Il Prato C/5 paga le troppe assenze

05514e022827309.jpgAncora una sconfitta per i biancazzurri di Coccia, che in Piemonte reggono solo un tempo. L’unico gol biancazzurro è venuto dal giovane Villani. Il commento di Cesare Bernabò. Sabato alle ore 16 all’Estraforum l’ultima d’andata col Blue Orange.

I BASSOTTI-PRATO 6-1
I BASSOTTI: Sfriso, Summo, Costanzo, Pierro, Marchiori, Perella, Buggè, Perino, Cerato, Minchillo, Mendico, Monaco. All. Eboli.
PRATO: Nardi, Oscar, Distefano, Baldacci, Faldi, Russo, Baldassarri, Poggini, Villani, Wellington, Laino. All. Coccia.
ARBITRI: Hager di Trieste e Colombin di Bassano del Grappa; cronometrista Uricchio di Collegno.
RETI: pt 14’08” Costanzo; st 0’41” Perino, 1’33” Buggè, 8’51” Summo, 13’26” Villani, 14’30” Cerato, 19’37” Buggè.
NOTE: ammonito Minchillo; nessun tiro libero.
DRUENTO (TO). La buona volontà non basta: Prato battuto ancora, non vince ormai da sei turni. Era difficile comunque fare di più con una squadra giovanissima e rivoluzionata.

L’articolo di ppf sul Tirreno di ieri:
http://iltirreno.gelocal.it/prato/sport/2013/12/15/news/un-prato-troppo-giovane-cade-6-1-i-bassotti-fanno-man-bassa-1.8308148

Penultima d’andata (sabato 14 dicembre 2013)
Blue Orange-Libertas Astense 4-8
Poggibonsese-Castellamonte 4-0
Futsal Pistoia-Cus Pisa 7-1
I Bassotti-Prato 6-1
Isolotto Firenze-Atlante Grosseto 1-3
Riposa: Bra

Classifica: Bra 24; Astense 23; Poggibonsese 20; Pistoia 16; I Bassotti 13; Atlante 12; Cus Pisa 11; Prato 9; Castellamonte 7; Isolotto 6; Blue Orange 0.

Prossima giornata (ultima d’andata, sabato 21 dicembre 2013)
Atlante Grosseto-I Bassotti
Bra-Poggibonsese
Castellamonte-Isolotto Firenze
Libertas Astense-Futsal Pistoia
Prato-Blue Orange
Riposa: Cus Pisa

Il commento dell’opinionista Cesare Bernabò
ALTRO “COLPO BASSOTTO” AL PRATO: SCONFITTA DI PROPORZIONI TENNISTICHE DEI LANIERI AL PALAVELA
ARIA DI CRISI? TRANQUILLITA’ INTORNO A MR. COCCIA: LA MIGLIORE MEDICINA
di Cesare Bernabò
La decima giornata del campionato cadetto ha evidenziato i nefasti effetti delle irrevocabili sanzioni arbitrali abbattutesi come una mannaia sul non già fortunatissimo team laniero targato Coccia.
C’è poco da dire: da 6 turni il Prato Calcio a 5 del pur valente presidente Apicella non coglie l’intera posta della gara, ossia: i biancazzurri non vincono una partita da un ormai lontano 19 ottobre 2013 (vittoria per 3-1 all’Estraforum con il Pisa).
Certo: l’“infermeria piena” non aiuta, si potrebbe obiettare, ma ogni giustificazione – a questo punto del campionato – apparirebbe, comunque, patetica e scontata come degli inutili saldi di fine stagione.
Nove soli punticini per quei biancazzurri che, alla vigilia del campionato in corso, erano considerati tra le cosiddette favorite, rappresentano oggi un’entità numerica preoccupante in vista soprattutto del match del 15 p.v. in programma all’Estra contro il fanalino di coda Blue Orange: questa è la triste realtà.
I dati numerici indicano, chiaramente, dei Cavalieri disarcionati e poco convinti: 29 goals segnati e 29 subìti, finora, in quasi 10 gare. Un terzo delle partite, tra quelle globalmente giuocate, il Prato C/5 le ha perse con proporzioni di “set tennistico”:
– nella 4a giornata, col Castellamonte: sconfitta (esterna) per 6-4;
– nell’8a giornata, col Futsal Pistoia: sconfitta (esterna, a tavolino) per 6-0;
– nella 10a giornata, con “I Bassotti”: sconfitta (esterna) per 6-0.
Detto tutto questo, penso che – comunque – Mr. Coccia meriti ancara illimitata fiducia da parte della Stim.ma Dirigenza del Prato: questa la migliore medicina per far tornare in sella i nostri amatissimi “Cavalieri”.
Personalmente, ad onor del vero, sin dalla scorsa estate, ero abbastanza scettico circa i pur legittimi sogni di gloria del Prato, ma – giacché ho sempre vissuto nel rispetto di qualsivoglia “gerarchia” – ho solo e semplicemente ringraziato quella sana e Stim.ma Società che, pur avendomi in essa accolto, ha prestato – comprensibilmente – ascolto a voci ben più attendibili della mia.
E’ difficile, oggi, dover descrivere qualcosa di ameno del futsal che più amo, concludendo – però – tenterò di farlo, ricordando in blocco tutti i giovani dell’Under, impiegati (giuoco forza) al PalaVela e che, comunque, hanno tutt’altro che sfigurato in quest’ultima gara!
C’è stato un momento del match nel quale, tra i biancazzurri, soltanto l’ottimo portiere Nardi poteva esser considerato “il fuori quota” di un quintetto giovanissimo che gradirei vedere più spesso impiegato. Con questa simpatica immagine, nel contesto di una sorta di Caporetto del futsal laniero in terra piemontese, attenderei, fiducioso, i Blue Orange di Pistoia, sabato prossimo e…
mi raccomando: accorrete numerosi all’Estraforum e – naturalmente – più che mai, prima, il mio immancabile FORZA PRATOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!
Cesare Bernabò