Pareggio doloroso, il terzo posto svanisce sulla sirena

Merano-Prato-0098.jpgClamorosa beffa per i biancazzurri: a sei secondi dalla fine segnano il gol che vale il terzo posto, sulla sirena subiscono la rete meranese che vale di nuovo la quarta posizione finale. Il 15 aprile sarà dunque Arzignano-Nuova Comauto Prato.

BUBI MERANO-NUOVA COMAUTO PRATO 4-4
BUBI MERANO: Romanato, Guerra, Mair, Mustafov E., Trunzo, Lamzand, Mustafov R., Sviercoski, Kane, Mancin, Moretti, Bortoloso. All. Vanin.
NUOVA COMAUTO PRATO: Perez, Fumes, Colzi, Josiko, Mangione, Balestri, Rosati, Morganti, Murilo, Siciliani, Campagna. All. Suso.
ARBITRI: Davì e Maragno di Bologna.
RETI: pt 8’11” Moretti; st 6’37” e 7’17” Balestri, 11’43” Sviercoski, 16’17” Murilo, 18’47” Mair, 19’54” Josiko, 19’59” Mustafov R.
NOTE: ammoniti Trunzo e Fumes; nessun tiro libero; spettatori 150 circa.

Enrico Rosati in azione a Milano (foto Bilenchi)

Enrico Rosati in azione a Merano (foto Bilenchi)

PRATO. Il 15 aprile ai play-off sarà Arzignano-Nuova Comauto Prato: appuntamento al PalaTezze per il quarto di finale in gara unica degli spareggi promozione. I lanieri gettano il terzo posto alle ortiche subendo il pareggio di Rejhan Mustafov all’ultimo secondo. Un suicidio sportivo, ma lo sport è anche questo.
Gran prova del Merano, che tiene fuori per scelta i diffidati Vanin, Beregula, Guga e Manzoni, mentre un Prato piuttosto grigio rinuncia allo squalificato Karaja ed a Benlamrabet.
Deludente il primo tempo laniero, con un paio di chance per Rosati prima del vantaggio locale con Moretti al 9’. Nel finale ancora una chance per Rosati ma anche una bella uscita di Perez.
Nella ripresa Sviercoski centra un palo al 1’ ed una traversa al 4’, poi il Nuova Comauto Prato ha un sussulto, pareggiando con capitan Balestri al 7’. Grande la sua azione personale, bissata quaranta secondi dopo dal gol del 2-1 propiziato da Fumes.
Una palla persa da Josiko diviene il 2-2 di Sviercoski al 12’: eurogol su bolide dalla distanza.
Rosati si fa ipnotizzare da Romanato in uscita al 15’ poi il finale è incredibile.
Al 17’ Josiko da sinistra smarca Murilo che insacca dal limite a fil di palo il 2-3.
Il Merano però ci crede, mette Pedro Guerra portiere d’attacco e pareggia al 18’47” con Mair smarcato a secondo palo.
Entra Balestri portiere di movimento, un paio di rischi su tiri da lontano di Sviercoski poi il gol che sembra quello decisivo. Murilo sfonda a destra e mette in mezzo, Josiko davanti alla riga non può sbagliare ed è 3-4 quando mancano appena 6 secondi e 56 millesimi alla fine.
La gioia laniera viene subito ricacciata in gola. Difesa timida, Guerra imbuca, Rejhan Mustafov pareggia ad un decimo di secondo dal termine. Il pari non serve a nessuna delle due, per i biancazzurri è un vero suicidio sportivo.