Primo stop casalingo per l’Under 21 laniera

U21 Prato-Poggibonsi  0010Il Prato Under 21 si arrende in casa alla Poggibonsese di mister Giannattasio, nuova capolista del campionato. Alla tripletta iniziale di Capezzuoli risponde solo un gol di Sarti. Prima squadra: l’oltre la cronaca dell’opinionista Cesare Bernabò.

PRATO U21-POGGIBONSESE u21 1-3
PRATO: Campagna, Meoni, Djo Irie, Pugi, Santi, Lana, Sarti Brondi, Baldacci, Simoni, Principe. All. Lanfranco Corsi.
POGGIBONSESE: Massari, Amosi, Rotolo, Aquino, Donatello, Giaimo, Diaferia, Targi, Pellegrino, Lanfredini, Pagliarulo, Capezzuoli. All. Nicola Giannattasio.
ARBITRO: Giacomo Callari di Viareggio; cronometrista Daniele Albano di Pontedera.
RETI: pt 14’08”, 16’ e 16’30” Capezzuoli, 19’08” Sarti.
PRATO. Prima sconfitta stagionale casalinga per l’Under 21 del Prato Calcio a 5 che cede 3-1 alla Poggibonsese, nuova regina del girone G. I lanieri sono scesi in campo forse un po’ intimoriti vista la presenza di diversi giocatori giallorossi che sono stabilmente nell’orbita della prima squadra. Mattatore dell’incontro è stato il 21enne Capezzuoli, autore della tripletta che ha permesso al team dell’ex Giannattasio di espugnare l’Estra Forum e di balzare in testa alla classifica in virtù della clamorosa sconfitta del Futsal Sangiovannese a Pisa e del riposo del Futsal Pistoia.
La Poggibonsese è assetata di vendetta dopo la sconfitta per 5-2 al Bernino all’andata. I giallorossi sfruttano al meglio le indecisioni della retroguardia pratese e segnano a ripetizione tre gol con Capezzuoli, di cui due in contropiede, portandosi sullo 0-3 a pochi minuti dalla sirena del primo tempo. Subito il terzo gol, il Prato ha un sussulto e alla prima azione utile, a poco più di 50 secondi dal termine, Brondi innesca Sarti che in diagonale beffa Massari. Si va al riposo sull’1-3.
A inizio ripresa, il pallino del gioco rimane tra i piedi dei giocatori ospiti, anche se il Prato ci prova al 2’ e al 4’ con due conclusioni di Baldacci terminate a lato (la prima sull’esterno della rete dando l’illusione ottica del gol). Al 6’ ci prova Fiorenza dalla distanza, fuori, poi Rotolo e Baldacci non sfruttano le (poche) occasioni create. All’11’ Pellegrino spara fuori da buona posizione. Il Prato nel finale attacca con Pugi nella veste di portiere di movimento, ma riesce solo a costruire un’azione degna di nota a cinque secondi dal termine con un tiro di Sarti terminato alto. Dopo la sosta del campionato in programma domenica prossima (si recupererà Tigullio-Montecalvoli), i giovani di Biscaro e Corsi torneranno in campo domenica 25 gennaio a Chiavari contro il Tigullio. (Marco Gargini)

Risultati 2° giornata di ritorno
Città di Massa-Atlante Grosseto 16-7
Prato-Poggibonsese 1-3
Cus Pisa-Futsal Sangiovannese 3-1
Tigullio-Montecalvoli (si gioca il 18/01)
Riposa: Futsal Pistoia

Classifica: Poggibonsese 24; Futsal Sangiovannese 22; Futsal Pistoia* 21; Prato* 17; Cus Pisa 15; Tigullio* 12; Città di Massa 9; Montecalvoli* 9; Atlante Grosseto 3.
* una gara in meno

Prossimo turno (25/01)
Futsal Pistoia-Cus Pisa
Futsal Sangiovannese-Città di Massa
Atlante Grosseto-Montecalvoli
Tigullio-Prato
Riposa: Poggibonsese

Time-out per mister Corsi (foto Bilenchi)

Time-out per mister Corsi (foto Bilenchi)

“Oltre la cronaca”. Prato Calcio a 5-Sporting Rosta 8-4
dell’opinionista Cesare Bernabò
Dopo il 6-5 dell’andata il Prato Calcio a 5 bissa ed abissa i piemontesi dello Sporting Rosta con un sonoro 8-4, inchiodando i biancorossi ospiti al loro ultimo posto in classifica con soli ed invariati 5 punti all’attivo.
La perigliosa sindrome letargica da rilassamento post-natalizio non ha evidentemente contaminato gli “azzurri” di Mr. Coccia, memore e conscio di essere prima forza di una cadetteria in cui anche un solo passo falso possa risultare alla fine determinante per un ambìto quanto ancora impronunciabile – cosiddetto – passaggio di categoria.
Insomma, lanieri, seppure privi del proprio “Iron” Rafinha, ugualmente determinati e stravincenti con un fanalino di coda combattivo e corretto.
Gli uomini del presidente Aniello Apicella (a proposito: Buon 2015 a tutti!!!) si portano a quota 31 punti, sempre più in alto, come inneggiava un famoso spot pubblicitario di un’altresì nota grappa in passato, ma già sabato prossimo i ns. cavalieri del futsal dovranno vedersela a Poggibonsi con gli irriducibili (seppur settimi con 16 punti) uomini di Mr. Busato, reduci dall’inatteso stop di Massa col suo carico di polemiche.
Tornando al match di sabato scorso, c’è da notare la buona affluenza di pubblico nonostante la concomitanza con un altro appuntamento importante del calcio ad 11 dell’altro Prato.
Con il consueto gran ppf al microfono, coadiuvato nel commento (telecronaca registrata da non perdere ogni domenica sera alle 21:00 sul tasto 194 del Digitale terrestre) dall’altresì gran D.G. e speaker sportivo Antonio Arben Gaggioli, con il D.S. Mirko Angeli, poco più in là della tribuna stampa con una mano sull’iphone e l’altra sulla guida culinaria della Michelin, dalle 16 in poi dello scorso sabato, all’Estraforum si è disputata, per chi non ci fosse stato, una gara intensa e molto godibile.
Sulla legittimità del risultato finale penso sinceramente, non possa porsi alcuna obiezione, come pure sul soddisfacente operato arbitrale.
Da notare il ritorno al goal del capitano Superbeppe Apruzzese, con una doppietta fissata dalle reti siglate dal nostro numero 10 all’11’56” ed al 13’41” della prima frazione di gara.
A Bertoldi il merito di aver aperto le marcature al 7’56”, a Balestri quello di aver mantenuto le distanze col suo gol giunto al 7’13” della ripresa dopo la rete di Golè ad inizio 2° tempo, a Simon quello di aver arrotondato il risultato con un poker di gol comprendente una magia d’alta scuola.
Per contro gli ospiti hanno esibito un buon Golé, autore di una lodevole doppietta, un Caccese un po’ falloso, dei pregevoli Canavese e Gerbo, ma troppo poco per la corrazzata biancazzurra.
La goduria di questo sabato è parziale.
Penso già all’impegno in terra valdelsana che aspetta i lanieri, sabato prossimo contro il temibilissimo Poggibonsi e sinceramente non prevedo per i nostri beniamini in biancazzurro proprio quella che normalmente vien definita una rilassante giratina fuori porta.
Intanto però voglio godermi questi recuperati 6 punti di distacco che ci separano dai nostri diretti inseguitori sardi Elmas ed Asso, senza stressarmi con altre considerazioni inservibili a favorire un ancora lungo cammino degli amatissimi lanieri.
Il commento è finito, se Vi fosse appena piaciuto raccomandatene la lettura ad amici e conoscenti, se – al contrario – vi avesse annoiato, beh: fate finta di niente, evitando, Gent.te, inutili chiacchericci.
Grazie per la Cortese Attenzione; alla prossima.
Cesare Bernabò