Nuova Comauto Prato-Ossi, è uno spettacolare spareggio

Laino8Grande attesa per Nuova Comauto Prato-Ossi San Bartolomeo (EstraForum, domani, ore 16): in palio la corsa alla Coppa Italia ed ai play-off. Il Prato saluta Marcos Vinicius ed abbraccia Edoardo Laino e Mattia Veneruso. Match in onda martedì su Nuvola61.

PRATO. Fresco di due vittorie consecutive (tre contando anche la Coppa della Divisione), il Nuova Comauto Prato di Suso Rey ha tutte le intenzioni di continuare la risalita in classifica. Domani all’EstraForum arriva l’Ossi San Bartolomeo ed è un vero scontro diretto per allontanare la zona calda. E’ la penultima d’andata nonché l’ultima partita casalinga del 2017, in palio c’è anche la qualificazione alla Coppa Italia che premierà le prime otto classificate alla fine del girone di andata. Con i play-off che distano ancora solo cinque punti tutto è possibile per i lanieri, che in settimana hanno salutato Marcos Vinicius ed hanno dato il benvenuto a Mattia Veneruso, giunto in prestito dal San Giusto (che ha preso Marco Campagna), ed al portiere Edoardo Laino, cavallo di ritorno proveniente dalla Timec. Il Nuova Comauto Prato C/5 ringrazia la Timec C/5 per aver consentito il ritorno di Laino in biancazzurro.

Con i sardi dell’Ossi San Bartolomeo sarà una grande battaglia sportiva. La matricola sta trovando il passo della categoria e nelle ultime due giornate ha sfiorato il colpaccio con le big Civitella ed Arzignano, confermando la crescita del gruppo di mister Loriga. Sfida nella sfida sarà il grande confronto fra bomber: Juanillo viene dal poker di sabato scorso a Roma, Silon è fresco di tripletta rifilata alla capolista Civitella.

Nuova Comauto Prato-Ossi San Bartolomeo sarà diretta dai Sigg. Ghetti di Bologna e Parrella di Cesena; cronometrista Cinelli di Prato.

MEDIA. Il match potrà essere seguito in diretta streaming sul Prato C5 Channel di YouTube e con i collegamenti radio di Streaming Sport da tutti i campi (scaricate l’App, www.streamingsport.it). Differita domenica sera alle ore 21 sul canale 194 di Toscana TV ed eccezionalmente martedì alle ore 22 sul canale nazionale Nuvola61, con le riprese di Galilej Gjini ed il commento di ppf, Pier Paolo Fognani.

Serie A2 – Decima giornata (penultima d’andata, sabato 9 dicembre 2017)
Carrè Chiuppano-Città di Sestu (ore 16)
Civitella-Atlante (ore 15,30)
Leonardo-Olimpus Roma (ore 15)
Nuova Comauto Prato-Ossi San Bartolomeo (ore 16)
Arzignano-Bubi Merano (ore 16)
Riposa: B&A Sport Orte

Classifica: Civitella 20; Carrè Chiuppano 18; B&A Sport Orte 15; Arzignano 14; Sestu 13; Olimpus Roma 11; Nuova Comauto Prato, Atlante e Bubi Merano 8; Ossi San Bartolomeo 5; Leonardo 4.

Undicesima giornata (ultima d’andata, sabato 16 dicembre 2017)
Atlante Grosseto-Nuova Comauto Prato
Bubi Merano-Civitella
Città di Sestu-Arzignano
Olimpus Roma-B&A Sport Orte
Ossi San Bartolomeo-Leonardo
Riposa: Carrè Chiuppano

Edoardo Laino è tornato in biancazzurro (foto Bilenchi)

Edoardo Laino è tornato in biancazzurro (foto Bilenchi)

“Quanto è speciale questa maglia!”: intervista ad Edoardo Laino

Il Nuova Comauto Prato Calcio a 5 è lieto di annunciare l’arrivo in maglia biancazzurra del portiere Edoardo Laino. Per l’estremo difensore pratese, nato il 7 gennaio 1992, si tratta di un grande ritorno: Laino è stato tra gli eroi della stagione 2014/2015, quella della vittoria del campionato di serie B e della conseguente promozione in serie A2.
Da allora Laino, che al Prato era rimasto tre stagioni, aveva militato per un anno nella Lastrigiana in C1 passando quindi alla Timec in C2, squadra con la quale stava disputando la sua seconda stagione consecutiva.
Il Nuova Comauto Prato Calcio a 5 ringrazia sentitamente la società Timec Calcio a 5 per aver consentito che il ritorno di Laino in maglia laniera divenisse realtà.
Edoardo Laino è già a disposizione di mister Suso; affiancherà Umberto Gelli e Niccolò Buti sotto l’occhio vigile del preparatore Zangirolami e di capitan Perez, fermo ai box perché infortunatosi al legamento crociato.

Edo, raccontaci come è andata.
“E’ successo tutto molto rapidamente. Mi è suonato il cellulare, ho visto sul display che era un numero ‘biancazzurro’ che conoscevo molto bene e sono subito volato con la fantasia. Sarà che sono uno che ci spera sempre ma prima ancora di rispondere stavo già sognando che ci potesse essere un’opportunità per me. Ho risposto e, per una volta, era proprio così. La dirigenza biancazzurra ha speso belle parole per me ed espresso l’interesse a riprendermi al Prato. Mi è stato chiesto se anch’io ero interessato a tornare, ho replicato: ma devo anche rispondere? Sapete già che è un sì! (sorride, ndr) Per me si concretizza quello che è sempre stato un sogno. E’ vero che questa maglia l’ho già vestita, ma tornare ad indossarla è bello proprio come lo è stato la prima volta. Anche solo allenarmi all’EstraForum sarà un’emozione, a più di due anni dall’ultima volta. Tornare a casa è sempre bello. Forza Prato”.

Cosa vuoi dire alla Timec?
“Che è veramente una grande famiglia e che ci lascio il cuore. Li ringrazio tutti, dal primo all’ultimo. Dopo la telefonata del Prato ho chiamato subito capitan Taruffi e sono andato a dirgli di persona cosa mi era successo ed a spiegargli i motivi per i quali non sarei riuscito a rifiutare questa opportunità. Credo che avrei detto di no a qualsiasi altra squadra mi avesse cercato, ma al Prato no. Se mi chiama il Prato il mio sì è immediato. La Timec ha capito e mi ha lasciato andare, non ho parole per ringraziarli. Da qui a fine anno tutti i venerdì, dopo l’allenamento del Prato, andrò a tifare Timec: prima mi sgolavo tra i pali, adesso mi sgolerò dalla tribuna. La Timec sta lottando per un obiettivo importante come la permanenza in C2, potevamo fare qualcosa di più quest’anno ma finora non ci è girata bene”.

Anche il Nuova Comauto Prato è partito piano.
“L’avvio di stagione è stato difficile ma anche molto sfortunato. Le prestazioni recenti fanno capire che la squadra c’è e c’è sempre stata. Nel calcio a 5 è così, il risultato conta molto. Un pallone va fuori di un centimetro e hai giocato male, un altro entra di un centimetro e hai giocato bene. L’importante è stato invertire il trend, adesso dobbiamo cercare di continuare su questa strada. Sabato con l’Ossi è uno scontro diretto, poi abbiamo la trasferta di Grosseto e il match di Coppa in casa del Cornaredo. Sono tutte partite importanti che dovremo giocare al massimo delle nostre potenzialità. Io mi metto a disposizione del gruppo e di mister Suso sperando di dare il mio contributo. So che avrò molto da lavorare per recuperare la condizione che hanno i miei compagni di squadra, in A2 i ritmi sono alti, l’impegno però non mi spaventa”.

Lavorerai a fianco di Gelli e Buti, giocandoti il posto ogni sabato.
“Sì, al palazzetto mercoledì sera ho conosciuto Gelli, non si stava allenando per un fastidio muscolare così abbiamo fatto due chiacchiere. Mi sembra un ragazzo simpatico e in gamba col quale poter collaborare bene. Tra i portieri è normale che ci sia un po’ di rivalità per il posto ma siamo anche i compagni di squadra che sono più vicini, vista la particolarità del ruolo e visto che lavoriamo sempre insieme e spesso a parte rispetto al resto del gruppo. Con Buti e col preparatore Zangirolami ancora non ho potuto parlare perché mercoledì erano impegnati in campo. Spero di divertirmi il più possibile e di giocarmi il posto con sportività, sudandomela come sempre negli allenamenti di tutti i giorni. Non vedo l’ora di iniziare”.

Mattia Veneruso arriva in prestito dal San Giusto

Mattia Veneruso arriva in prestito dal San Giusto