Un trio in testa in serie B, classifica cortissima

Massa - Prato 1-4 0020Regna l’equilibrio in campionato: dopo appena tre giornate già nessuna squadra è a punteggio pieno. Il campionato ora si ferma per gli impegni della nazionale, tornerà sabato primo novembre. “Telegramma sportivo” di Cesare Bernabò.

Serie B, Terza giornata (sabato 18 ottobre 2014)
Asso Arredamanenti-I Bassotti 8-5
Cus Pisa-Atiesse 2-3
Poggibonsese-Elmas 2-4
Castellamonte-Sangiovannese 5-2
Città di Massa-Prato C/5 1-4
Sporting Rosta-Futsal Pistoia 1-4

Classifica
Prato C/5, Castellamonte e Futsal Pistoia 7
Futsal Sangiovannese, I Bassotti, Atiesse e Elmas 6
Poggibonsese 4
Asso Arredamenti 3
Città di Massa, Sporting Rosta e Cus Pisa 0

Prossimo turno: la quarta giornata (sabato 1 novembre 2014)
Atiesse-Asso Arredamenti
Cus Pisa-Città di Massa
Elmas-Prato C/5
Futsal Pistoia-Poggibonsese
Futsal Sangiovannese-Sporting Rosta
I Bassotti-Castellamonte

Quinta giornata (sabato 8 novembre 2014)
Asso Arredamenti-Cus Pisa
Poggibonsese-Sangiovannese
Castellamonte-Atiesse
Città di Massa-Elmas
Prato C/5-Futsal Pistoia
Sporting Rosta-I Bassotti

Stefano Balestri in azione alle Colline Massesi (foto di Marco Bilenchi)

Stefano Balestri in azione alle Colline Massesi (foto Bilenchi)

Il  “telegramma sportivo” di Cesare Bernabò
– Il Città di Massa slitta sul proprio “gommato” delle Colline Massesi versus un Gran Prato, suo ospite scomodo/stop
– Prato elegante nel giuoco e nel vestiario (in divise bleu per l’occasione)/stop
– Nel 1° tempo vanno a segno, rispettivamente – al 12° e 35″ ed al 17°  – Welly e Permuy, per un determinato Prato/stop
– Nella ripresa dimezza le distanze il buon Cattani (Città di Massa) al 4° e 12″ e Dodaro – portierone massese – mostra versatilità ed estro/stop
– Miguel Permuy (ottimo acquisto del Prato) firma la propria doppietta ed il 3-1, in difficile trasferta/stop
– Apprensione per la distorsione alla caviglia di Rafinha, poi ancora in campo per il Gran finale del Prato e dello stoico “Iron”, termina 4-1/stop
– Complimenti sinceri alla terna arbitrale: personalità e semplicità/stop.
Cesare Bernabò