Schacker grande protagonista della vittoria di Zanè

Cagliari-Prato-0101.jpg

Sabato il centrale biancazzurro ha messo il suo zampino in tutti i momenti decisivi: autore dei primi due gol, Jean Michel Schacker ha inoltre causato l’espulsione di Alemao ed avviato l’azione del definitivo 3-2. L’intervista.

Jean Michel Schacker è stato un grande protagonista nella vittoria contro la Menegatti Metalli (foto Bilenchi)

Jean Michel Schacker è stato un grande protagonista nella vittoria contro la Menegatti Metalli (foto Bilenchi)

Schacker, sei stato anche goleador in una partita incredibile.
Sì, sono contento. Sono sempre contento di poter dare il mio contributo, poi se il gol arriva bene, l’importante è la vittoria, la prestazione del gruppo. Questa è stata un’altra vittoria importante.

Ad un certo punto non sembravate in grado di vincerla.
Sì, la partita era molto combattuta, molto difficile, come del resto lo sono tutte quest’anno. Era un match abbastanza complicato, sul 2-1 lo è diventato ancora di più, ma alla fine anche con un po’ di fortuna siamo riusciti a pareggiare e poi con l’uomo in più a vincere. Il merito è soprattutto del gruppo.

Hai capito subito che il tiro del tuo 2-2 era entrato?
Io sì, me ne sono reso conto subito, poi però ho visto che tutti quanti si erano fermati e questo per un istante mi ha messo un po’ di dubbio. Colpa del fatto che la palla ha preso il palo interno, poi è rimbalzata contro il palo dall’altra parte ed è uscita. Ma io sapevo che era gol.

Doppietta per Schacker a Zanè (foto Bilenchi)

Doppietta per Schacker a Zanè (foto Bilenchi)

Negli ultimi 46 secondi avete dimostrato personalità nel non voler gestire il pareggio appena riacciuffato.
Con l’uomo in più dovevamo provare a vincere a qualsiasi costo. Alemao si è fatto espellere in modo molto ingenuo, a quel punto con tutti quei secondi da giocare dovevamo provarci in tutti i modi e ce l’abbiamo fatta.

Nel primo tempo avreste potuto chiudere in vantaggio, nella ripresa avete avuto meno occasioni.
Siamo entrati in partita con un atteggiamento un po’ più difensivo del solito, proponendoci di essere aggressivi a metà campo e di provare a segnare in ogni occasione da rete. Sull’1-1 abbiamo avuto una chance molto chiara con Pagnussatt ma il portiere ha fatto un bell’intervento, poi c’è stato anche il mio secondo tiro libero su cui Bastini ha fatto una bella parata in spaccata. Il pareggio tutto sommato era stato giusto anche se abbiamo un po’ rinunciato a giocare nel primo tempo, però era una nostra scelta. Volevamo provare a vincerla nel secondo tempo.

Jean Michel Schacker è al primo anno in biancazzurro (foto Bilenchi)

Jean Michel Schacker è al primo anno in biancazzurro (foto Bilenchi)

E adesso un match ancora più difficile: sabato alle ore 16 arriva un Carmagnola che sta bene, non dà ritmo e difende con ordine.
Sarà difficile come tutte le altre partite. Il Carmagnola è uscito rinforzato dal mercato di dicembre, sta facendo risultati con continuità dunque dobbiamo stare attenti. Purtroppo ci mancherà Arteiro squalificato. Saranno da valutare le condizioni di Lucas, speriamo che lui ci sia, mentre per fortuna rientra Bertoldi. Sarà un’altra finale. E’ nei nostri obiettivi arrivare ai play-off e dunque è una partita importantissima, fondamentale. Se riusciamo a far risultato sabato mi sa che mettiamo già un piede nei play-off. Quindi, la partita col Carmagnola è la nostra vera finale e lavoreremo tanto per affrontarla al meglio possibile.

Dopo 17 giornate il Prato Calcio a 5 è praticamente salvo e sogna in grande. Come procede quest’avventura sportiva?
Io mi trovo bene. Qua ci sono tutti i presupposti per far bene. Società, tifosi, staff tecnico, dirigenti, giocatori, il fantastico gruppo che si è formato: non ci manca niente e sono contento che tutti quanti insieme stiamo riuscendo a fare bene. Finora è una bellissima avventura.