Il Prato espugna San Giovanni e resta al comando

Massa - Prato 1-4 0019.jpgIl Prato C5 vince col punteggio di 3-1 in casa della Sangiovannese. Primo tempo 2-0. Reti laniere di Balestri, Daga e Rafinha. Ioio per i locali. Fair play tra le due squadre uscite tra gli applausi. Allarme Permuy uscito zoppicante.

Il tabellino di Futsal Sangiovannese-Prato:
FUTSAL SANGIOVANNESE: Cerezuela, Alfieri, Rull, Bencivenni, Mantovani, Visconti, Pasqui, Ermini, Ioio, Liburdi, Grisafi, Benassai. All. Toria Mas.
PRATO: Biscaro, Sarti, Brondi, Bertoldi, Poggini, Pucciarelli, Daga, Apruzzese, Balestri, Rafinha, Permuy, Laino. All. Coccia.
ARBITRI: Leonardo Cretaio di Orvieto ed Alessandro Salicchi di Terni; cronometrista Marco Paolino di Siena.
RETI: pt 14’09″ Balestri, 18’03″ Daga; st 4’48″ Rafinha, 16’54″ Ioio.
NOTE: Primo tempo 2-0 per il Prato. Time out: pt 7’34″ Prato, 12′ Sangiovannese; st 16’22″ Prato, 17′ Sangiovannese. Una trentina i tifosi del Prato. Ammoniti: pt 6’56″ Balestri, 14′ Pisconti, 18’14″ Benassai (dalla panchina); st 17′ Pucciarelli. Espulso Liburdi al 18’14″ pt. Al 14’06″ pt Biscaro respinge tiro libero di Pisconti. Falli di squadra: primo tempo 5-6

Il Prato C5 supera anche l’ostacolo Sangiovannese battuta a domicilio per 3-1, ottenendo così la quarta vittoria in trasferta di questo inizio campionato. I locali si presentano senza gli infortunati Ito Gen e Festa, mentre il Prato deve rinunciare al giovane Casamenti, anch’egli acciaccato. L’inizio match é di studio, con la Sangio abile a ridurre gli spazi già di per se esigui, viste le dimensioni del campo. Ci prova Daga al 2°, ma Cerezuela é pronto, come lo é al 6° su conclusione di Apruzzese. Intanto, quasi senza accorgersene, il Prato si carica di falli, raggiungendo quota 5 già al decimo minuto. All’11° si fa male al piede Miguel Permuy, che prova a resistere ma deve arrendersi al dolore, tegola di non poco conto anche in prospettiva futura. Al 12° chance per Daga, stoppato ancora dal portiere, mentre al 14° la partita ha la sua prima svolta. Tiro libero per la Sangiovannese, con bomber Pisconti che va alla battuta, bloccata benissimo da Biscaro il quale, non contento, fa partire il contropiede con Daga che serve un assist al bacio per Balestri che fulmina Cerezuela. Dal possibile svantaggio alla rete dell’1-0, situazione che da fiducia al Prato, anche se i padroni di casa provano a reagire con lo stesso Pisconti, la cui conclusione sibila a fil di palo. Al 18° tiro dal limite di Thiago Daga, astuto velo di capitan Apruzzese e sfera che si infila all’angolino per il punto del 2-0. Al 19° gli arbitri ravvisano una presunta gomitata di Liburdi a palla lontana nei confronti di Daga, fallo francamente non notato da nessuno. Scatta il cartellino rosso e, immediatamente, iniziano le veementi proteste di tutta la Sangiovannese, soprattutto di Liburdi. E qui ecco il gesto di incredibile fair play del Prato C5 che tiene palla senza affondare per tutti i due minuti di superiorità numerica, compresi i 15 secondi della ripresa, meritandosi la standing ovation di tutto il pubblico presente.

Balestri gol
Balestri gol

Ritornata la parità numerica, siamo nel sencondo tempo, la Sangio prova a rientrare in partita e si fa pericolosa due volte con Ermini, al 3° e al 4°, ma in entrambi i casi Biscaro é prontissimo. Al 5° rasoiata improvvisa da quasi centrocampo di Rafinha che sorprende Cerezuela e si insacca all’angolino, prodezza che vale il 3-0. I locali non si arrendono e colpiscono una traversa con Pisconti al 5° e sprecano un minuto dopo una chance con Pasqui. Al 10° ribatte bene in uscita Biscaro su Ermini che calcia a lato il tap in susseguente. Al 17° Ioio ruba palla a metà campo si invola verso Biscaro e lo batte con un fendente sul primo palo. A questo punto il mister di casa inserisce il portiere di movimento per cercare la miracolosa rimonta, ma il Prato si difende bene ed arriva al triplice fischio senza particolari affanni. Finisce così 3-1 per i ragazzi di mister Coccia, vittoria pesante, ottenuta magari senza entusiasmare, ma giocata con grande sagacia tattica, e con la concretezza ed il pragmatismo della squadra di rango. Unico neo l’infortunio che sarà valutato in settimana di Permuy, che così vede a rischio la propria presenza nel big match di sabato prossimo all’Estraforum contro la seconda della classe I Bassotti, vittoriosa anche contro la Poggibonsese. Ultima nota, ma bellissima direi, il grandissimo applauso che lo sportivissimo pubblico di casa ha dedicato alle due formazione durate il saluto finale. (Aga)