Rossano Coli massaggiatore, Fabio Baldassarri dirigente

RossanoColi

Rossano Coli sarà il massaggiatore del Prato Calcio a 5 anche nella stagione 2015/2016, la prima di serie A2 dopo 8 anni di serie B. Fabio Baldassarri diviene dirigente accompagnatore della prima squadra laniera.

Nonostante il calore dell’estate non rallenta il lavoro in casa biancazzurra in vista del grande ritorno in serie A2. Molte novità importanti e positive non possono ancora essere annunciate ma già bollono in pentola, qualcuna invece può essere ufficializzata: smessi forzatamente i panni del giocatore, l’ex attaccante laniero Fabio Baldassarri resta nella grande famiglia biancazzurra assumendo il ruolo di dirigente accompagnatore della prima squadra.

Fabio Baldassarri sveste i panni di giocatore per indossare quelli di dirigente (foto Bilenchi)

Fabio Baldassarri sveste i panni di giocatore per indossare quelli di dirigente (foto Bilenchi)

E’ stato inoltre rinnovato l’accordo con lo “storico” massaggiatore laniero Rossano Coli, che sarà in biancazzurro anche nella stagione sportiva 2015/2016.
E’ proprio con Coli che abbiamo scambiato quattro chiacchiere in occasione del suo atteso rinnovo.

Rossano Coli, il Prato Calcio a 5 sarà nelle tue mani anche nella stagione del grande ritorno in serie A2. Emozioni particolari?
Sembra una frase fatta ma dopo tanti anni è bello tornare ad assaporare una categoria di grande livello. Io ho avuto la fortuna di provare già certe emozioni, ma ritornare ad avvertire queste sensazioni, questo brivido, è molto stimolante. E poi mi piace l’atmosfera che si respira nel Prato Calcio a 5. Io penso che con lo spirito che sto vedendo potremo fare bene in campionato. Sono pronto a dare il mio contributo.

Un contributo importante e destinato a supportare una squadra per tanti versi davvero nuova: che ne pensi di questo Prato rivoluzionato?
Sono certo che mi troverò bene e che tutti insieme ricreeremo un bel gruppo. I nuovi ovviamente devo ancora conoscerli, ma col mio carattere so già che non sarà un problema andare d’accordo. Sono più di vent’anni dalla prima volta che ho seguito il Prato Calcio a 5, e la mia passione è quella di sempre. Tecnicamente posso dire di essere nato nel Prato. Non era una strada che pensavo di percorrere ma mi ci sono trovato e dopo tutti questi anni mi sento anch’io parte di questa storia, che per me è iniziata ai tempi eroici e lontani della pizzeria ET. Si può dire che io questa squadra l’ho tenuta tra le braccia appena nata, e adesso vederla ritornare in alto dopo tanti anni mi dà delle sensazioni così particolari che sono anche difficili da descrivere. Sono contento ed emozionato di tornare col Prato in A2, gli anni passano ma io quel particolare brivido biancazzurro lo provo sempre.

Rossano Coli sarà il massaggiatore del Prato C/5 anche nella stagione 2015/2016 (foto Bilenchi)

Rossano Coli sarà il massaggiatore del Prato C/5 anche nella stagione 2015/2016 (foto Bilenchi)

Tra i tanti tuoi ricordi qual è il più bello?
Sono troppi, non posso citarne uno solo, è tutto un insieme di sensazioni. Mi basta incrociare un attimo il nostro addetto stampa ppf che i ricordi affiorano da soli a raffica. Siamo quasi nati insieme con questa squadra e adesso siamo per così dire i reduci del vecchio Prato Calcio a 5.

Che stagione ti aspetti?
Una stagione senza dubbio impegnativa, perché risaliamo in serie A2 dopo 8 anni passati sui campi della serie B. Ma sta proprio lì il bello della sfida, per crescere bisogna alzare sempre l’asticella. Mi aspetto un ottimo spogliatoio e che si ripeta la magia del grande affiatamento giocatori-dirigenti-staff-tifosi, che è un po’ il segreto del Prato Calcio a 5 e che dovrà consentirci di goderci questo tostissimo campionato di A2. Si respirano tanta voglia e tanto entusiasmo, speriamo di poter essere la rivelazione dell’anno. Ad ogni modo, la dirigenza punta alla salvezza, che ritengo un obiettivo giusto e raggiungibile. Gli acquisti fatti ed i rinnovi siglati hanno dato vita ad una squadra che sulla carta è ben equilibrata.

Rossano Coli in campo con i fidati attrezzi del mestiere (foto Bilenchi)

Rossano Coli in campo con i fidati attrezzi del mestiere (foto Bilenchi)

A proposito di storia del Prato Calcio a 5, al timone della squadra ci saranno Roberto Coccia ed il rientrante Giuliano Di Giosio.
Due nomi, due certezze. Roberto sono due anni che dimostra di essere un allenatore coi fiocchi. Quello di Di Giosio è un ritorno fantastico. E’ una persona che stimo moltissimo, che ricordo come un grande giocatore ed un grande uomo. Sarà utile, oltre che sotto il profilo tecnico-tattico, anche dal punto di vista dello spogliatoio.

Anche tra i tifosi è ormai da un po’ che la passione sta montando.
Sì, i tifosi sono tornati ad appassionarsi e con la serie A2 mi aspetto da loro ancora di più. Sono sicuro che ci seguiranno sempre più numerosi garantendoci grande sostegno. Quando eravamo in serie A1 i palazzetti li abbiamo riempiti, il nostro straboccava ed a volte abbiamo dovuto chiudere le porte e tenere la gente fuori perché non c’era più spazio neanche per uno spillo. Se tornano quei numeri e quella passione… ci siamo capiti.