Prato C/5 alla quarta vittoria esterna consecutiva

Castello-Prato-0149.jpgE’ un Prato brutto ma vincente: decide Rosati a meno di due minuti dalla fine, è il quarto successo esterno consecutivo. In avvio doppietta di Josiko, poi in casa laniera si spenge la luce. Altra grande partita di Perez. Sabato alle 16 Prato-Ciampino.

CASTELLO-PRATO C/5 2-3
CASTELLO: Nicolò, Drago, Miglioranza, Rouibi, Escobar, Margelli, Giordano, Sanchez, Straface, Costa, Salles, Bianchini. All. Giordano.
PRATO C/5: Perez, Iacona, Karaja, Benlamrabet, Josiko, Petri, Mangione, Balestri, Rosati, Morganti, Murilo, Campagna. All. Suso.
ARBITRI: Spinazzola (Barletta) e Aufieri (Milano); cronometrista Lontani di Ravenna.
RETI: pt 3’29” e 4’30” Josiko; st 0’35” e 3’17” Drago, 18’15” Rosati.
NOTE: espulso per proteste dalla panchina Giordano al 19’ st; ammoniti Miglioranza, Rouibi, Salles, Murilo; tiri liberi Castello 0/0, Prato 0/1 (Josiko 0/1); spettatori 100 circa.
SAN LAZZARO DI LAVENA (BO). Stanco dopo i tre big match sostenuti a grandi ritmi in dieci giorni, il Prato soffre le pene dell’inferno per uscire vincente dal PalaYuri. Vittoria contestata peraltro dai locali, che hanno parlato senza mezzi termini di errore tecnico. I biancazzurri, partiti forte e subito avanti 2-0, hanno subito per larghi tratti del match l’iniziativa di un Castello indomito, venendo salvati dal solito ottimo Perez e dalla grande voglia di vincere. Da notare la prova di sacrificio di Murilo, in campo nonostante il persistente dolore ad una caviglia, e di capitan Balestri, vittima alla vigilia di un fastidioso torcicollo. Out per squalifica Fumes, c’è stato il rientro in campo effettivo dopo 4 mesi di Benlamrabet. Nel Castello mancava Cavina per squalifica.
In avvio solo Prato. Josiko impegna Niccolò dopo appena 22 secondi, Murilo centra il palo dopo 1’56” poi, con una pregevole iniziativa sulla destra, porge a Josiko la palla del vantaggio (3’29”). Il raddoppio arriva un minuto dopo ed a siglarlo è ancora Josiko, che mette in porta direttamente su punizione. Festeggia la ventina di tifosi giunta da Prato.
I lanieri provano a gestire il vantaggio mentre i bolognesi si scuotono, il match si fa equilibrato. Perez al 6′ salva sullo spagnolo Sanchez, all’8′ tocca a Nicolò uscire a salvare su Balestri. Al 17′ occasionissima per entrambe le squadre: Nicolò salva sulla riga su tiro di Balestri, dall’altra parte Perez si supera su Sanchez. A 6 secondi dal riposo il Castello chiede rigore per un intervento su Drago, ma Perez entra sul pallone e l’arbitro fa giustamente proseguire.
Comincia il secondo tempo, nel segno del Castello. Drago salta la marcatura di Morganti ed insacca l’1-2 dopo appena 35 secondi, poi un duetto Murilo-Josiko non riesce e dà il via al contropiede che manda in rete ancora Drago: 2-2 dopo 3’17”.
Da qui in poi, equilibrio, con ambedue le formazioni che provano a vincere perché il pareggio non servirebbe né all’una né all’altra. Doppia occasione Castello al 6′, Nicolò su Josiko al 7′, Drago calcia a lato da ottima posizione al 9′, traversa piena di Rosati dopo 9’20”. Al 14’41” il Castello spende il quinto fallo, poi Perez è grande sul solito Drago (16’04”). A 2’26” dal termine mister Suso ci prova con Balestri portiere di movimento.
Si arriva all’episodio decisivo, con la sua notevole coda di polemiche. Il Castello commette il sesto fallo in attacco, dal dischetto dei dieci metri va Josiko. Il tiro libero si stampa sulla traversa, la palla torna in area, Josiko ci mette lo zampino e Rosati insacca da sinistra il 2-3 decisivo. L’arbitro convalida, i bolognesi sostengono l’errore tecnico. La conoscenza della regola è basilare e non possiamo credere che i direttori di gara non la conoscano, crediamo quindi che gli arbitri debbano aver visto un tocco o del portiere o del difensore che era accanto a Josiko. Se questo tocco non c’è stato, siamo di fronte ad un errore arbitrale. Se c’è stato, il gol è valido. Le immagini non sono purtroppo risolutive, quel che è certo è che gli arbitri convalidano subito e che il Castello non ci sta.
Entra subito Escobar portiere d’attacco, il Prato al 18’34” spende anche il quinto fallo cumulativo ma resiste e porta a casa la vittoria. Sabato prossimo Prato C/5-Ciampino, con gli ospiti in gran forma tornati a soli tre punti dai play-off: sarà big match e ci vorrà un Prato molto più in palla di quello grigio visto in campo al PalaYuri.

E' il momento topico del match: Josiko calcia il tiro libero delle polemiche (foto Bilenchi)

E’ il momento topico del match: Josiko calcia il tiro libero delle polemiche (foto Bilenchi)

Serie A2 – Nona giornata di ritorno (sabato 25.2.2017)
Capitolina Marconi-Aosta 7-1
Ciampino-F.lli Bari 5-2
Milano-Olimpus Roma 5-2
Cagliari-Merano 4-2
Arzignano-B&A Sport Orte 4-4
PesaroFano-Atlante Grosseto 10-2
Castello-Prato C/5 2-3

Classifica: PesaroFano 59; Milano 50; Arzignano 44; Prato 43; Olimpus Roma e B&A Sport Orte 37; Atlante Grosseto 36; Ciampino 34; Cagliari e Capitolina Marconi 24; Merano 21; F.lli Bari 17; Castello 9; Aosta 4.

Prossimo turno (sabato 4 marzo 2017)
(Decima di ritorno, quartultima giornata della regular season)

Aosta-Castello (ore 15)
Atlante Grosseto-Cagliari (ore 15)
Capitolina Marconi-PesaroFano (ore 15)
B&A Sport Orte-Milano (ore 16)
Olimpus Roma-Merano (ore 15)
Prato C/5-Ciampino (ore 16)
F.lli Bari Reggio Emilia-Arzignano (ore 17)