Una reazione da grande squadra: il Prato c’è!

Prato-Menegatti-0125.jpg

Il Prato Calcio a 5 risponde sul campo alla debacle di Spoleto: battuta 3-2 in rimonta l’ambiziosa Menegatti Metalli. In rete il portiere Perez, Arteiro e Dall’Onder. I biancazzurri hanno dato una grande risposta di squadra.

PRATO C/5-MENEGATTI METALLI 3-2
PRATO C/5: Perez, Segovia, Pagnussatt, Poggini, Schacker, Daga, Dall’Onder, Balestri, Arteiro, Sarti, Lana, Campagna. All. Coccia.
MENEGATTI: Bastini, Franzan, Batata, Marcante, Belloni, Sgolastra, Kytola, Santana, Spinella, Ouattara, Sampaio, Ruzza. All. Albertini.
ARBITRI: Vidotto di San Donà di Piave e Giannini di Pisa; cronometrista Maurici di Prato.
RETI: pt 7’37” Perez; 5’52” Santana, 12’41” Batata, 13’33” Arteiro, 17’39” Dall’Onder.
NOTE: ammoniti Bastini, Sgolastra, Santana, Sampaio.

La gioia di Felipe Arteiro e di tutto il Prato C/5 al fischio finale (foto Bilenchi)

La gioia di Felipe Arteiro e di tutto il Prato C/5 al fischio finale (foto Bilenchi)

PRATO. La reazione è stata di quelle da squadra vera. Dopo il tonfo di Spoleto il Prato C/5 è stato circondato di dubbi e bersagliato di critiche, tanto che sabato scorso all’Estraforum a sostenere la squadra c’era poco più dei fedelissimi, peraltro strepitosi nel loro tifo incessante.
La sfida con l’ambiziosa Menegatti Metalli era un bivio, uno snodo fondamentale della stagione. I biancazzurri, pur privi degli indisponibili Calamai, Bertoldi e Benlamrabet, hanno saputo rispondere splendidamente “presente” alla chiamata del campionato.
Senza montarsi la testa: il Prato è una squadra unita che, se tiene insieme testa e cuore, può giocarsela con tutti. E’ questa la lezione che deve venire dalla prima vittoria casalinga stagionale in serie A2, la prima in categoria nella storia del club dopo quasi 9 anni dall’ultima volta.
Sin dal fischio d’inizio si vede che il Prato è carico e deciso, il piglio è quello giusto ed il ritorno di Daga dona equilibrio e leadership al gruppo di Coccia e Di Giosio. I ritmi non alti della Menegatti Metalli si rivelano ideali per l’atteggiamento difensivista dei lanieri, decisi a non mollare un centimetro di campo. Lo spirito per centrare la salvezza deve necessariamente essere questo.
Già Dall’Onder in girata al 5’ costringe Bastini all’uscita, poi è un episodio a sbloccare il match. Rilancio lungo di Perez all’8’, velo di Segovia, leggerezza di Santana ed il portiere ospite è battuto dall’insolito gol del suo collega di reparto.
L’immediata reazione veneta porta ad un tiro fuori di Sgolastra al 10’, poi è Bastini a rischiare, quando esce nettamente fuori area di mano e viene solo ammonito (16’): out la conseguente punizione di Schacker.
Nel finale due bellissime parate di Perez, su Santana al 18’ e su Sampaio al 19’25”, consentono ai lanieri di andare al riposo in vantaggio.
La ripresa si apre con la Menegatti più aggressiva ma è ancora una girata di Dall’Onder (4’) a far venire i brividi agli ospiti, che rischiano grosso anche al 5’ su contropiede di Arteiro, autore tra parentesi di una prestazione maiuscola anche in copertura.
Il Prato si ingolosisce e per ironia della sorte subisce il pareggio proprio su azione di rimessa. Segovia perde palla in attacco, sul capovolgimento di fronte Santana non perdona incrociando da sinistra (6’).
La partita è bellissima, entrambe le squadre vogliono vincere. Al 7’ Bastini salva su Schacker, all’8’ il palo dice di no a Santana a Perez battuto, parte un contropiede laniero e Segovia e Daga sfiorano il vantaggio. Al 13’ un nuovo ribaltamento di fronte è fatale ai lanieri: di Batata il gol del 2-1 veneto in contropiede.
La forza del Prato è rialzarsi subito. Ci mette 52 secondi Arteiro a pareggiare con un tiro dalla media distanza, l’Estraforum diventa una bolgia ribollente, il batticuore raggiunge livelli insostenibili.
I lanieri annusano chance di vittoria, Dall’Onder impegna Bastini quando mancano 2’43” al termine, pochi secondi ancora ed ecco il gol-partita. Daga fa il diavolo a quattro a sinistra, poi serve lo smarcato bomber Dall’Onder che non fallisce il 3-2, suo sesto gol stagionale.
Entra subito Santana portiere di movimento ma il Prato chiude bene e rischia poco, portando a casa tre punti fondamentali che lo rilanciano nella sua corsa salvezza. Umiltà, testa, determinazione, cuore: questo è il Prato che vogliamo vedere. GRAZIE RAGAZZI!

"Bolacha" Dall'Onder sempre più capocannoniere laniero: suo il gol-partita (foto Bilenchi)

“Bolacha” Dall’Onder sempre più capocannoniere laniero: suo il gol-partita (foto Bilenchi)

Stop laniero nel campionato Juniores
CUS PISA-PRATO 5-1
CUS PISA: Chericoni, Favati, Cascella, Ruberti, Macchi, Bianchi, Potorti, Garcea, Ciardelli, Maio, Cioffi, Federico. All. Lami.
PRATO: Principe, Sommariva, Gjeka, Siciliani, Manzella, Risaliti, Nesti, Fiorito. All. Belcanti.
ARBITRO: Francia di Livorno.
RETI: Cioffi, Favati, Bianchi 2, Garcea; Manzella.

Solo un pari per il Prato Under 21 a Poggibonsi
POGGIBONSESE-PRATO 4-4
POGGIBONSESE: Musio, Corsi, Amosi, Derzaj, Bartolotta, Riccobono, Aquino, Cassioli, Udagawa, Puddu, Donatello, Solmonese. All. Giannattasio.
PRATO: Campagna, Vollero, Lana, Pagnussatt, Meoni, Brondi, Sarti, Siciliani, Benlamrabet, Principe, Marku, Baldacci. All. Corsi.
ARBITRO: Gasparri di Pisa.
RETI: Cassioli 2, Aquino, Udagawa; Benlamrabet 2, Marku, Sarti.