I mister: “Entusiasmo e collaborazione, ecco il nostro Prato”

duePrima intervista da allenatori della prima squadra del Nuova Comauto Prato C/5 per Cristian Bini Conti e per Mirko Carlesi. I quali spiegano come è nata e come si svolgerà la loro collaborazione, non dimenticando alcuni ringraziamenti.

PRATO. Li incontriamo insieme, come è giusto che sia agli inizi di una lunga stagione che insieme li vedrà condividere tutto, all’insegna della totale collaborazione e delle pari responsabilità. Cristian Bini Conti e Mirko Carlesi, da noi “intercettati” al palazzetto nel giorno dell’annuncio ufficiale che li investe del ruolo di allenatori del Nuova Comauto Prato in serie A2, si sottopongono alla nostra intervista congiunta mostrando il prevedibile entusiasmo di rito ma anche la serenità di chi si sente più che pronto a raccogliere la sfida di una panchina e di un campionato così importanti.
Nella chiacchierata che segue non fa fatica ad emergere anche l’intesa esistente tra i due, maturata nel corso di quest’ultimo anno trascorso al fianco di Suso Rey. Non è un caso che le loro risposte si somiglino, si accavallino, si completino a vicenda. C’è già chi li chiama i “co-mister”, sarà poi il tempo a dirci se questa definizione un po’ ostica prenderà piede. Nel frattempo, proviamo a conoscerli meglio.

Mister Mirko Carlesi è al terzo anno di Prato C/5 (foto Marco Bilenchi)

Mister Mirko Carlesi è al terzo anno di Prato C/5 (foto Marco Bilenchi)

Bini Conti e Carlesi, vi aspettavate questa chiamata? Come l’avete accolta? Con gioia, con paura, come?
“No, la chiamata per la prima squadra del Prato non me l’aspettavo – risponde Cristian Bini Conti, il più ‘anziano’ tra i due con i suoi 45 anni -. L’ho accolta con gioia e con la giusta dose di incoscienza. Paura no, neanche un po’, mai. Le cose le prendo sempre con serenità, mettendoci serietà e professionalità”.
“Per me è una grande opportunità – dichiara Mirko Carlesi, 34 anni il prossimo settembre -. Quando la cosa mi è stata proposta ho detto subito sì, sono occasioni che difficilmente ricapitano nella vita. Mi ci tuffo con tutto me stesso pronto a dare il massimo per fare bene. Io e Cristian siamo ben consapevoli di avere tanto da rimetterci. Ad oggi non possiamo vantare il nome o l’esperienza di tanti altri tecnici, quindi se la squadra vincerà sarà merito dei giocatori, se perderà sarà colpa degli allenatori inesperti (ride, ndr). Sappiamo già che dall’esterno sarà così, ma la cosa non ci interessa”.

Come funzionerà la vostra collaborazione?
“La parola chiave è proprio quella, ‘collaborazione’ – spiega mister Bini Conti -. E’ una parola meravigliosa, vuol dire lavorare insieme e questo noi faremo, curando insieme anche le virgole e tenendo sotto controllo tutta la parte tecnica. Non solo non ci pesteremo i piedi ma essere in due consentirà a noi non professionisti, che abbiamo anche un altro lavoro quotidiano, di garantire insieme il 100% del grande impegno richiesto dal campionato di serie A2”.
“Dovremo pensare e parlare come una sola persona – afferma mister Carlesi -. Condivideremo tutto, naturalmente suddividendoci i compiti. Del resto siamo piuttosto complementari nel nostro modo di allenare. Bini Conti per esempio ha più esperienza di me nella visione d’insieme della partita e nella gestione psicologica dei giocatori, io adoro costruire gli allenamenti. La cosa curiosa è che quest’idea di unire le forze ci era venuta già ad ottobre, al termine della preparazione. Io e Cristian ci eravamo detti che in futuro saremmo andati insieme dovunque. Chi l’avrebbe mai detto che quel futuro sarebbe arrivato così presto, e che quel ‘dovunque’ sarebbe stato la panchina del Prato?”

Cristian Bini Conti, biancazzurro da sempre (foto Marco Bilenchi)

Cristian Bini Conti, biancazzurro da sempre (foto Marco Bilenchi)

La scelta del Prato C/5 di optare per due allenatori pratesissimi sembra non solo un deciso cambio di rotta rispetto al passato ma anche una sorta di orgoglioso ‘il Prato ai pratesi’: “Mi viene da dire ‘finalmente’ – dichiara Carlesi, che biancazzurro lo è fino al midollo -. E questo senza nulla togliere a nessuno, sia chiaro. Da pratesi, per noi questa maglia ha un valore che non si può descrivere a parole, è un secondo cuore che batte insieme al primo”.

Quanto all’idea di gioco che intendono seguire, i due mister non si sbottonano: “E’ chiaro che abbiamo la nostra idea di gioco e che ne siamo molto convinti – afferma Bini Conti -. Tutto però dipenderà dalla rosa che avremo a disposizione. Al riguardo, la società ci sta consultando costantemente e le mosse che si vanno delineando sono convincenti”.

Entrambi i neo-tecnici pratesi, infine, si profondono in ringraziamenti, inevitabili ma molto sentiti: “Il mio primo grazie è per mia moglie Giada, che mi sostiene e mi consente di dedicare molto tempo al mio lavoro di allenatore – afferma mister Carlesi -. Voglio poi ringraziare Suso Rey. Stando insieme a lui quest’anno ho appreso una differente metodologia di lavoro ed un diverso tipo di gioco, da poter confrontare e per certi versi integrare con quello che è il mio bagaglio tecnico. Suso tra l’altro è una gran persona, gli auguro il meglio. Il mio terzo grazie è per tutte le ragazze della Rappresentativa Toscana. A fine stagione ero un po’ giù per com’era andato il nostro campionato di A2, decisamente poco fortunato, e stare a contatto con l’entusiasmo di queste brave giocatrici ha gettato nuova benzina sul fuoco della mia grande passione per questo sport. Era proprio quello che mi serviva per ricaricare le batterie e ripartire di slancio”.
“Anch’io con i ringraziamenti voglio partire dalla mia Nico, che mi dà fiducia e mi concede la libertà di inseguire questa mia passione – dichiara mister Bini Conti -. Io sono al Prato C/5 in varie vesti da numerosi anni, voglio ringraziare tutti gli allenatori che in queste ultime stagioni hanno indossato questa maglia. Con un grazie particolare a Claudio Fiori, che è stato il primo a volermi qui, tanti anni fa. E poi ringrazio Suso, persona stupenda che mi ha lasciato un grosso bagaglio tecnico sul quale lavorare ed al fianco del quale quest’anno sono cresciuto molto. Infine, un grazie a quei giocatori della prima squadra che hanno sempre creduto in me, a tutti i ragazzi dell’Under 21 di quest’anno ed allo staff, con una menzione particolare per Federico Ciabatti e David Bilenchi”.
Immancabile, da parte di entrambi, il grazie alla Società: “Ringraziamo il Prato C/5 che ci ha dato questa opportunità – chiudono Bini Conti e Carlesi -. Il Presidente Apicella e lo staff sanno che daremo tutto per fare il meglio possibile e portare il Prato più in alto che si può. Per farlo ci servirà anche l’aiuto dei tifosi: li invitiamo fin d’ora a sostenerci, sui social ma soprattutto al palazzetto”.

Bini Conti e Carlesi quest'anno erano i vice di Suso Rey, un'esperienza comune che ha cementato la loro intesa

Cristian Bini Conti e Mirko Carlesi, nuovi allenatori del Prato C/5