L’orgoglio porta un punto in casa laniera

Un finale all’arrembaggio consente ai biancazzurri di acciuffare il pari sul campo della Poggibonsese: al Bernino il derby finisce 3-3. Lanieri in vantaggio con Calamai poi sotto 3-1, nel finale le reti di Apruzzese e Wellington. Sabato alle 16 Prato-Isolotto.

POGGIBONSESE-PRATO 3-3
POGGIBONSESE: Giannattasio, Conti, Stella, Ionita, D’Amico, Pellegrino, Righeschi, Morganti, Di Maso, Noguchi, Carotenuto, Massari. All. Busato.
PRATO: Nardi, Baldacci, Distefano, Birghillotti, Calamai, Gensini, Baldassarri, Apruzzese, Vincentini, Bugiani, Wellington, Campagna. All. Coccia.
ARBITRI: Pennetta di Pescara e Gentile di Roma 1; cronometrista Giannini di Pisa.
RETI: pt 1’48” Calamai, 11’13” Conti; st 7’16” Conti, 15’27” Righeschi, 16’03” Apruzzese, 18’33” Wellington.
NOTE: ammoniti Apruzzese, Vincentini e Bugiani.
POGGIBONSI. Che bella Poggibonsese! Alla fine del derby, che il Prato riagguanta con un finale tutto orgoglio, resta l’impressione di una formazione valdelsana che viaggia già su ottimi livelli di gioco e di ritmo, e di un Prato ancora alla ricerca di se stesso.
Rispetto alle due uscite precedenti si sono visti meno “disastri”, questo sì, ma la squadra laniera indubbiamente ancora non gira come dovrebbe.
E’ piaciuta e molto invece la formazione del grande ex Cristian Busato, che sta lavorando davvero bene. La sua Poggibonsese è, insieme alla Astense, la squadra più bella del campionato.
I lanieri in avvio si presentano con Calamai recuperato dalla squalifica e senza Oscar, Russo, Leone, Sorbera e Calanna. Assenze di peso tra i locali: sono fuori Farmeschi, Ammannati e purtroppo Mangione per i noti fatti di Pistoia.
L’avvio è laniero: punizione di Calamai, il tocco di un difensore spiazza Giannattasio, altro grande ex, ed è 1-0 dopo 1’48”. La partita è divertente ed equilibrata, con una svolta all’altezza dell’11’: Gensini prova a chiudere un triangolo con Birghillotti che a porta vuota arriva con un soffio di ritardo. Fallito il 2-0, ecco l’1-1: Birghillotti e Nardi non si intendono su una palla alta che sembrava ormai innocua, Conti è lesto ad approfittarne beffando tutti e due (11’13”).
Seguono un paio di minuti in cui il Poggibonsi schiaccia i lanieri: traversa di Conti al 13’, doppia occasione per Pellegrino al 13’34”. Scampato il pericolo il Prato esce dal guscio e coglie un palo con Birghillotti, con decisiva deviazione di Giannattasio (17’).
Nella ripresa meglio il Poggibonsi, che piace anche per l’utilizzo di Noguchi in veste di incursore. Il vantaggio locale arriva al 7’16” sugli sviluppi di una punizione: sulla ribattuta si avventa Conti, autentico “man of the match”, che scaglia il 2-1 all’angolino. Nel frattempo il Prato, al 13’, spende il quinto fallo.
Solo nei 5 minuti finali il Prato reagisce davvero. Al 15’ il pari sembra cosa fatta ma sulla riga un tiro di Wellington viene ribattuto nel mucchio da una mano. Per l’arbitro la mano è di Giannattasio, e mentre il Prato protesta chiedendo rigore ed espulsione Righeschi è già dall’altra parte ad insaccare il comodo 3-1 in contropiede.
I lanieri non ci stanno e piace a questo punto la loro determinazione. Geniale il tocco di Apruzzese per il 2-3 dopo 16’03”.
La Poggibonsese ha il torto di non chiudere i conti: out un tiro libero di Righeschi (16’43”), poi paratona di Calamai entrato in campo come portiere d’attacco.
La prodezza vale il 3-3: lo sigla Wellington, che chiude in rete un bel “dai e vai” con Apruzzese, per la gioia della “Gioventù Sconvolta”, venuta a tifare Prato C/5 anche al Bernino.
Si chiude così un bel derby, che conferma la Poggibonsese nelle sue certezze ed il Prato nei suoi dubbi. Sabato nuova sfida tutta toscana, Prato-Isolotto. Sarà l’occasione per riabbracciare quel grande campione che è Andrea Bearzi, mancano acquisto dell’estate laniera, questo sì, ma sempre e per sempre il Golden Boy che non ci stancheremo mai di ammirare.
Sabato alle 16, allora, tutti all’Estraforum: e sempre forza Prato!