Prato-Asso, la partita della gioia e dell’orgoglio

Pisa-Prato-2-5-0186.jpgSabato 28 marzo ultima partita casalinga della stagione. Prato C/5-Asso è l’occasione per festeggiare insieme la vittoria del campionato, ma è anche la sfida dell’orgoglio: i sardi, secondi, sono stati gli unici a battere il Prato. L’occhio di Bernabò.

Decima di ritorno (Sabato 28 marzo 2015, tutti in campo alle ore 16)
Prato-Asso Arredamenti
Futsal Pistoia-Atiesse
Elmas-Cus Pisa
Poggibonsese-Castellamonte
Futsal Sangiovannese-I Bassotti
Città di Massa-Sporting Rosta

Classifica: Prato 53; Asso Arredamenti 46; Elmas 41; Atiesse 38; Castellamonte 31; Poggibonsese 28; I Bassotti 26; Futsal Pistoia e Futsal Sangiovannese 20; Città di Massa 19; Cus Pisa 16; Sporting Rosta 11.

Classifica marcatori laniera
Permuy 20
Balestri 18
Simon 16
Rafinha 15
Daga 12
Apruzzese 9
Wellington 5
Poggini 4
Bertoldi 3
Pelagatti 1

Alessandro Calamai a Pisa è tornato nei dodici dopo dieci mesi di assenza (foto Bilenchi)

Alessandro Calamai a Pisa è tornato nei dodici dopo dieci mesi di assenza (foto Bilenchi)

L’occhio di Cesare Bernabò
Obiettivo: Asso Arredamenti. 21ma e penultima di campionato: Biancazzurri, ricordate “Famagosta” e prendetevi la rivincita!
Per il Prato Calcio a 5, dopo la promozione matematica guadagnata sul campo del CUS Pisa nella scorsa giornata di una cadetteria condotta con cifre record da Mr. e “Prof.” Roberto Coccia, è adesso il momento di riaffrontare un impegno “coll’Asso” (calembour voluto) tra le cosiddette mura amiche dell’Estraforum.
Il titolo, solo apparentemente da visita psichiatrica urgente (forse ho realmente perso la testa per questa promozione, ma accade in età da andropausa: perdonatemi!), è collegato ad un episodio storico datato 22 Agosto 1570 e durato quasi un anno, allorquando la frazione cipriota, con tutta l’isola in mano alla Repubblica di Venezia, fu cinta d’assedio ed espugnata ad opera dei turchi.
Magari… lungi da me paragonare lo Stim.mo Mr. Mura (che saluto idealmente e col quale mi congratulo per la grande stagione) al sanguinario Lala Kara Mustafà Pascià ottomano, anche perché le cifre del confronto tra le due compagini opponentesi sono ancora quasi tutte in favore dei ragazzi di Coccia, ma la sconfitta patita in quell’indelebile meriggio d’inverno, ebbe – per chi scrive – l’amaro sapore di un “Famagosta” durato un giorno anziché – W il cielo – quasi 12 mesi, quanto, come appena accennato, durò quello storico confronto marittimo e non solo.
Le cifre – dicevamo – sono in genere in favore dei nostri cavalieri del Futsal (punti, partite vinte, differenza reti, gol al passivo) eccetto il numero dei gol segnati (l’Asso ne ha realizzati due in più dei lanieri) e quell’unica partita persa dai biancazzurri proprio contro i sardi alla decima d’andata.
Quell’isolata sconfitta per 5-1 del Prato C/5, unica avvenuta su ben 20 gare di campionate (di cui 17 vinte dai lanieri e 15 dai bianchi e/o rossi dell’Asso Arredamenti), è da riscattare – da subito – questo sabato 28 marzo.
A proposito: chi non tiferà Prato C/5 all’Estraforum fino a consumarsi piedi, mani e voce sarà un infingardo! (scherzo eh? ma non troppo)
Memoria storica, quindi, anche per ciò che attiene l’“excursus” di questo campionato che dovrà accompagnare il Prato Calcio a 5, seppure orfano di quel sorridente campione che è Miguel Permuy, a cercare la vittoria su un Asso Arredamenti che forse non si aspettava, alla vigilia di questo lungo ed estenuante torneo, di dovere sempre stare alle spalle dei biancazzurri.
Amici Pratesi: tutti all’Estraforum, quindi che dire? Stare a casa costa di più? Chi non beve con noi: peste lo colga? Ma no, che c’entra? Un solo grido, un solo empito di gioia dovrà unire tutti coloro in cui alberga un pur minimo orgoglio biancazzurro e farci urlare tutti insieme:
FORZA PRATOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
L’opinionista Cesare Bernabò