Marcel Simon: “Giovani è bravo… e io tiferò sempre Prato”

Prato-Asso-0129.jpg

Marcel Simon, fresco di ritorno in Brasile dopo essere stato tra gli eroi della promozione biancazzurra in serie A2, ci parla del suo “protetto” Giovani Pagnussatt e dedica parole d’amore al Prato Calcio a 5. Grande Marcel, l’amore è ricambiato!

Marcel Simon, grande campione, come stai nel tuo Brasile?
Tutto bene, grazie. Spero che anche voi stiate tutti alla grande.

Marcel, parlaci di Pagnussatt, che arriva al Prato C/5 grazie alle tue indicazioni: che giocatore è Giovani?
Giovani è un elemento di valore che è cresciuto nella scuola calcio a 5 di mio padre. E’ un giocatore forte in difesa, tattico, di buon passo, che ama giocare di squadra. Nonostante sia giovane, tanto che è ancora in età da Under 21, Giovani è un giocatore già formato che sono sicuro darà una grossa mano al Prato Calcio a 5 nell’affrontare la sua prima stagione di serie A2 dopo tanti anni.

Marcel Simon a Prato ha lasciato un grande ricordo (foto Bilenchi)

Marcel Simon a Prato ha lasciato un grande ricordo (foto Bilenchi)

Che puoi dirci della scuola calcio a 5 di tuo padre?
E’ ben strutturata, molto organizzata e vanta oltre 35 anni di tradizione. Da lì sono usciti grandi giocatori del calibro di Nicolodi, che ha vinto lo scudetto col Pescara, di Anderson Faoro che giocò nel Prato di Velasco, di Ottoni, Mocelin, Todeschini e tanti altri, dei quali 15 in totale sono venuti finora a giocare in Italia. Questo potrebbe essere l’inizio di una collaborazione con il Prato Calcio a 5. La scuola tra l’altro si avvale già della preziosa collaborazione della Cuju Sports, nella persona di Angelo Finocchiaro, che ringrazio molto per tutto.

Com’è nato il passaggio di Pagnussatt al Prato Calcio a 5?
Io a Prato mi sono trovato benissimo. Quando la società mi ha chiesto un aiuto per trovare dei giovani di livello in Brasile, mi sono subito sentito in dovere di dare una mano. Chissà, Giovani potrebbe essere il primo di molti altri. Purtroppo per motivi di lavoro sono dovuto tornare in Brasile, ma continuerò sempre a seguire il Prato e a fare il tifo per voi. In me resteranno sempre i bei ricordi e le grandi amicizie che sono nate nella mia avventura pratese. Vi porterò sempre tutti nel cuore. Ne approfitto anche per mandare un grande saluto e un forte abbraccio a tutti i miei ex compagni, allo staff, ai dirigenti, agli addetti alla comunicazione e naturalmente ai tifosi. Forza Prato!

Che dire… Più che un campione: una persona straordinaria, che non dimenticheremo mai.
Obrigado Marcel!