Il Prato C/5 rilancia: presi i brasiliani Cleber e Rafinha!

rafinha-cleberGrande colpo del Prato C/5, che annuncia l’arrivo di due forti giocatori italo-brasiliani: il portiere Cleber ed il centrale difensivo Rafinha. Lo sfortunato avvio di stagione non ha spento le ambizioni del club laniero, che punta deciso ai play-off.

Gli spareggi-promozione, del resto, distano ad oggi solo quattro punti per il Prato Calcio a 5, ottavo in classifica e voglioso di rifarsi dopo due mesi di delusioni, sfortuna ed episodi controversi. Se la corsa al primato ormai è sfumata, quella ai play-off può e deve ricominciare già da sabato, quando alle ore 16 i ragazzi di Coccia ospiteranno all’Estraforum il fanalino di coda Blue Orange, squadra ligure a zero punti in classifica. Sarà l’ultima partita del girone d’andata, e l’ultima anche per il 2013, col ritorno dalla squalifica di Calamai e Vincentini. Capitan Apruzzese invece rientrerà a gennaio per la prima di ritorno.
Il doppio arrivo di Cleber e Rafinha è intanto un piccolo capolavoro di mercato per la società del presidente Apicella, ed è la conferma che il sodalizio pratese non sta davvero lesinando gli sforzi per provare a puntare in alto.

Rafinha e Cleber, benvenuti a Prato!

Rafinha e Cleber, benvenuti a Prato!

Il ventinovenne Cleber già da qualche settimana era in prova col club biancazzurro, ed alla fine l’accordo con L’Acquedotto, società romana seconda nel proprio girone di serie B, è stato trovato: l’estremo difensore italo-brasiliano arriva a titolo definitivo, e potrebbe debuttare col Prato già sabato.

Cleber con la maglia dell'Acquedotto

Cleber con la maglia dell’Acquedotto

Cleber in passato ha indossato in Italia le maglie di Polignano, Augusta (in A1), Pordenone e Atletico Catanzaro: l’anno scorso in Calabria il portiere è stato compagno di squadra di Wellington. Cleber è nato a Bento Goncalves, Brasile, il 20 giugno 1984. Prima di lui, il Prato nella sua lunga storia ha avuto tra i pali altri due brasiliani: il fenomeno Alexandre Feller e Denis Michieleto.
Il vero colpo a sorpresa è l’arrivo al centro della difesa del venticinquenne Rafinha, che il Prato ha prelevato in serie A2 dall’Augusta, storica avversaria di grandi sfide con i lanieri. Andata avanti sotto traccia per qualche settimana, la trattativa è sfociata alla fine in un sì convinto, con Rafinha che si è detto entusiasta della nuova destinazione e che è arrivato a Prato già questa sera, pronto anch’egli a debuttare sabato di fronte al suo nuovo pubblico.

Rafinha è stato prelevato dall'Augusta

Rafinha è stato prelevato dall’Augusta

Rafinha, il cui nome completo è Cristiano De Souza Rafael, è nato a Concordia, in Brasile, il 19 febbraio 1988. Si tratta di un centrale difensivo che si era già messo in luce con due ottime stagioni nel Futsal Melilli prima di passare in serie A2 all’Augusta. Il giocatore ha anche buone doti realizzative, calciando bene sia di destro che di sinistro.
Ovviamente soddisfatto il tecnico Roberto Coccia: “Ringrazio la società per gli sforzi che sta profondendo e per non essersi lasciata abbattere nonostante i risultati fin qui non siano stati quelli sperati. Con gli arrivi di Cleber e Rafinha proviamo ad arginare le lacune difensive che si sono denotate in questo girone d’andata. I play-off non sono lontani, abbiamo il diritto e il dovere di crederci. Voglio il massimo da tutti, è ancora tutto possibile. E’ un momento cruciale, abbiamo di fronte alcune partite nelle quali dovremo dare la svolta alla nostra stagione. Stiamo facendo di tutto per dare alla nostra città la squadra che merita. Chiedo ai tifosi di continuare a sostenerci. Noi ci crediamo moltissimo, e per arrivare ai play-off abbiamo bisogno anche di tutto il loro entusiasmo”.
Imperativo ora trovare subito l’amalgama e soprattutto ritrovare quella vittoria che manca da sei turni. Come dire: o sabato, o mai più. E allora sempre forza Prato Calcio a 5! E sabato alle 16, tutti all’Estraforum!