Prato avanti 4-1 poi il black-out fatale

pratoc5I lanieri giocano bene per tre quarti di gara ma si sfaldano nel finale, passando dal 4-1 a favore al 5-4 per il Pisa. Risultato sub iudice: il Prato ha presentato preannuncio di reclamo per una presunta irregolarità nei 12 avversari. Il punto di Cesare Bernabò.

CUS PISA-PRATO 5-4
CUS PISA: Iacoponi, Paolicchi, Bassanetti, Trombetta, Cofrancesco, Capuano, Mesa, Vasarelli, Borsacchi, Umalini, Vairo, Romero. All. Lami.
PRATO: Biscaro, Santi, Fattori, Oscar, Calamai, Russo, Poggini, Wellington, Apruzzese, Vincentini, Rafinha, Campagna. All. Coccia.
ARBITRI: Di Luigi e Tiberio di Teramo; cronometrista Giannini di Pisa.
RETI: pt 4’18” e 5’18” Calamai; st 8’25” Rafinha, 9’51” Umalini, 11’04” Apruzzese, 14’01” Vasarelli, 15’51” e 18’21” Umalini, 17’16” Vairo.
NOTE: ammoniti Cofrancesco, Capuano, Borsacchi, Biscaro, Vincentini, Rafinha; spettatori 300 circa.

Terza di ritorno (1 febbraio 2014)
Libertas Astense-Atlante Grosseto 5-2
Castellamonte-Blue Orange 9-1
Isolotto-Futsal Pistoia 4-6
Bra-I Bassotti 3-4
Cus Pisa-Prato 5-4 (*)
Riposa: Poggibonsese
(*) = sub iudice, in quanto il Prato ha presentato preannuncio di reclamo

Classifica: Libertas Astense 33; Bra 30; Poggibonsese 26; I Bassotti 20; Cus Pisa 20 (*); Futsal Pistoia 19; Castellamonte 16; Prato 15 (*); Atlante Grosseto 15; Isolotto 6; Blue Orange 0.

Quarta di ritorno (15 febbraio 2014)
Libertas Astense-Bra
Atlante-Cus Pisa
Blue Orange-Poggibonsese
Prato-Castellamonte (ore 16)
I Bassotti-Isolotto
Riposa: Futsal Pistoia

Pubblichiamo due articoli dell’opinionista Cesare Bernabò. Precisiamo che sono stati scritti prima che fosse noto il reclamo presentato dal Prato C/5.

Riepilogo della 14a di Serie B Gir. A
di Cesare Bernabò
La terza giornata di ritorno della cadetteria di un Futsal nazionale forse non troppo esaltante ed in secondo piano rispetto ad altri ben più importanti temi e problemi climatici, ha – comunque – visto (con la Poggibonsese terza ed a riposo) il balzo in vetta alla classifica della Libertas Astense, (vincente 5-2 con l’Atlante Grosseto) che con i suoi 33 punti allunga, seppur di poco, il passo sull’inseguitrice diretta Bra.
Proprio i giallorossi targati Granata però – e per giunta a casa loro – han beccato un inatteso “uppercut”  dai Bassotti che li pone secondi, giust’appunto alle spalle dei capolista astensi.
Il sorprendente quanto tenace e lodevole Cus Pisa guadagna 3 punti all’interno della propria Struttura Geodetica col Prato c/5 (ma di ciò parlerò più avanti) ed un conseguente 4° rispettabilissimo posto in classifica: “chapeau bas2 per gli uomini di Mr. Nico Lami!
L’Isolotto calcio a 5 perde il suo set casalingo, ehm… – pardon – match casalingo contro il Futsal Pistoia (4-6 il risultato finale) rimanendo la penultima della classe, ma con oltre una pur sempre  rispettabilissima manciatina di punti all’attivo (6, per la precisione) di vantaggio sul fanalino di coda Blue Orange.
Già, come si usa dire: se, a Firenze, l’Isolotto di Mr. e giuocator Bearzi non può certo sorridere, anche Mr. Basta, in quel di Imperia, dopo la supergoleada rimediata “versus” il Castellamonte (così giunto a quota 16 caselle annerite), inchiodato sempre a zero punti, non sprizzerà certo gioia da tutti i pori!

Oltre la cronaca: commento di  Cus Pisa-Prato 5-4
di Cesare Bernabò
IL MALTEMPO FLAGELLA L’ITALIA, LA “NIKEFOBIA” IL PRATO CALCIO A 5!
No, purtroppo non sto lanciando un improbabile spot pubblicitario del prossimo sponsor tecnico del Prato Calcio a 5 (me ne guarderei bene!), ma parlo di ciò che pare far soffrire dall’inizio del campionato ad oggi il Prato C/5 di Mr. Roberto Coccia.
La “nikefobia” (o paura di vincere, dal greco) pare aver investito, da tempo, con l’irruenza di uno “tsunami”, tutto l’intiero team biancazzurro.
Così anche laddove e quando si potesse vincere, patatrac: il Gruppo, sebbene in vantaggio, si appanna, fa a pugni con qualunque avversario invece di giuocare come Mr. Coccia sa bene, si scolla tra i reparti et “amaris in fundo” (permettetemi un latinismo maccheronico che però, spero, rende l’idea) mutua quell’impermeabilità difensiva e “mortiferità offensiva” che tutti conosciamo e subentra, in ogni atleta impegnato, una pura ed attanagliante PAURA DI VINCERE (o “nikefobìa”, appunto) che fa perdere partite vincibilissime, punti ed autostima!
Va detto, ad onor di cronaca, che quest’anno i lanieri del presidente Aniello Apicella non sono mai stati baciati dalla cosiddetta dea bendata, ma oltre ad un’inopinabile sfortuna i biancazzurri si sono spesso andati a complicar la vita in ogni dove: questa è la triste realtà da evidenziare (se amiamo il Prato: ammettiamolo sportivamente ed autocriticamente, ché “Il medico pietoso fa la piaga puzzolente”!).
Premesso tutto questo: i goals biancazzurri di ieri si trasformano in pali e/o traverse, le epiche parate di Nardi si trasformano in goals a Biscaro (seppur bravo e “spettacolare”) e compagni (un po’ distratti), non creano più quel “muro invalicabile” in fase difensiva.
Dei dettagli tecnico-tattici della partita con il Cus Pisa preferisco, però, non parlare, in virtù di quella sana e genuina amicizia che – spero – continuerà a legarmi col valente Mister Roberto Coccia. Anche aritmeticamente il Prato Calcio a 5 non convince: terz’ultimo in classifica, con soli 15 punti in 13 gare giuocate sin oggi, con 51 goals fatti e ben 50 subìti, 4 gare vinte, 6 perse e 3 pareggiate o cosiddette nulle: no comment!
C’è infine da dire, che – fortunatamente per il Prato C/5 – quest’anno retrocede una sola squadra in C1 ma se è vero com’è vero che anche nello Sport, come nella vita, vige in taluni ed estremi casi, soprattutto, un’insana quanto necessaria legge della sopravvivenza, allora – pensando ai pur rispettabilissimi avversari del Blue Orange – il turpe quanto antipaticissimo detto “mors tua vita mea”, seppure dispiaciutissimi per la classifica “avara” nei confronti dei pur validi uomini di Mr. Franco Basta, farà dormire, di qui alla fine del campionato, un pochino più tranquillo il tifoso laniero.
A tutti gli amici sportivi appuntamento quindi per sabato 15 Febbraio p.v. per il match casalingo all’Estraforum (inizio ore 16) con il Castellamonte e…
Forza Pratoooo!!!!
Cesare Bernabò