Prato-Asso 5-7. Lanieri k.o. ma quante recriminazioni!

Festa-Estra-0158.jpgI troppi pali e arbitri in giornata no fermano i lanieri. Prime due reti in serie B per Juri Pucciarelli. Due gol anche per Simon e sigillo di Rafinha. Espulsi Rafinha per doppio giallo, Simon e Pucciarelli per proteste.

PRATO-ASSO ARREDAMENTI 5-7
PRATO: Biscaro, Pucciarelli, Pelagatti, Brondi, Poggini, Simon, Daga, Apruzzese, Balestri, Rafinha, Campagna. All. Coccia.
ASSO ARREDAMENTI: Perez, Asquer, Mura, Perra, Serginho, Cocco, Billai, Tallaferro, Spanu, Wilson. All. Mura.
ARBITRI: Rizzo di Marsala e Mariotti di La Spezia; cronometrista Puorto di Firenze.
RETI: pt 6’20” e 17’47” Simon, 8’43” Serginho, 11’20” e 13’11” Wilson; st 2’43” Wilson, 6’19” Cocco, 11’18” e 16’02” Tallaferro, 12’55” Rafinha, 13’46” e 19’34” Pucciarelli.
NOTE: espulsi Rafinha, Simon e Pucciarelli; ammoniti Serginho e Wilson; nessun tiro libero; spettatori 400 circa.

Finisce tra le tantissime recriminazioni e proteste, dentro e fuori dal campo, l’ultimo match casalingo della stagione per il Prato C5, che esce sconfitto per 5-7 per mano dell’Asso Arredamenti, che risulta così l’unica compagine capace di sconfiggere i ragazzi di Coccia, sia in Sardegna che in Toscana. In un Estraforum vestito a festa e con il pubblico, assai numeroso, che ha preparato una bella scenografia per festeggiare la promozione ed omaggiare i propri beniamini, le due squadre appaiono subito decise a darsi battaglia. L’inizio é di marca sarda, con Biscaro chiamato a due parate non semplici nei primi 4 minuti. Poi esce il Prato, pericoloso con Daga e Rafinha e poi a segno al 6° con un eurogol di Simon, frutto di una puntata di terrificante potenza e precisione. Ma un errore in disimpegno permette a Serginho al 9° di ristabilire la parità. Al 10° sfortunatissimo il Prato, prima con Apruzzese sul cui destro Perez compie un vero e proprio miracolo, poi con Daga che, sulla ribattuta, colpisce la traversa piena. Gol non realizzato, gol subito, ed ancora su una palla persa all’11°, stavolta è Wilson a punirci. Subisce il colpo il Prato, e Wilson va ancora a segno al 13° con un tocco felpato, e di classe, a tu per tu con Biscaro. La reazione pratese stavolta c’é ed é veemente: al 15° Perez ancora decisivo su Simon, al 16° é Balestri a fallire di pochissimo il bersaglio ed al 18° grande azione biancoazzurra e tap in vincente ancora di Marcel Simon su tiro di Rafinha. Sul 2-3 il gioco é completamente in mano ai padroni di casa, perseguitati però dalla sfortuna sotto forma di legni colpiti in successione da Rafinha e Simon e con Rafinha che mette a lato a porta sguarnita. Cominciano a sbagliare anche gli arbitri, che interrompono senza apparente motivo dua azioni locali che potevano essere pericolosissime. Si va al riposo con i fischi assordanti del pubblico per queste decisioni. Le presunte ingiustizie, evidentemente, non sono dimenticate dai nostri ragazzi durante l’intervallo, che iniziano la ripresa in maniera meno aggressiva e l’Asso ne approfitta. Al 3° va in gol ancora Wilson ed al 6° è Cocco a siglare un pesante 2-5. Il Prato ci prova, ma si trova davanti un super portiere che dice no prima a Poggini poi a Pelegatti, due conclusioni che già avevano fatto gridare alla rete. Mentre l’Asso Arredamenti é cinico che più cinico non si può relaizzando al 12°, tra l’altro giocando col portiere volante, il gol del 2-6 con Tallaferro. Partita chiusa? Allora non conoscete l’infinito cuore biancoazzurro. Al 13° riapre le speranze Rafinha con un gran destro sul quale il portiere ospite non può nulla. Poi entra in scena un immenso Juri Pucciarelli il quale al 14° spara un gran sinistro che esalta ancora Perez, al 15° riceve l’assist da Balestri ed insacca il  4-6 ma, soprattutto la sua prima rete in serie B: standing ovation. Sembra proprio che il Prato abbia messo  alle corde gli avversari, ma poco dopo gli arbitri non sanzionano un evidentissimo fallo a metà campo ai danni di Simon, tra lo stupore tra l’altro anche degli stessi avversari, e nel contropiede che ne consegue Rafinha commette un fallo che gli costa il secondo giallo e l’espulsione. I ragazzi chiaramente non ci stanno, specialmente Simon che fa anche vedere dove ha subito il colpo, senza comunque trascendere: morale rosso diretto anche per lui e Prato che rimane in 3 contro 5. Inevitabile, in doppia inferiorità, la rete del 7-4 ospite realizzata da Tallaferro. Si rimane comunque con un uomo in meno, riuscendo a resistere agli attacchi dei sardi. Al 19° assist di capitan Apruzzese e Juri Pucciarelli bissa la rete precedente realizzando il 5-7, grande doppietta per lui, alle prime realizzazioni in cadetteria, festeggiata con molta enfasi a testimonianza di una gioia infinita. Ma cosa fanno gli arbitri? Cartellino rosso anche per lui, reo di di troppa esultanza giudicata irriguardosa!!!!! Vabbè, non vogliamo insistere troppo su questi errori arbitrali, tanto più che le giornate storte possono capitare a tutti, anche se oggi ci tenevamo a fare risultato. Rimane comunque la gioia per la storica promozione, condivisa al fischio finale con i soliti immensi, impagabili tifosi, che hanno tributato un lunghissimo e meritato applauso a tutti i ragazzi.