Il Prato Calcio a 5 è campione d’inverno

Puffi Prato C5  0023.jpgI biancazzurri di mister Roberto Coccia chiudono il 2014 a +6 sulle seconde. Il campionato tornerà sabato 10 gennaio 2015 con Prato C/5-Sporting Rosta di scena all’Estraforum alle ore 16. Il punto dell’opinionista Cesare Bernabò.

SERIE B NAZIONALE
Undicesima giornata (20 dicembre 2014, ore 16)
Poggibonsese-Rosta 3-2
Città di Massa-I Bassotti 2-5
Elmas-Asso Arredamenti 6-2
Futsal Pistoia-Cus Pisa 6-2
Futsal Sangiovannese-Atiesse 3-4
Prato-Castellamonte 6-3

Classifica: Prato 28; Elmas (*) e Asso Arredamenti 22; I Bassotti 20; Atiesse 18; Futsal Pistoia 17; Poggibonsese e Castellamonte 16; Futsal Sangiovannese 11; Cus Pisa (*) e Città di Massa 7; Sporting Rosta 5.

Prima di ritorno (10 gennaio 2015)
Futsal Pistoia-Asso Arredamenti
I Bassotti-Atiesse
Futsal Sangiovannese-Cus Pisa
Città di Massa-Poggibonsese
Elmas-Castellamonte
Prato-Sporting Rosta

Miguel Permuy, qui ritratto con alcuni bambini della Scuola Calcio a 5 laniera, è il capocannoniere del Prato (foto Bilenchi)

Miguel Permuy, qui ritratto con alcuni bambini della Scuola Calcio a 5 laniera, è il capocannoniere del Prato (foto Bilenchi)

Serie B – I marcatori lanieri
Permuy e Rafinha 11
Balestri 6
Wellington 5
Daga e Simon 4
Apruzzese 3
Bertoldi 1

Oltre la cronaca di Prato C/5-Castellamonte 6-3
di Cesare Bernabò
Un “set” di Futsal che vale una stagione
Anche i valorosi bianconeri del Castellamonte sono stati costretti alla resa nei confronti di un Prato Calcio a 5 che ha ribadito quanto quell’isolata sconfitta di sabato scorso, con un Asso Arredamenti pure ambizioso, fosse stato soltanto un incidente di percorso – normale  – ed eccezione confermante la regola che quest’anno – sin qui – ha voluto i nostri biancazzurri, strameritatamente, al 1° posto.
“Chapeau”, quindi, per i ragazzi di Mr. Coccia, pur mancanti di Rafinha.
6-3, amici ed amiche appassionati di Futsal non è certo punteggio aritmeticamente casuale, ma preciso disegno di un parallelogramma delle forze la cui risultante ideale è: la capacità tecnico-atletica unita all’indiscutibile orgoglio di un gran gruppo autografato da Mr. Coccia.
Matematicamente il match con il Castellamonte ha avuto tutto il gusto e l’intensità di un combattutissimo set tennistico (anche le proporzioni numeriche lo ricordano), prevedente – ahinoi! – il contatto fisico, monitorato entro accettabili limiti della norma dagli arbitri Sigg. Tangi di Monza  e Gennoni di Busto Arsizio. Impeccabile il cronometrista Sig. Maurici di Prato.
Gli equilibri tecnico-tattici a mio modo di vedere – seppure con padroni di casa sempre con il pallino del giuoco in mano – si sono rotti quando il Castellamonte ha persistito nell’usare il cosiddetto portiere di movimento, prestando il fianco al mortifero cecchinaggio balistico avversario.
Cavalieri biancazzurri fortemente determinati con Simon, Daga, Balestri e Permuy su tutti, oltre a quello spiderman coi mezziguanti brasiliano, capace di fermare persino il possente Daniele Granata con un intervento in uscita capace di far volare il numero 19 bianconero come un fuscello al vento, roba che nemmeno Braccio di Ferro dopo una doppia scatola di spinaci ingurgitata avrebbe potuto esibire!
Un abbraccio particolare al capitano Superbeppe Apruzzese che, pur giocando brevi squarci di gara, è andato vicino a segnare ed ha coperto bene; unitamente, fuori dal campo all’Amico e Gran Capo Ufficio Stampa Pier Paolo Fognani, a tutto lo Staff dirigenziale del Prato Calcio a 5 (in primis al Pres. Aniello Apicella ed al Suo Vice – simpaticissimo – Renzo Gualchieri), al D.G. Gaggioli ed al D.S. Angeli, ai cameramen Ginj & Querci, al sorridente e validissimo fotografo Marco Bilenchi, al massaggiatore Rossano Coli, ai Mr. Bini Conti e Corsi, eccellenti Responsabili dell’area Under 21 e… naturalmente a Voi, Car.mi miei 2 o 3 lettori:
Sereno Natale, ovunque voi siate!
L’opinionista Cesare Bernabò