cleber.
Una doverosa, insolita chiosa: a fine commento vorrei rivolgere un abbraccio particolare al leggendario attaccante Giuliano Di Giosio, donandogli un aforisma del grande poeta e letterato portoghese Fernando Antonio Pessoa: “Ci sono navi dirette verso molti porti, ma nessuna verso dove la vita non sia dolore”.
E’ tutto,
Cesare Bernabò