La conferma di Campagna: “Fantastico restare qui”

campagna

Il portiere Marco Campagna, classe 1994, è stato confermato dal Prato C/5: vestirà la maglia biancazzurra in prima squadra e nell’Under 21 anche nella stagione 2015-2016. Tutta la sua soddisfazione nella sua prima intervista dopo il rinnovo.

Marco, soddisfatto per la conferma?
Soddisfattissimo. E’ molto bello poter continuare a far parte di questo gruppo proprio nell’anno che segna il ritorno del Prato in serie A2 dopo tanta B. Mister Coccia mi ha parlato chiaro, conosco il mio ruolo, lo accetto ben volentieri e attendo con grandi motivazioni la stagione che verrà.

In porta si passa da Cleber Biscaro a Thiago Perez. Che ne pensi?
Sono entrambi due bei portieri. Il nome di Cleber lo porterò sempre in alto, lui è stato il mio maestro al Prato Calcio a 5. Mi ha insegnato tanto, sia a livello tecnico che sotto il profilo tattico quando ha preso in mano la guida dell’Under 21. Sono contento che, anche se non è più al Prato, Cleber qui abbia lasciato una grande immagine e un gran ricordo di sé. Perez è forte tecnicamente e giovane, contro di noi l’anno scorso ha parato benissimo. Ho visto un portiere di classe, bravo anche coi piedi, tatticamente intelligente. Sono contento che sia arrivato un numero uno del suo livello, mi aiuterà a proseguire nella mia maturazione. Non sono presuntuoso ma ho fiducia in me stesso e credo che se saprò lavorare bene potrò riuscire a giocarmi almeno qualche minuto di serie A2.

Marco Campagna vestirà biancazzurro anche nella prossima stagione (foto Bilenchi)

Marco Campagna vestirà biancazzurro anche nella prossima stagione (foto Bilenchi)

E’ questo il tuo obiettivo per la prossima stagione?
Il mio obiettivo è continuare a crescere, giocare in Under 21 e fare qualche minuto in prima squadra. Sono un ’94, a quest’età non posso certo sentirmi arrivato. Al contrario, so di avere l’età giusta per imparare e crescere ancora. Se dopo ogni allenamento dovrò strizzare la mia maglia madida di sudore, so che potrò pormi buoni obiettivi. Se il mister vedrà che sarò in grado di giocare mi farò trovare pronto, come è successo in serie B. In ogni caso, già fare il secondo in serie A2 è un bellissimo punto di partenza. Sono molto convinto di me stesso ed anche della squadra: i nomi in arrivo sono buonissimi, mi sono già documentato coi video di alcuni dei miei nuovi compagni di squadra e sono molto ben impressionato.

Il tuo rapporto con l’Under 21?
Io sono a disposizione dei mister Coccia, Corsi e Belcanti. So che quest’anno con la prima squadra faremo quattro allenamenti settimanali quindi non so quanto tempo mi resterà durante la settimana, ma seguirò le loro indicazioni. Nell’Under 21 mi trovo bene, l’anno scorso nel girone di ritorno mi è stata assegnata la fascia di capitano e per me è stato un grande onore. E’ vero, è solo il settore giovanile ma la fascia da capitano del Prato non è che la indossano tutti. Quando Cleber mi disse che era mia, mi emozionai molto.

Come hai vissuto la promozione in serie A2?
Sono state emozioni bellissime, mai provate prima. Vincere il campionato di serie B è stato inebriante. A Pisa eravamo andati in tanti sperando nella festa, che poi per fortuna c’è stata veramente. E’ stato indimenticabile. Tutto l’anno è stato pieno di emozioni. Eravamo amici anche fuori dal campo, non facevamo che vederci, uscire, scherzare insieme. Quello che ci ha portato così in alto è stato un grande gruppo che non scorderemo mai. A casa mi sono anche appeso una bella foto che è uscita sul Tirreno: lì siamo tutti insieme, allegri, felici. Indimenticabile. E’ fantastico essere stato non dico protagonista della promozione – perché i protagonisti sono stati altri – ma essere stato parte di tutto questo, essere stato un compagno di squadra sempre pronto se e quando c’era bisogno… Come quando Coccia col Massa mi disse “scaldati”.

Una bella respinta di Marco Campagna (foto Bilenchi)

Una bella respinta di Marco Campagna (foto Bilenchi)

A cosa deve puntare il Prato nella stagione 2015-2016?
Per me alla salvezza. Siamo una matricola, veniamo da otto anni di serie B. Per ripartire in un campionato di questo livello, una salvezza tranquilla sarebbe più che sufficiente. E’ dura perché tra serie B ed A2 c’è un grande salto di qualità. Affronteremo molti giocatori di livello in grado di fare la differenza per le loro squadre.

Che ne pensi di questo Prato così rivoluzionato?
La società ha fatto le sue scelte, e in ogni caso la nuova rosa sta nascendo molto bene. Ovviamente dispiace aver dovuto salutare tanti amici. Per me, come ho già detto, Cleber più che un compagno di squadra era un maestro. Apruzzese era il capitano ed era una bandiera. E poi Laino, Permuy… tutti quanti. Tra parentesi sono convinto che Laino e Apruzzese faranno una grande stagione in C1 alla Lastrigiana, spero di andarli a vedere qualche volta. Sono contento in particolare per Apruzzese: Peppe ha ancora tanto da dare, deve giocare ancora, era troppo presto per lui per appendere le scarpe al chiodo. In C1 un bomber di razza come lui può essere grande protagonista.

Sei anche nella Top 5 dei portieri toscani Under 21, contento?
Molto, ringrazio chi mi ha votato e Palla al Centro. Già l’anno scorso entrai nella cinquina dei Futsal Awards arrivando terzo, quest’anno mi sono confermato nei cinque. E’ una soddisfazione non scontata perché come Under 21 abbiamo fatto una brutta annata. Il nostro girone di ritorno è stato molto deludente, purtroppo eravamo andati giù di morale. Così, ritrovarmi comunque votato dagli addetti ai lavori è un risultato che mi rende soddisfatto di me stesso.

Campagna rilancia il suo impegno nel Prato

Campagna rilancia il suo impegno nel Prato C/5 (foto Bilenchi)