Il Prato Calcio a 5 doma Pistoia: 4-1 nel derby

Prato-Pistoiese 0001Gara intensa e spettacolare. Primo tempo chiuso sullo 0-0. Nella ripresa doppietta di Rafinha e reti di Permuy e Balestri per il Prato e di Panariello per gli ospiti. Espulso Marchiseppe del Pistoia. Pubblico numerossisimo sugli spalti dell’Estraforum.

Il tabellino
PRATO: Biscaro, Casamenti, Brondi, Bertoldi, Poggini, Pucciarelli, Daga, Apruzzese (capitano), Balestri, Laino, Rafinha, Permuy. All. Roberto Coccia. PISTOIA: Gavagni, Migliacci, Cavallaro, Roselli (capitano), Lepori, Panariello, Marchiseppe, Nozzoli, Di Lauro, Dolfi, Rondelli, Sanesi. All. Emiliano Biagini. ARBITRI: Francesco Marinaro di Pinerolo e Stefano Parrella di Cesena (cronometrista Mirco Rossini di Firenze).
RETI: st 4’52″ e 12’36″ Rafinha (PO), 8′ Permuy (PO), 9’59″ Panariello (PT); 15’19″ Balestri (PO).
NOTE: Quintetti base 1° tempo: Biscaro, Bertoldi, Daga, Rafinha e Permuy (Prato); Gavagni, Roselli, Lepori, Nozzoli, Di Lauro (Pistoia). Quintetti base 2° tempo: Biscaro, Bertoldi, Daga, Rafinha, Permuy (Prato); Gavagni, Migliacci, Roselli, Nozzoli, Di Lauro (Pistoia). Time out: pt 9’26″ Prato; 12’35″ Pistoia; st 14’51″ Pistoia. Falli: pt 3-2. Ammoniti Rafinha (PO), Nozzoli e Di Lauro (PT). Espulso Marchiseppe (PT) al 6’02″.

PRATO. Fiato alle trombe Turchetti, direbbe il grande Mike fosse ancora tra noi, fiato alle grida di gioia, diciamo noi, alla fine di un derby appassionante, incerto e combattuto, che non si è fatto mancare proprio nulla, tra pali, occasioni fallite, miracoli dei portieri, eurogol, polemiche e pubblico delle grandissime occasioni. Prato e Futsal Pistoia ci sono arrivate rispettivamente da capolista e da terza in classifica, ed entrambe da imbattute. Il Pistoia sempre vittorioso in trasferta, il Prato reduce da una settimana che chiamare complicata è un virtuosismo eufemistico, vedi caso Wellington. L’hanno spuntata i ragazzi di mister Coccia col punteggio di 4-1, forse un po’ largo per quello che hanno espresso i 40 minuti, ma assolutamente legittimo e meritato. Pronti via e i locali si buttano in avanti, quasi a volersi subito disintossicare dalle scorie dei giorni precedenti. Daga arriva al tiro dopo 9″ sfiorando il palo e Gavagni para da par suo su Bertoldi al 2°. Il Pistoia reagisce quasi subito con Nozzoli, bloccato da Biscaro, e con Di Lauro, in leggero ritardo sull’assist di Roselli. Lo stesso Di Lauro sfiora il gol dell’ex al 5° colpendo il palo a portiere battuto, mentre Daga al 7° sporca una pericolosa punizione di Nozzoli. Superata la metà del tempo, torna a crescere ed a creare il Prato, pericoloso con Rafinha al 12° e, soprattutto, sfortunato due volte consecutive, al 14° con Permuy ed al 15° con Tiago Daga, entrambi fermati dal montante. Al 16° il Pistoia torna a pungere con Marchiseppe, che fallisce una ripartenza assai invitante, ed al 18° ancora legno maledetto per Daga che impreca giustamente alla mala sorte. Tante emozioni ma zero gol e al riposo le due formazioni ci vanno sullo 0-0. Nel secondo tempo i ritmi salgono ancora, ed i primi a farsi pericolosi sono gli ospiti, quando al 3° Migliacci fugge solitario verso Biscaro, il quale, con un’uscita perfetta, salva quello che sembrava un gol fatto. Due minuti più tardi i lanieri liberano bene Rafinha che trova spazio sulla sinistra e lascia partire una mancinata che si infila nell’angolo lontano, fuori dalla portata di Gavagni.

Miguel Permuy segna il gol del 2-0 nel derby (foto Marco Bilenchi)

Miguel Permuy segna il gol del 2-0 nel derby (foto Marco Bilenchi)

In vantaggio, il Prato acquista sicurezza ed al 6° capitan Apruzzese ruba palla, si invola verso Gavagni ma viene steso da tergo da Marchiseppe il quale, inevitabilmente, viene espulso. I due minuti di superiorità sembrano passare senza danni per il Pistoia, ma quando mancano solo 4 secondi al rientro del quinto uomo arancione, Permuy viene pescato solo in area, e lo spagnolo non ha difficoltà a raddoppiare. La rete genera polemiche tra gli avversari, che recriminano per il punto realizzato con Di Lauro a terra per un precedente contrasto di gioco. Tornata la calma si ricomincia a lottare in campo, col Pistoia non domo e che riapre la partita al 10° quando Panariello batte Biscaro da sotto misura. Momento psicologicamente difficile per i padroni casa, ma è Rafa che al 12° toglie le castagne dal fuoco, e le ragnatele dal sette, con un micidiale sinistro di rara potenza e precisione, sul quale Gavagni non può niente, per una realizzazione tanto bella quanto importante. Balestri potrebbe segnare poco dopo, ma da due passi calcia a lato. Il Bale nostro si rifà con gli interessi al 15° sbrogliando un batti e ribatti in area calciando alle spalle del portiere, per il suo primo sigillo stagionale che vale il 4-1. Prova il portiere di movimento la squadra arancione, ma ormai i giochi sono fatti ed il Prato arriva in scioltezza al fischio finale, accolto con enormi festeggiamenti dentro il campo, ed anche fuori da una stupenda tifoseria che ha gremito l’Estraforum come da tempo non accadeva. Presenza massiccia che merita un GRAZIE sincero. Un plauso convinto al Futsal Pistoia che ha ceduto con l’onore delle armi, dimostrandosi degno della posizione che occupa. Per concludere, parafrasando ancora Mike, ALLEGRIAAAAAAAAAAAAAA.  (Aga)