Sabato alle 16 torna la serie B: Elmas-Prato C/5!

Massa - Prato 1-4 0003.jpgPer la prima volta dai tempi della serie A1 il Prato C/5 torna a giocare in Sardegna: sabato per la quarta giornata c’è la supersfida in casa dei cagliaritani dell’Elmas. Sarà la giornata dei derby. Ecco la rubrica “L’occhio di Cesare Bernabò”.

Serie B – Quarta giornata (sabato 1 novembre 2014)
Ore 15
Atiesse-Asso Arredamenti
I Bassotti-Castellamonte
Ore 15,30
Cus Pisa-Città di Massa
Ore 16
Elmas-Prato C/5
Futsal Pistoia-Poggibonsese
Futsal Sangiovannese-Rosta

Classifica: Prato, Castellamonte e Pistoia 7; Futsal Sangiovannese, I Bassotti, Atiesse e Elmas 6; Poggibonsese 4; Asso Arredamenti 3; Sporting Rosta, Città di Massa e Cus Pisa 0.

Elmas-Prato C/5 si giocherà con inizio alle ore 16 al Palasport Roberto Melis di Elmas.

Elmas, in provincia di Cagliari (fonte: wikipedia)

Elmas, in provincia di Cagliari (fonte: wikipedia)

“L’occhio di Cesare Bernabò”
Obbiettivo Elmas 01 Calcio a 5”: un quintetto di “vespe” pericolosissimo tra quell’arnia di “mura amiche”
Elmas, fiabesca frazione di costa sarda immersa in una paesaggistica “da cartolina” – nel cagliaritano -, mèta agognata per alcuni fortunati vacanzieri amanti del più bel mare nostrano e dei cibi succulenti, si trasformerà sabato prossimo in una “terra di fuoco” perigliosissima per i biancazzurri di Mr. Coccia.
Con i suoi oltre 9.000 abitanti per 13,7 Kmq, Elmas conserva il fascino ultra remoto di una marcata memoria preistorica. Alcuni resti archeologici fanno risalire il luogo al “neolitico” ed in particolare entro margini temporali della cosiddetta “civiltà nuragica”.
A beneficio degli amanti del cenno storico aggiungerò solo che – percorrendo un enorme passo avanti nel corso del tempo – ritroviamo il “ripopolarsi” della “villa del Mas”, da cui può derivare l’attuale nome di Elmas, dopo la battaglia di Lucocisterna (1324), nel cosiddetto “basso Medioevo” (quello più vicino a noi).
Divenuto Comune autonomo nel 1839, Elmas rimase praticamente sotto l’egida cagliaritana dal 1937 sino al 1989, allorquando ottenne la sua attuale indipendenza dal capoluogo che da essa dista, circa, 8 km.
A chi ne avesse il tempo consiglio un salto alla suggestiva chiesa di Santa Caterina di Semelia (XI secolo), proprio dietro l’aeroporto.
Oltre a ciò: la terza trasferta del Prato Calcio a 5 deve prendere il volo giust’appunto oltre il cosiddetto ns. “continente” (come si suol dire in Sardegna), per raggiungere, senz’altro, un “caldissimo” Palazzetto dello Sport  di Elmas (capace di 500 posti) il quale “gommato” non misura oltre i 34 mt x 39.
Mr. Coccia, da profondo conoscitore di futsal ed ex gran giocatore di calcio a 5 sa bene quanto lontano da casa ci sia da soffrire in partite come questa, perciò confido molto nella sua comprovata esperienza ed in dovute e cautelanti, cosiddette, contromisure.
Il presidente dei gialloneri, Sig. Montisci, dopo un ottimo approdo alla cadetteria, grazie anche e soprattutto al lavoro del Mister e capitan Pintauro, ha allestito un gruppo che potrà giuocare l’intiero campionato da protagonista, come – credo (e facendo i dovuti scongiuri per le toscane) – il Prato Calcio a 5, la Poggibonsese ed il Castellamonte (piemontese).
I lanieri partono per Elmas primi in classifica, virtualmente appaiati al Futsal Pistoia ed al Castellamonte, in realtà terzi per differenza reti.
Per contro i padroni di casa gialloneri sono quarti, con i loro bravi 6 punti, ma convinti di poter far risultato pieno con il pur temibile Prato Calcio a 5.
Mi son permesso – scherzosamente, con gran stima e simpatia verso la rispettabilissima compagine sarda – di definire l’ensemble nel titolo “quintetto di vespe” richiamandomi, con evidente calembour, al colore delle peraltro belle monture dei sardi, ma è certo che – divise a parte – da una validissima formazione impreziosita con due “davanti” del calibro di Fischer e di Mietto, qualche “punzecchiatura” ci sia da aspettarsela davvero! (toccando tutti i metalli, compresi “quelli umani”, s’intenda!). Come dire… “Attenti a quei due!”.
Infine – portiere – c’è quell’Orani “spiderman” capace di parare anche le mosche “al volo”, come già mostrato con la Poggibonsese sconfitta dai sardi proprio sabato scorso, grazie – anche – ai suoi soliti interventi prodigiosi.
Quindi… preparatevi ad “allacciarvi le cinture” Signore & Signori Car.mi, appassionati di Futsal nostrano, perché un’occasione così per seguire il Prato Calcio a 5 e godere del sapore e dei profumi dell’ospitale e quasi impareggiabile “Terra sarda”, anche per poche ore, non si presenta – certo – tutti i giorni!
Ah, superfluo aggiungerlo ma per chi – come me – non amasse troppo volare, c’è sempre la possibilità di usare auto e  traghetto.
Se ci sarò? Ma certo: come sempre – scaramanticamente – solo con il pensiero, tributando ai biancazzurri il mio ormai canonico, rituale e – spero – propiziatorio urlo:
Forza Pratooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!
(Che Dio ce la mandi buona!)
Cesare Bernabò