Fusari: “Niente è compromesso, ora sotto col lavoro”

14 Cristiano Fusari

La sconfitta di Pesaro non intacca il sogno play-off del Prato Calcio a 5. A tre giornate dal termine i biancazzurri di Roberto Coccia restano quarti da soli con 7 punti di vantaggio sull’Arzignano sesto in graduatoria. Intervista a Cristiano Fusari.

PRATO. La sconfitta di Pesaro non intacca il sogno play-off del Prato Calcio a 5. A tre giornate dal termine i biancazzurri di Roberto Coccia restano quarti da soli con 7 punti di vantaggio sull’Arzignano sesto in graduatoria. Nei confronti dei veneti i biancazzurri vantano anche gli scontri diretti a favore, ragion per cui al Prato basterà conquistare due punti da qui alla fine della regular season per conquistare la matematica certezza della qualificazione agli spareggi-promozione.
Il campionato riprenderà sabato 19 marzo con Prato-Milano. Il prossimo fine settimana è infatti dedicato alla Final Eight di Coppa Italia, manifestazione per la quale i biancazzurri non si sono qualificati. Il Prato dovrà sfruttare la pausa per serrare le fila e tentare di recuperare i giocatori acciaccati, in primis il capitano laniero Tiago Daga, che oggi si è sottoposto ad una risonanza per valutare lo stato di salute del ginocchio infortunato. I risultati sono attesi per mercoledì, si sospetta la rottura del menisco.
In casa laniera intanto si riflette sullo stop di Pesaro, dove il problema principale, come ha ammesso anche il portiere Thiago Perez nel dopo-gara, è stato un “approccio sbagliato” da parte della squadra laniera.

Fusari è arrivato in biancazzurro a dicembre in prestito dalla Cogianco (foto Bilenchi)

Fusari è arrivato in biancazzurro a dicembre in prestito dalla Cogianco (foto Bilenchi)

Il laterale Cristiano Fusari concorda ma tira in ballo anche la dea bendata: “Siamo stati anche poco fortunati nel prendere quei tre gol nel primo tempo – dichiara il giocatore trentino -. Le nostre occasioni le abbiamo create, abbiamo colpito anche tre pali ed il loro portiere è stato il migliore in campo. Il problema è che non siamo stati cinici come loro”.
Fusari, il vostro resta però il penultimo attacco del campionato.
“E’ vero, segniamo poco, però di solito difendiamo bene e così portiamo a casa vittorie e buone prestazioni. A Pesaro purtroppo siamo andati subito sotto. Il terzo gol tra l’altro non ci stava proprio perché è venuto su un tiro libero regalato. Se fossimo andati al riposo sotto per 2-0 la storia della partita avrebbe potuto essere ben diversa. Purtroppo è andata così ed ormai non possiamo farci più niente, l’importante è restare tranquilli e continuare a lavorare”.
La corsa play-off è tutt’altro che compromessa.
“Niente è compromesso, e non vogliamo certo rovinare quanto di bellissimo fatto finora. Questo sport è fatto così. E’ fantastico da giocare e tutto è possibile. Nemmeno le squadre più forti al mondo vincono sempre, una partita sbagliata può capitare a tutti di tanto in tanto. Mica siamo robot dove basta premere un bottone e scatta la vittoria. Abbiamo fatto un bel percorso finora, adesso abbiamo due settimane di tempo per lavorare bene e con ancora più concentrazione. Ci attendono tre partite nelle quali cercheremo di raccogliere più punti possibile”.
Sapendo che per i play-off ne bastano due.
“Sì, ma non staremo a fare calcoli. Dobbiamo cercare di portare a casa più punti che possiamo dalle partite finali della regular season”.
Quanto vi manca capitan Daga?
“Speriamo il suo infortunio non sia grave. Per noi il capitano è importante, abbiamo bisogno di lui. Speriamo di riaverlo al più presto”.
In Coppa sarete spettatori. Quanto vi dispiace?
“Molto. Sarebbe stato bello esserci. La Coppa è una competizione splendida da giocare e da vivere. L’anno scorso la disputai con la Cogianco e fu un grande evento pieno di squadre di alto livello, con la vittoria finale che fu del PesaroFano che organizza l’edizione di quest’anno. Il rammarico resta, perché a fine andata ci è mancato un solo punto per qualificarci. Pazienza. Guarderemo le partite. E che vinca il migliore”.

Fusari in azione a Pesaro (foto Bilenchi)

Fusari in azione a Pesaro (foto Bilenchi)

Serie A2 – Ottava di ritorno (sabato 5.3.2016)
Aosta-Imola (rinviata al 16.3.2016)
Carrè Chiuppano-Crocchias Cagliari 2-4
Maran Nursia-Real Arzignano 4-2
Menegatti Metalli-Carmagnola 3-2
Milano-Came Dosson 2-3
PesaroFano-Prato C/5 5-1

Classifica: Came Dosson 46; Imola 42; Milano 38; Prato C/5 31; PesaroFano 27; Arzignano 24; Maran Nursia 22; Crocchias Cagliari 21; Carmagnola e Menegatti Metalli 19; Aosta 17; Carrè Chiuppano 14.

Serie A2 – Nona di ritorno (sabato 19.3.2016)
Ore 16
Imola-Carrè Chiuppano
Came Dosson-Menegatti Metalli
Carmagnola-Maran Nursia
Prato C/5-Milano
Arzignano-Aosta
Ore 18
Cagliari-PesaroFano