Il Prato C/5 affronta l’Olimpus di Vinicius Bacaro

suso-reyMatch difficile ed affascinante per il Prato Calcio a 5 di mister Suso Rey, che nella penultima giornata d’andata si reca al PalaOlgiata di Roma a sfidare l’Olimpus (sabato 10 dicembre, ore 16, diretta tv streaming).

Mister Suso Rey è da pochi giorni alla guida del Prato C/5 (foto Bilenchi)

Mister Suso Rey è da pochi giorni alla guida del Prato C/5 (foto Bilenchi)

I biancazzurri dovrebbero riproporre la stessa formazione che sabato scorso ha battuto il Cagliari. Probabile dunque che non vedremo in campo Benlamrabet, ancora non del tutto a posto fisicamente ed assente dai campi di serie A2 da circa due mesi.
L’Olimpus, che punta a risalire la china ed ha tesserato nientemeno che Vinicius Bacaro, subito autore di una doppietta decisiva sabato scorso, è un cliente scomodo per i biancazzurri, che cercano punti per resistere all’assalto in classifica del Ciampino. Bellissima la corsa per meritarsi l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia, con PesaroFano ed Arzignano che, a due giornate dalla fine dell’andata, sono le uniche finora ad aver già conquistato il pass.
Il calcio d’inizio verrà dato alle ore 16. Arbitreranno i Sigg. Marangi di Brindisi e Caracozzi di Foggia; cronometrista il Sig. Giovannangeli di Ciampino. La partita potrà essere seguita in diretta tv streaming gratuita, col link che sarà pubblicato poco prima del calcio d’inizio sulla pagina facebook del Prato Calcio a 5.
“Bacaro è un mio ex compagno di squadra, giocavamo insieme a Latina, sarà stimolante incontrarlo come avversario – afferma il neo-acquisto laniero Enrico Rosati -. Noi dobbiamo seguire la nostra strada, ad Olgiata andiamo per vincere”.
“L’Olimpus lotta per entrare in zona play-off, sarà una partita difficile – commenta il capocannoniere biancazzurro Josiko -. Noi però partiamo sempre per vincere ed anche a Roma sarà questo il nostro spirito. Vincere o perdere sono circostanze del gioco, ma in campo entriamo sempre per dare tutto e per cercare i tre punti. I due nuovi arrivati daranno un grosso aiuto alla squadra. Noi siamo una famiglia, vinciamo e perdiamo tutti insieme. Stiamo lavorando bene, possiamo fare buone cose quest’anno”.
Mister Suso Rey ha avuto una settimana in più per iniziare a plasmare la sua squadra: “Molte cose restano uguali rispetto all’allenatore precedente, perché difendiamo allo stesso modo ed attacchiamo in modo abbastanza simile. Per me per prima cosa la squadra deve avere molto ordine in campo e molta sicurezza dietro. Non deve rischiare di perder palla da ultimo uomo né concedere superiorità numerica agli avversari, e deve tentare di arrivare ad attaccare la porta avversaria il più rapidamente possibile. Voglio una difesa forte per provare a recuperare palla nella zona d’inizio dell’azione avversaria. Contro il Cagliari all’inizio ci è mancata l’elaborazione della manovra d’attacco, eravamo molto orizzontali, con la squadra molto in linea, questo ci ha creato problemi. Non riuscivamo a rubare palloni. Quando abbiamo dato più profondita e ci siamo mossi tra le linee, la squadra ha dato l’immagine che vogliamo dare e sulla quale continueremo a lavorare settimana dopo settimana”.
Mister Rey sa che l’Olimpus è un avversario temibile ma si concentra sulla sua squadra: “In questi giorni abbiamo lavorato per continuare ad organizzare gli schemi di gioco, a livello tanto difensivo che offensivo. Vogliamo tentare di andare a vincere fuori casa, cosa sempre difficile. Speriamo di riuscire a conservare il quarto posto, non per me ma per i giocatori, che se lo meritano, per i dirigenti che lo considerano un obiettivo importante, per i tifosi che vogliono un Prato forte e che dia loro divertimento”.
Mister Rey comunque parla già da biancazzurro doc: “Come tecnico è la prima volta che esco dalla Spagna e posso dire che mi sento come in Spagna, mi sento già come un italiano. L’accoglienza dei dirigenti, dei giocatori e della gente è stata eccezionale. Pensavo che avrei tardato un po’ ad adattarmi e che avrei sofferto di più a non stare con la mia famiglia, invece la verità è che ho già una famiglia qui in Italia. Mi sento molto gratificato”.

Capitan Balestri nelle ultime giornate ha ritrovato la via del gol (foto Bilenchi)

Capitan Balestri nelle ultime giornate ha ritrovato la via del gol (foto Bilenchi)

Serie A2 – Dodicesima giornata (sabato 10.12.2016)
Ore 15
Ciampino-B&A Sport Orte
Milano-Capitolina Marconi
Ore 15,30
Castello-Arzignano
PesaroFano-F.lli Bari
Ore 16
Bubi Merano-Atlante Grosseto
Cagliari-Aosta
Olimpus Roma-Prato C/5

Classifica: PesaroFano 28; Arzignano 26; Milano e Prato 22; Ciampino 20; Merano e B&A Sport Orte 17; Olimpus e Atlante 15; Cagliari 13; F.lli Bari 12; Capitolina Marconi 6; Aosta 3; Castello 2.