Rafinha, l’umiltà del campione: “Piedi per terra”

Prato-Pisa  0012.jpgIntervista a Rafael Cristiano De Souza, per tutti Rafinha. Il centrale difensivo, capocannoniere biancazzurro e trascinatore della squadra laniera, loda lo spirito di squadra e pensa a sabato: “Con l’Asso sarà una sfida molto difficile”.

Un gol, due assist, la solita grande presenza in campo: Rafinha, la tua è stata di nuovo una partita da grande protagonista.
No, non direi. Protagonista è stata la squadra, tutta insieme. Non conta solo Rafinha. Questo è un grande Prato che sta dimostrando il suo valore ogni sabato. Ad ogni esame stiamo riuscendo a fare grandi cose. Ci stiamo togliendo grandi soddisfazioni tutti insieme.

Avete avuto gli arrivi di Pelagatti e Simon, quest’ultimo davvero una stella di prima grandezza.
Simon è un grande giocatore. Scende dalla serie A, sono tanti anni che gioca ad altissimi livelli, ha fatto la storia. Ci darà sicuramente una grande mano là davanti. E’ un grande pivot, un gran giocatore e una gran persona.

Rafinha, già 11 gol segnati in campionato (foto Bilenchi)

Rafinha, già 11 gol segnati in campionato (foto Bilenchi)

Come la vedi la partitissima con l’Asso Arredamenti? E’ la partita dell’anno?
Diciamo che sarà uno scontro diretto, una sfida molto difficile e molto dura a casa loro. Noi dobbiamo avere i piedi per terra perché ancora non abbiamo vinto niente. Bisogna ancora affrontare un gran campionato, lungo e difficile. Dovremo rispettare l’Asso ma anche imporre il nostro gioco, il nostro ritmo. Siamo belli carichi. Questa settimana dobbiamo lavorare ancora per arrivare lì e fare una gran partita contro una squadra che rispettiamo molto.

Sin dal primo giorno hai insistito sulla personalità di questo Prato.
La personalità conta tanto. Siamo una bella squadra, stiamo facendo un gran campionato. Noi rispettiamo i grandi giocatori e le grandi persone che incontriamo. ma al di là di questo dobbiamo imporre il nostro gioco, fare la nostra partita e cercare di vincere.

Il gol del 4-0 di Rafinha (foto Bilenchi)

Il gol del 4-0 di Rafinha (foto Bilenchi)

Per i tifosi sei uno degli eroi della squadra. Come la vivi?
Questo è uno stimolo in più. Porto tutto questo dentro di me. Rispetto tutti e cerco di fare sempre il mio meglio, provo a dare tutta la mia carica in campo. E’ una soddisfazione personale essere così riconosciuto dalla gente che viene a vederci. Cerchiamo di continuare a fare bene questo spettacolo che stiamo facendo e speriamo bene dai, andiamo avanti così.