Partita pirotecnica e pareggio amaro per il Prato C/5

bil_7728Pareggio amaro per il Prato C/5, raggiunto sul 6-6 dall’Arzignano con un gol (contestato) di Canto a 19 secondi dalla fine. E’ stata una partita pazza ed emozionante. Espulso Major, sei ammoniti tra cui Murilo: salterà Milano.

PRATO C/5-ARZIGNANO 6-6
PRATO C/5: Perez, Iacona, Cachón, Pellegrino, Karaja, Loffredo, Solano, Mecca, Mangione, Balestri, Murilo, Buti. All. Madrid.
ARZIGNANO: Urbani, Canto, Houenou, Negro, Marcio, Rosa, Manzalli, Santana, Amoroso, Major, Yabre, Marzotto. All. Stefani.
ARBITRI: Fratangeli di Frosinone e Tariciotti di Ciampino; cronometrista Puorto di Firenze.
RETI: pt 0’15” Manzalli, 2’12” Yabre, 3’26” Solano, 4’24” Cachón, 5’37” Major, 9’32” Murilo, 11’45” Canto, 12’04” Balestri, 15’49” e 19’07” Murilo; st 11’06” Santana, 19’41” Canto.
NOTE: espulso Major per doppia ammonizione (13’54” st); ammoniti Cachón, Solano, Balestri, Murilo, Manzalli, Santana; tiri liberi Prato 0/1 (Cachón), Arzignano 0/1 (Amoroso); spettatori 400 circa.

Mangione ha avuto una grande occasione per segnare (foto Bilenchi)

Mangione ha avuto una grande occasione per segnare (foto Bilenchi)

PRATO. Finisce tra le polemiche una partita pazza, emozionante, piena di gol, pali, ammoniti, errori, divertimento. Il 6-6 finale vale due punti persi per i biancazzurri di Madrid, raggiunti a 19 secondi dal termine dalla rete dello spagnolo Canto. Il recupero palla che porta al pareggio nasce però da un probabile fallo in attacco, che avrebbe anche portato il Prato al tiro libero.
Il match è stato pazzesco. In avvio Prato col freno a mano tirato ed Arzignano comodamente sul 2-0 con Manzalli che sfonda a sinistra (15 secondi di gioco) e Yabre che insacca una gran rete dalla destra. Dopo 2’12” è 0-2.
Il Prato reagisce. Perez sale in attacco e Cachón smarca Solano per l’1-2. Al 4’24” Cachón sfrutta una palla rubata e pareggia.
Per poco: difesa laniera rivedibile e Major insacca all’angolino il 2-3 dopo 5’37”.
Quinto fallo Arzignano al 9’31”, sulla punizione conquistata da Mecca è Murilo a mettere dentro il 3-3.
Occasioni per Murilo, Mecca ed Amoroso poi Canto, imbeccato da Amoroso, infila il nuovo vantaggio veneto: 3-4 al 12’. Dopo 19 secondi appena il nuovo pareggio laniero. Cachón da sinistra pesca Balestri che impatta.
Palo di Cachón poi il Prato opera il sorpasso: Yabre sbaglia l’impostazione, Murilo gli “fotografa” il rilancio e la palla entra. Quinto fallo Prato al 16’49” poi palo di Murilo. Al 17’40” Perez ribatte un tiro libero ad Amoroso, poi Murilo calcia a lato su appoggio di Cachón. Si rifà subito dopo, Murilo: a 53” dal riposo ruba palla scaricando in porta il bolide del 6-4.
Non è finita: a 27” dal riposo tiro libero di Cachón, ribatte il portiere, Balestri non ci arriva a secondo palo su appoggio di Cachón.
Meno emozioni nella ripresa. Santana al 12’ “buca” Perez che forse vede partire il tiro all’ultimo, poi Urbani si supera (12’58”) su Mangione che spreca. Secondo giallo a Major al 14’ ma il Prato nuovamente non sfrutta la superiorità numerica. Entra Santana portiere ed all’ultimo tuffo ecco il pareggio, contestato e particolarmente amaro per i biancazzurri. Onore comunque a due squadre che hanno saputo dare spettacolo.

a2Prossimo turno – Ottava giornata (sabato 12.11.2016)
Cagliari-Olimpus Roma
Capitolina Marconi-F.lli Bari
Castello-Atlante Grosseto
Ciampino-Bubi Merano
Milano-Prato C/5 (ore 15)
PesaroFano-B&A Sport
Arzignano-Aosta