Sconfitte nel week-end le formazioni giovanili biancazzurre

Prato-Castello-0122.jpgNel fine settimana, doppio stop contro il Pistoia per Under 21 e Juniores del Prato Calcio a 5. L’Under si è arresa 8-5, tripletta per Sotelo. Battuta a domicilio 4-0 la Juniores. Il punto di Bernabò dopo la vittoria sul Castello.

UNDER 21. Niente da fare per i giovani lanieri, battuti 8-5 sul campo del Pistoia. Inutili la tripletta di Sotelo e le reti di Fanelli e Loffredo.
GISINTI PISTOIA-PRATO 8-5
GISINTI PISTOIA: Deplano, Marino Merlo, Feliciani, Lulli, Capecchi, Bugiani, Kokora, Domenichini, Cortesi, Fabinho, Dardouri, Montaleni. All. Pullerà.
PRATO C/5: Gelli, Sotelo, Meoni, Siciliani, Loffredo, Pini, Pellegrino, Cinquina, Fanelli, D’Orsi, Buti. All. Tesi.
RETI: Kokora 3, Capecchi 2, Marino Merlo, Bugiani e Fabinho 1; Sotelo 3, Fanelli e Loffredo 1.
Settima giornata: Atlante Grosseto-Poggibonsese 4-7; Città di Massa-Bulls San Giusto 11-4; Gisinti Pistoia-Prato 8-5; Futsal Pontedera-Cus Pisa 2-3; Futsal Sangiovannese-Montecalvoli 4-4; Unione Livorno-Mattagnanese nd.
Classifica: Città di Massa 18; Gisinti Pistoia 14; Prato, Unione Livorno, Cus Pisa e Poggibonsese 12; Bulls San Giusto 11; Montecalvoli 9; Mattagnanese 8; Futsal Pontedera 6; Futsal Sangiovannese 4; Atlante Grosseto 0.
Prossimo turno (ottava giornata, domenica 27 novembre 2016): Bulls San Giusto-Futsal Pontedera; Cus Pisa-Gisinti Pistoia; Poggibonsese-Futsal Sangiovannese; Mattagnanese-Città di Massa; Montecalvoli-Unione Livorno; Prato-Atlante Grosseto.
Marcatori: Petri e Pellegrino 8; Sotelo 7; Iacona 6; Benlamrabet 4; Meoni, Karaja e Loffredo 3; Fanelli, Pini, Lascialfari, Colzi e Cinquina 1.

JUNIORES. Sconfitta a domicilio nel derby per i biancazzurri di Carlesi, superati 4-0 da un buon Pistoia. Espulso nel finale il laniero Sotelo.
PRATO-GISINTI PISTOIA 0-4
PRATO: Buti, Ciabatti, Rocchini, Fanelli, Romoli, D’Orsi, Loffredo, Zenuzaj, Sotelo, Costa Cardone, Cinquina, Struga. All. Carlesi.
GISINTI PISTOIA: Bardelli, Basile, Benifei, Caviglia, Domenichini, Innocenti, Leo, Minichiello, Panariello, Rovai, Tuci, Vannucci. All. Begliomini.
RETI: Domenichini 2, Caviglia e Innocenti 1.
Sesta giornata: Atlante Grosseto-Arpi Nova 4-8; Bulls San Giusto-Calcetto Insieme 14-2; Montecalvoli-Real Livorno 6-2; Prato-Gisinti Pistoia 0-4; Verag Villaggio-Cus Pisa 0-11; Unione Livorno-Futsal Pontedera 5-3.
Classifica: Bulls San Giusto 16; Real Livorno e Arpi Nova 15; Gisinti Pistoia 13; Cus Pisa e Unione Livorno 12; Prato 9; Montecalvoli 6; Calcetto Insieme 5; Atlante Grosseto e Verag Villaggio 1; Futsal Pontedera 0.
Prossimo turno (settima giornata, sabato 26 novembre 2016): Arpi Nova-Montecalvoli; Cus Pisa-Bulls San Giusto; Calcetto Insieme-Prato; Futsal Pontedera-Atlante Grosseto; Real Livorno-Verag Villaggio; Gisinti Pistoia-Unione Livorno.
Marcatori: Loffredo 7; Lascialfari 4; Zenunaj 3; Sotelo, Fanelli, D’Orsi e Burberi 2; Costa Cardone e Cinquina 1.

Cresce l'entusiasmo dell'EstraForum (foto Bilenchi)

Cresce l’entusiasmo dell’EstraForum (foto Bilenchi)

“Oltre la cronaca” di Cesare Bernabò
Impressioni su Prato C/5-Castello 4-1
La nona di campionato richiedeva per il Prato Calcio a 5 un’importante prova di carattere dopo una bufera inaspettata che poteva costare anche l’inizio di una perigliosa crisi. Così, invece, non è stato: anzi!
Con mister Stefano Tesi come comandante, nocchiero convinto di un’imbarcazione laniera da consolidare col mercato di dicembre, il Prato ha mostrato per l’ennesima volta quell’orgoglio laniero a cui i biancazzurri – W Iddio! – ci hanno ormai abituato.
In attesa del “maquillage biancazzurro” per poter sperare ancora in obiettivi importanti, eccoci alla nona di campionato: Prato-Castello, davanti ad un bel pubblico accorso all’Estraforum col ritorno per di più della curva, oltre ogni facile accentazione retorica, l’intero palazzetto è stato davvero il sesto uomo in campo!
La consueta voce sicura policroma e coinvolgente del Pippieffe sembra quasi prossima ad un composto, invisibile pianto quando, al 4’07” del primo tempo, il n.7 degli ospiti giallorossi, Cavina, mette la sfera alle spalle dell’incolpevole Superperez e deve commentare quanto accade come “palpebra che debba – forzatamente – rimanere aperta, guardando…” direbbe un poeta. Sembra tutto un incubo dovuto ad una cena un po’ pesante, peccato però l’accorgersi d’essere svegli ed in pieno pomeriggio, un meriggio di probabile sofferenza… chissà.
Ecco, invece il Prato che non ti aspetti, con una reazione da antologia del futsal.
Se da una parte turpi rimembranze di un ensemble biancazzurro ferito nel cuore possano pesare nella psiche e far male più di un goal che cade come una mannaia sul capo di cavalieri senza macchia e senza paura, i nostri amatissimi biancazzurri targati Tesi mostrano sul campo saper essere anche squadra umile, magari non appariscente com’eravamo abituati a vederla, ma – di certo – molto solida e concreta come avviene, solitamente, proprio nelle cosiddette squadre “di carattere”.
Il gruppo recupera coordinate e rotta giusta e grazie ad una tripletta di Josiko ed al goal dell’iniziale rimonta del grande ed umile Mangione che – confesso – avermi promesso proprio una segnatura con dedica (dopo aver salutato la curva, Gaetano ha mantenuto, commuovendomi, la promessa), veleggerà a fine gara con un poker di goal al terzo posto, che lo appaia al Milano, in classifica.
Ecco il Prato che ci aspettiamo tutti, di qui alla fine del campionato, una compagine compatta, ordinata, sobria ma “redditizia”, in termini di risultato. Tutti pronti e disponibili a cantare ed a portar la croce, con umiltà e semplicità. Una semplicità vincente, come quella della Roma calcio che, quando conquistò il suo primo scudetto, festeggiò lo storico evento – nella Stagione 1941/42 – concedendosi un frugale piatto di pasta e fagioli. La Guerra, si dirà, certo… però… Senso sportivo, orgoglio di appartenenza al gruppo, unione, semplicità. Questa è una Squadra.
Grazie a tutti per la cortese attenzione, alla prossima!
L’opinionista Cesare Bernabò