Sabato alle 15 Aosta-Prato C/5, le designazioni arbitrali

Prato-Capitolina-0002.jpgUfficiali le designazioni arbitrali della quinta giornata di ritorno: Aosta-Prato C/5, sabato alle ore 15, sarà diretta da Morabito di Vercelli e Pasquino di Nichelino. Rientra Murilo, dovrebbe farcela anche il febbricitante Rosati. Il punto di Bernabò.

Il Prato C/5 versione 2016/2017 (foto Bilenchi)

Il Prato C/5 versione 2016/2017 (foto Bilenchi)

Sono ufficiali le designazioni arbitrali della quinta giornata di ritorno in serie A2, che si giocherà questo sabato 4 febbraio 2017. La sfida tra Aosta e Prato C/5 avrà inizio alle ore 15 e sarà arbitrata dai Sigg. Morabito di Vercelli e Pasquino di Nichelino; cronometrista il Sig. Uricchio di Collegno.
Designazioni: http://www.aia-figc.it/designazioni/can5/des.asp?gare=94-0-5A2-A

In vista del match del Montefleury di Aosta mister Suso recupera dalla squalifica Murilo, ex di turno, e conta di avere in campo anche Rosati, fermo ai box tutta la settimana per un forte stato febbrile.

Nel girone sono stati intanto squalificati per una giornata i giocatori Piaz e Lopez (Cagliari), Dall’Onder (Ciampino), Amarante e Salerno (F.lli Bari).

Serie A2 – Quinta di ritorno (sabato 4.2.2017)
Ore 15
Milano-F.lli Bari
Capitolina Marconi-Olimpus Roma
Aosta-Prato C/5
Ore 15,30
Castello-Cagliari
PesaroFano-Ciampino
Ore 16
B&A Sport Orte-Atlante Grosseto
Arzignano-Merano

Classifica: PesaroFano 44; Arzignano 37; Milano 35; Prato 34; B&A Sport Orte e Atlante 30; Olimpus 28; Ciampino 27; Merano 21; Cagliari 17; Capitolina Marconi 14; F.lli Bari 13; Aosta 4; Castello 3.

Tutta la grinta di mister Suso Rey (foto Bilenchi)

Tutta la grinta di mister Suso Rey (foto Bilenchi)

“Oltre la cronaca” di Cesare Bernabò
Impressioni sul match Prato C/5-Capitolina Marconi 3-0
E’ sempre difficile commentare un incontro quando, al solo ripensarci, dei brividi percorrono irrefrenabilmente la tua schiena. Prato C/5 Versus Capitolina Marconi è stata una partita che – sotto questo aspetto emozionale – è quasi impossibile connotare seguendo i canoni di un qualsiasi incontro dei sabati in cui i biancazzurri giocano all’Estraforum.
Sì, “impressioni sul match”, come ho titolato il mio umile commento “oltre la cronaca”, quei momenti indelebili di vita vissuti talmente intensamente e con trasporto sentimentale da entrare, quasi, “in trance”.
Duecento spettatori e oltre, per seguire questo incontro che proponeva come fulcro iniziale dell’evento la premiazione con targa all’immarcescibile Andrea Rubei, una delle icone di un epico Furpile Prato C/5 degli anni Duemila che mi teneva sveglio per assistere ad entrambe le gare registrate in palinsesto notturno.
Brividi, come ho detto all’inizio di questo mio report, all’Estraforum, eppoi ancora forte emozione per il minuto di silenzio pre-gara, per ricordare “coloro che non sono più”, vittime di un’assurda sciagura verificatasi – paradossalmente – in un luogo deputato ad un sano divertimento o ad un relax, poi l’incontro tanto atteso.
E’ stato il Balestri’s day, ma anche il Rosati’s day, come il “giorno di grazia” per Perez, autore di almeno tre parate prodigiose (sebbene lui pari sempre benissimo).
Bene anche Mangione, autore anch’egli di un bel goal sottomisura, al 14’.
Insomma in questo meriggio infinito di Futsal niente è mancato all’appello: gioco, velocità di rotazione palla, emozioni per tutti i gusti (peraltro anche 3 pali avversari) ed ovviamente un bellissimo Futsal davvero, perché – abbiamo il coraggio di dirlo – così bene si gioca, forse, soltanto in Paradiso.
Biancazzurri col cosiddetto “pallino del gioco” sempre in mano dal 1’ al 40’, giù il cappello per i saluti finali al Grande Mister Suso, capace di prendere per mano questo incredibile Gruppo del Futsal più prestigioso e di aver fatto recuperare a tutti i suoi uomini quell’antico spirito di un orgoglio mai persosi.
Sabato prossimo (adesso che posso inventarmi per conchiudere quest’ennesimo commento)… ma sì: costi quel che costa… TUTTI AD AOSTAAAAAAA!!!! (Sì lo so che la frase è sgrammaticata, ma il Prato val pure una figuraccia del proprio opinionista, no?)
E’ tutto, o almeno spero che possa bastare ai miei Amici tifosi, per poter urlar con loro, il mio canonico, arcinoto, ormai consueto
Forza Pratooooooo!!!!!!!!!
L’opinionista Cesare Bernabò