Perez: “Classifica corta, serve la massima concentrazione”

Prato-Aosta-0098.jpg

Il portierone biancazzurro Thiago Perez guarda alla sfida di sabato a Chiuppano (ore 16), infuocata ultima d’andata: “Loro sono una grande squadra. Noi non dobbiamo pensare alla classifica. Urge tornare a far punti in trasferta”.

Thiago, la vittoria con l’Aosta vi ha lanciato per la prima volta in zona play-off.
Sì, calendario alla mano sapevamo di avere questa grande opportunità, prima della sosta per la nazionale. Eravamo consapevoli che, se avessimo vinto, avremmo avuto forti possibilità di entrare tra le prime cinque. Siamo contenti di esserci riusciti.

E adesso? Guardate più davanti o più dietro, in classifica?
Questo è un campionato in cui la classifica, prime a parte, è molto corta. Noi dobbiamo pensare solo ad una partita per volta. Qui ogni sabato è una finale. Concentriamoci su ogni singolo match e solo dopo mettiamoci a guardare la classifica.

Thiago Perez, portiere del Prato C/5 (foto Bilenchi)

Thiago Perez, portiere del Prato C/5 (foto Bilenchi)

Anche nel 7-1 con l’Aosta è servita qualche tua bella parata.
Nel calcio a 5 il portiere è sempre necessario. E’ per quello che lavoro duramente in settimana, per dare una mano alla squadra quando serve.

La pausa vi ha dato più tempo per inserire i nuovi arrivati.
Sì, è stata utile. Contro l’Aosta sia Lucas che Fusari hanno fatto un ottimo esordio, meglio era impossibile. Lucas è un giocatore che segna sempre tanto e si è subito presentato con una tripletta. Fusari è un giocatore di movimento che dà tanta “gamba”, fa girare la squadra, ed anche lui con l’Aosta ha dato un grosso contributo. Sono due giocatori di un altro livello che ci daranno una grossa mano per la stagione.

Una parata di Perez (foto Bilenchi)

Una parata di Perez (foto Bilenchi)

E adesso l’ultima d’andata sul campo del Chiuppano. Grande avversario, partita difficile e cruciale.
Come ho detto prima è un’altra finale, un’altra grande partita. Sarà un altro sabato nel quale non guardare la classifica e pensare solo a giocare bene. Il Chiuppano è una grande squadra, lo era già l’anno scorso.

All’Estraforum avete ottenuto tre successi di fila, in trasferta venite da tre stop consecutivi. Non sarebbe l’ora di cambiar passo in trasferta?
Sì, se vogliamo pensare ad un obiettivo migliore della semplice salvezza è importante tornare a fare punti anche fuori casa. Sono sicuro che, visto il modo in cui stiamo lavorando, ci arriveremo.