Giovanile, i nuovi tecnici Tesi e Carlesi si presentano

Tesi

Stefano Tesi torna da allenatore ad indossare la maglia che lo vide iniziare nel futsal. Guiderà l’Under 21: “Che orgoglio essere qui, punto a lanciare giovani in prima squadra”. Carlesi, nuovo tecnico Juniores: “Miriamo ad un giovanile di elite”.

Stefano Tesi, ex giocatore biancazzurro, è il nuovo allenatore dell'Under 21

Stefano Tesi, ex giocatore biancazzurro, è il nuovo allenatore dell’Under 21

Stefano Tesi, classe 1979, è il nuovo allenatore dell’Under 21 del Prato Calcio a 5. Molti appassionati lo ricorderanno più volte giocatore in maglia biancazzurra. Appese le scarpe al chiodo, Tesi ha intrapreso da qualche anno la carriera di allenatore.
Stefano, che cosa significa per te ritornare qui?
“Per me ritornare al Prato Calcio a 5 è motivo di grande orgoglio. La mia avventura nel futsal l’ho iniziata proprio qui, tanti anni fa. Adesso torno da allenatore del giovanile e per me è un grande stimolo, perché dopo avere allenato i miei pari età mi cimento per la prima volta con i più giovani. Il mio obiettivo nel medio periodo è far uscire dall’Under 21 giocatori che possano essere in grado di ben figurare nei campionati nazionali. Mi ha entusiasmato la proposta del Prato C/5 di contribuire a rilanciare il settore giovanile. Quanto ad obiettivi più immediati, punto a migliorare la scorsa stagione ed a lanciare qualche giovane in prima squadra. Pur sapendo che è tutt’altro che facile, sono convinto che i giovani validi ci sono, sta a noi lavorarci bene”.
La nuova squadra è già in allestimento?
“Sì, e sarà una squadra giovane, tutta fatta di giocatori tra il ’96 e il ‘98/’99, in modo da poter impostare un lavoro che abbia una certa continuità negli anni, consentendoci di pianificare la crescita dei giocatori. Anche la Juniores punterà su molti ‘98/2000, per lo stesso motivo”.
A capo del settore c’è ora Lanfranco Corsi, da anni al Prato C/5 e nella scorsa stagione allenatore dell’Under 21.
“Sì, e sono contentissimo che Corsi diriga il giovanile. Era una delle cose che avevo chiesto alla società. Serve una persona capace ed esperta che sappia guidare al meglio quello che è un settore strategico per una società che voglia tornare grande”.

Mirko Carlesi è il nuovo tecnico della Juniores del Prato C/5

Mirko Carlesi è il nuovo tecnico della Juniores del Prato C/5

Mirko Carlesi, classe 1984, è invece il nuovo allenatore della Juniores del Prato C/5. Nelle ultime due stagioni aveva guidato le squadre Juniores ed Under 21 della Cdp Coiano.
Mirko, con quale spirito approdi al Prato Calcio a 5?
“Con tanta voglia di fare. Questa è la squadra che rappresenta la mia città, io sono nato qui e ne sono orgoglioso”.
Raccontaci un po’ dei tuoi trascorsi.
“Ho giocato a calcio, ero centrocampista. Ho fatto anche un anno in Eccellenza, a Montemurlo. Al Prato ero nella Berretti. Ho smesso presto anche a causa dei troppi infortuni. Ho allenato i Piccoli Amici del Prato calcio, bambini di 5/7 anni. Il calcio a 5 mi ha dato subito forti stimoli”.
Quale obiettivo ti poni?
“Per una società con questo palmares e con la prima squadra in serie A2 ci vuole un settore giovanile di elite, di primo livello. Personalmente sono ambizioso. Punto a creare una rosa importante anche nella Juniores, dobbiamo mirare alla vittoria. Nel tempo io e Stefano Tesi vogliamo riuscire a portare qui ragazzi di livello che possano crescere e trovare spazio in prima squadra, come accadeva in passato coi vari Di Lauro, Di Lalla e tanti altri. Lo so che è un compito difficile, ma il lavoro di tutti deve mirare a quello, ed importante sarà anche l’aiuto di tutto lo staff di supporto”.
Com’è il Carlesi allenatore?
“Sono uno che ancora deve e vuole imparare tanto. Non sento di avere già accumulato tutta l’esperienza di gioco necessaria. La mia migliore qualità è che io con i ragazzi ci parlo molto, sono propositivo e coinvolgente”.
A che punto è la creazione della nuova Juniores?
“Alcuni giocatori li abbiamo già ma abbiamo contatti ulteriori e adesso iniziamo i provini. Chi vuole giocare nel Prato C/5 si faccia avanti adesso”.