L’ultimo atto è Castellamonte-Prato C/5

Festa-Estra-0398.jpgSabato si chiude il campionato di serie B. Prato in Piemonte senza gli squalificati Simon, Rafinha e Pucciarelli. Restano da assegnare solo il quinto e l’ultimo posto. Permuy si opera a Bologna il 9 aprile. L’occhio di Bernabò.

Decima di ritorno (sabato 28 marzo 2015)
Prato-Asso Arredamenti 5-7
Futsal Pistoia-Atiesse 6-4
Elmas-Cus Pisa 5-3
Poggibonsese-Castellamonte 4-4
Futsal Sangiovannese-I Bassotti 4-5
Città di Massa-Sporting Rosta 4-6

Ultima di campionato (sabato 4 aprile 2015, ore 16)
Sporting Rosta-Calcetto Poggibonsese
I Bassotti-Città di Massa
Asso Arredamenti-Elmas
Cus Pisa-Futsal Pistoia
Atiesse-Futsal Sangiovannese
Castellamonte-Prato

Castellamonte-Prato C/5 di sabato 4 aprile 2014 sarà diretta dai Sigg. Sue Ellen Salvatore di Gallarate e Daniele Biondo di Sesto San Giovanni; cronometrista il Sig. Fabio Siviero di Collegno.
Tutte le designazioni arbitrali:
http://www.aia-figc.it/designazioni/can5/des.asp?gare=94-0-C5B-A

Classifica: Prato 53; Asso Arredamenti 49; Elmas 44; Atiesse 38; Castellamonte 32; Poggibonsese e I Bassotti 29; Futsal Pistoia 23; Futsal Sangiovannese 20; Città di Massa 19; Cus Pisa 16; Sporting Rosta 14.

“Oltre la cronaca” di Cesare Bernabò
“Coll’Asso” biancazzurro: Prato Calcio a 5-Asso Arredamenti 5-7
L’Asso Arredamenti ri-batte il Prato Calcio a 5, stavolta tra le mura laniere dell’Estraforum, con altro risultato di memoria subbuteistica e pure dallo score tennistico. Orfani del sempre sorridente Miguel Permuy, i biancazzurri targati Mr. e Prof Coccia hanno disputato, sabato scorso, l’ultimo match interno all’Estraforum coincidente con la 21ma e penultima di campionato.
Diciamo la verità: nonostante una cornice da brividi, con un pubblico festante striscioni da lacrimoni agli occhi e quelle maglie con i cognomi – contenenti un’immancabile A al loro centro – di tutto lo staff del Prato affissi dietro la porta che reca agli spogliatoi, la “festa biancazzurra” è stata parzialmente sciupata dai quattro montanti colpiti dal Prato Calcio a 5 e da un arbitraggio che oserei definire, eccezionalmente, imbarazzante.
Partita no per i lanieri. L’epico telecronista Pippieffe coadiuvato dal DG Antonio Arben Gaggioli ha tirato fuori dal cilindro l’ennesimo magnifica sorpresa – amareggiato – con l’espressione in diretta: “Togliete la macumba da quel palo!”, alludendo ai quattro legni (o meglio: ferri) colpiti dai biancazzurri.
Un secondo black-out laniero, quindi, nel corso di una “marcia trionfale” durata tutta questa stagione e soltanto da completare sabato prossimo, in terra piemontese col Castellamonte. Il secondo inciampo – isolato – di un’annata ugualmente da incorniciare.
Peccato, però.
Francamente avrei tenuto che i nostri “cavalieri senza macchia e senza paura” avessero battuto gli uomini dello stim.mo Mr. Mura almeno tra le cosiddette mura amiche. Adesso invece, nonostante una grande e giusta euforia per l’A2 conquistata due settimane fa, l’Asso Arredamenti pare esser diventato una sorta di bestia nera per gli uomini di Mr & Prof Roby Coccia.
Con l’occasione di questo consueto commento “oltre la cronaca” saluto e ricordo il nostro DS Mirko Angeli che – scherzosamente – mi ha redarguito per – a suo dire – non averlo mai menzionato nei trascorsi miei scritti di Futsal.
In realtà, in passato, ho celebrato – com’egli merita – il suo perfetto operare nel Gruppo laniero (forse il Ns. simpatico Dirigente era impegnato in altre importanti questioni che lo allontanavano dal leggermi, ma… lo perdono e gli voglio ugualmente bene).
In particolare, sabato scorso, ho apprezzato tanto il nostro DS anche umanamente allorquando si è prodigato assieme al Presidente Apicella per calmare la pur giusta ira di una porzione di tifosi, comprensibilmente “non in sintonia” con decisioni arbitrali comunque discutibili.
Colgo l’occasione di questo spazio concessomi dal Capo Ufficio Stampa Pier Paolo Fognani per ringraziarlo sentitamente di ciò e per le pure emozioni che è stato capace di donarmi e – nel contempo – per avermi fatto sentire – da qualche anno – parte di questa sana Famiglia: espressione ed icona toscana del più sentito Futsal di casa nostra.
Grazie a tutto il Prato Calcio a 5!
Dal Presidente Apicella al Vice Gualchieri, al DG Antonio Arben Gaggioli (grande persona!) al già citato DS Mirko Angeli, al Responsabile Ufficio Stampa ppf (voce ed immagine signorile – da sempre – di un Cuore biancazzurro), al “Prof”, come uso chiamarlo io per la sua sagacia tecnica e competenza, Mr. Roberto Coccia, a tutti i Fantastici Atleti del Team laniero, sino ai silenti e validissimi Cameramen Gali & Querci, agli allenatori dell’Under 21 Biscaro e Corsi, al Gran Bini Conti.
Un saluto particolare a Rossano Coli, un massaggiatore dalle mani fatate e dall’occhio clinico capace di diagnosticare, dal mio anonimo deambulare passato, qualche acciacco che solo accurati esami hanno, poi potuto fornirmi e risolvere.
“Dulcis in fundo”: un sentito Grazie al piccolo Grande Uomo Marco Bilenchi, un fotografo capace di far vivere ogni sua istantanea coi colori della propria allegria, “vis artistica” e competenza professionale.
Un saluto anche a tutti i tifosi ed a quella Gioventù Sconvolta che ha accompagnato il nostro Prato Calcio a 5 in ogni dove e – naturalmente – un Grazie a Voi tutti, Car.mi miei 2 o 3 lettori affezionati, perché il Prato Calcio a 5 in questo gratificante quanto MERITATISSIMO ED AGOGNATO SALTO DI CATEGORIA punta ancora e sempre di più ad entusiasmare e stupire i propri Amatissimi sostenitori ed ha bisogno di loro per ritornare ad essere quel sogno, quell’orgoglio laniero, che ha rappresentato e che vuole tornare ad identificare al meglio.
Tutti in Piemonte per il match col Castellamonte!
La rima è involontaria l’appuntamento è certo e datato: sabato 4 Aprile p.v.
Un abbraccio grande e commosso dal Vs. opinionista e… come citava un famoso finale di una collana di fiabe sonore di un lontano e vicino passato: “C’era una volta… il cantastorie dirà e un’altra favola comincerà”.
Grazie di cuore,
Cesare Bernabò