Il Prato non vince più, la nave biancazzurra ha perso la rotta

Prato-Isolotto2-2Lenti e prevedibili, i lanieri si fanno imporre il pari dall’Isolotto: è crisi. Grandissima festa e commozione sincera per il ritorno di Andrea Bearzi al PalaPrato, presenti Teste Matte e Gioventù Sconvolta. Gli articoli di ppf, Carotenuto e Bernabò. Ora la sosta.

PRATO-ISOLOTTO 2-2
PRATO: Nardi, Fattori, Distefano, Birghillotti, Calamai, Gensini, Apruzzese, Vincentini, Bugiani, Wellington, Calanna, Laino. All. Coccia.
ISOLOTTO: Cerezuela, Bearzi, Usai, Guerritore, Ceccherelli, Grisafi, Alvino, Folgheraiter, Margutti, Pelegatti, Barsacchi, Renzi. All. Bimbi.
ARBITRI: Tomassetti di Ascoli e Alessandroni di Ancona; cronometrista Zeka di Firenze.
RETI: pt 5’31” Wellington, 6’02” Pelagatti, 11’20” Vincentini; st 15’31” Pelagatti.
NOTE: ammoniti Vincentini, Calamai e Bugiani; nessun tiro libero.

Classifica: Bra 18; Astense 17; Poggibonsese 14; Pistoia e Pisa 10; Prato 9; Castellamonte 7; Isolotto 5; I Bassotti 4; Atlante 3; Blue Orange 0.

Prossimo turno – Ottava giornata
(sabato 30 novembre 2013)
Ore 15
Blue Orange-I Bassotti
Poggibonsese-Cus Pisa
Isolotto-Bra
Ore 16
Castellamonte-Atlante
Futsal Pistoia-Prato
Riposa: Astense

Classifica marcatori laniera
Wellington 9
Vincentini 6
Apruzzese 5
Baldassarri 4
Calamai 2
Birghillotti 1
Gensini 1
Leone 1

Articolo di ppf sul Tirreno di domenica (link al sito del quotidiano)
http://iltirreno.gelocal.it/prato/sport/2013/11/16/news/il-prato-c-5-non-sa-piu-vincere-pari-con-l-isolotto-1.8124793

L’articolo dell’ufficio stampa dell’Isolotto Firenze
L’Isolotto strappa un pari a Prato. grande festa per l’ex Bearzi
di Carlo Carotenuto
Strappa un pari per 2-2 l’Isolotto Firenze all’Estra Forum di Prato nella settima giornata del campionato si serie B. Una discreta partita giocata tra due squadre che hanno onorato in pieno questo derby toscano, sotto gli occhi di tanti appassionati accorsi non solo per la partita ma anche per festeggiare il “ritorno a casa” di Andrea Bearzi, la stella di quel Prato stellare che per quasi un decennio non ha avuto rivali. Un punto importante per la formazione di Samuele Bimbi che fa così un altro passo avanti verso l’obiettivo salvezza.

A festeggiare all'Estraforum è stato l'Isolotto Firenze (foto Carlo Carotenuto)

A festeggiare all’Estraforum di Prato è stato l’Isolotto Firenze (foto di Carlo Carotenuto)

LA CRONACA
Dopo le schermaglie iniziali, con le squadre attente a non sbagliare e come accade in queste situazioni, arriva una leggerezza difensiva dell’Isolotto. Non si capiscono proprio Bearzi e Pelagatti, quest’ultimo viene anticipato dal brasiliano Ribeiro che, a tu per tu con Cerezuela, non fallisce l’occasione: 1-0 Prato. L’isolotto però reagisce e al 7’ Guerritore si invola sulla sinistra e mette al centro un preciso pallone per l’accorrente Pelagatti che con zampata di prima intenzione insacca per il pareggio. L’equilibrio si mantiene fino a quando l’ex di turno Vincentini buca Cerezuela con un potente tiro da fuori dopo una finta secca che mette fuori tempo Pelagatti. Il Prato spinge forte e prova più volte a segnare la terza rete ma Cerezuela e insuperabile prima su Vincentini e poi con l’aiuto sulla traversa sulla conclusione di Gensini.
Inizia la ripresa e sin da subito è Cerezuela show, grande tra l’altro a ribattere su Gensini; risponde Nardi dall’altra parte su Bearzi. Grande occasione poi per il Prato che si vede respingere sulla linea di porta da Margutti una conclusione a botta sicura di Wellington.
Il Prato attacca e Calanna va vicino alla rete per due volte fino a quando Bearzi conquista una punizione che ancora Pelagatti scaglia alle spalle di Nardi per il 2-2. Il Prato non ci sta e si getta a capofitto in attacco ma Cerezuela si conferma in giornata e dice no alla grandissima al sempre pericoloso Wellington. L’ultima occasione è per gli ospiti con Alvino ma Nardi è provvidenziale.
LA FEESTA DEL DOPOPARTITA
La partita termina e al triplice fischio inizia la festa per Andrea Bearzi, “costretto” a spogliarsi per regalare maglia e pantaloncini ai suoi ex tifosi, abbracci e sorrisi da parte di tantissimi. “Oggi devo dire grazie a tutti – queste le parole di un capitan Bearzi uscito letteralmente in mutande a fine partita dal campo – soprattutto ai miei compagni che hanno giocato con uno spirito e una voglia veramente da grande squadra al cospetto di una formazione attrezzata e con dei buonissimi giocatori”. Mentre i gigliati fanno festa nello spogliatoio resta appeso alla rete dell’Estra Forum l’eloquente lenzuolo con la scritta: “Passano gli anni non la memoria, Bea per sempre nella storia”.
Carlo Carotenuto

Il commento dell’opinionista Cesare Bernabò
Commento “oltre la cronaca” del match Prato-Isolotto 2-2
di Cesare Bernabò
Prato… cosa ti succede?
Il  Prato Calcio a 5 è “ammalato”, non gravemente (spero), ma è abbastanza malato.
Inutile nascondersi dietro i se ed i ma: è diventato persino imbarazzante buttar giù due righe senza turbare la suscettibilità di qualcuno a cui, come al sottoscritto – ed ancor di più – prema il futuro di quei “cavalieri biancazzuri” che, prima dell’inizio del campionato, sembravano costruiti e destinati ad una lotta per la promozione – agognatissima – in A2.
La 7a giornata di questo girone A del campionato nazionale di serie B ha ri-esibito quel “Prato incerto” delle precedenti due partite in un Estra – almeno – più “riempito” rispetto all’anno scorso.
A parte i pur legittimi festeggiamenti a Bearzi (degni di S. Rocco) comunque  autore, oltre all’esser stato l’uomo squadra degli ospiti, anche dello svarione che ha portato al vantaggio laniero (col pregevolissimo goal di Welly), si sono viste poche cose mirabili se non le doti balistiche, riconfermate, di Calamai e Calanna, nonché la manifesta pugnacità di Gensini e Vincentini (una traversa per il primo, autore del bellissimo goal del momentaneo 2-1 il secondo).
Prato anche sfortunato: di questi tempi al posto dei goals arrivano i pali o i guizzi dei portieri ospiti. Stavolta alla ribalta è salito l’eccellente iberico Cerezuela.
A proposito di portieri: citerei anche a questo giro Super-Nardi quale vera “icona da copertina” di un’ideale “Speciale Prato Calcio a 5”: autore principale del pareggio finale. Stoico, il riccioluto “baluardo estremo” dei lanieri: con le sue manone incerottate perfettamente e sempre pronte a schiaffeggiar fuori della porta palloni “a destra e a manca” è un vero “gladiatore” dell’area di sua competenza!
Si, dopotutto neanche il pareggio è stato “scippato” ai ns. “biancazzurri” dall’Isolotto, pur considerando le varie occasioni avute dai nostri beniamini ed – ahinoi – dissipate, in parte ed involontariamente anche da coloro che dovrebbero far la cosiddetta “differenza”, ma i quali nomi eviterò accuratamente per questioni di amicizia e rispetto dei ruoli.
Secondo punticino consecutivo del Prato Calcio a 5, dopo le sconfitte con Castellamonte e Bra, posizione di centroclassifica con 9 caselle annerite, immediatamente sotto, proprio, a quel Futsal Pistoia a cui  i lanieri dovranno far visita dopo la sosta di campionato prima di fermarsi ancora a causa del loro turno di riposo. Sabato 30 novembre alla Palestra comunale di Casalguidi (inizio match, previsto: ore 16:00), come dire: “lupus in fabula?”.
Che altro aggiungere?
Non mancate amici sportivi e tifosi del Prato!
ED IL MIO CANONICO E PUR SOFFERTO: FORZA PRATOOOOOO!!!!!!
Cesare Bernabò