Vai Prato C/5, ti aspetta un grande esame: Imola!

Torneo-Natale-0067.jpg

Il 2016 biancazzurro ricomincia con la supersfida della Palestra Cavina, dove domani alle ore 16 si affrontano la capolista Imola, a punteggio pieno in casa, ed il Prato Calcio a 5, quinto. Arbitrano Messina di Vasto e Tomassetti di Ascoli Piceno.

PRATO. Inizia da Imola il gennaio terribile del Prato Calcio a 5, che nel primo mese del 2016 avrà tre trasferte su quattro (a Cagliari il 23, a Dosson con la Came il 30) con l’unica partita casalinga di sabato 16 contro l’Arzignano.
Imola-Prato C/5 (sabato 9 gennaio, ore 16, Palestra Cavina) è un grande esame per valutare la crescita dei biancazzurri ed anche le ripercussioni derivanti dall’addio di Dall’Onder. All’andata non ci fu partita, coi ragazzi di Pedrini che si imposero all’Estraforum con un 5-1 netto e meritato. Da lì la capolista non si è più fermata, inanellando grandi prestazioni a raffica: otto i risultati utili consecutivi, cinque su cinque le vittorie interne.

Schacker e Benlamrabet al Torneo di Natale delle Remole (foto Bilenchi)

Schacker e Benlamrabet al Torneo di Natale delle Remole (foto Bilenchi)

Anche il Prato però da allora è molto cresciuto, tanto da terminare l’andata con due vittorie di fila e col quinto posto solitario in graduatoria, dentro dunque alla zona play-off, a +6 dai play-out.
I biancazzurri insomma a recitare la parte della vittima sacrificale di turno non ci stanno proprio, anche se mister Coccia sa quanto la partita sarà difficile: “Loro in casa le han vinte tutte, evidentemente riescono a fare la differenza sul loro campo, anche se pure in trasferta non sono da meno. Sarà indubbiamente una partita molto difficile, penso con dinamiche diverse rispetto all’andata visto che l’Imola ha cambiato pivot, passando da Dalle Molle alla fisicità di Pierobom. Ad ogni modo l’Imola ha lavorato molto bene ed ha un’ossatura ormai consolidata, guidata da un giocatore del valore di Vignoli. Già all’andata dimostrò ottima compattezza ed era solo la prima giornata. Il coefficiente di difficoltà è molto elevato. Anche noi però siamo molto cresciuti e siamo in ottima salute. Mi aspetto di vedere in campo un Prato che ha compiuto un processo di maturazione, come si era già visto con la buona partita di Milano e con la maturità messa in mostra a Chiuppano. Quella di domani è una sfida da affrontare a viso aperto, nella quale convinzione, fisicità e voglia di vincere dovranno prevalere, e spero siano caratteristiche che al mio Prato non mancano”.
Non vi sono novità di mercato dopo l’inatteso caso Dall’Onder: “Francamente siamo rimasti molto colpiti dall’addio di Alex, perché quando si approccia un percorso sportivo attingendo a giocatori che si professano professionisti, un saluto di questa natura e soprattutto con tempistiche di questo genere non è proprio idoneo. Noi voltiamo pagina e andiamo avanti perché abbiamo le spalle grosse, ma da un punto di vista sportivo non è stata una bella cosa. Ora stiamo valutando il mercato ma interverremo solo se troveremo una possibilità che ci dia anche prospettive sull’anno prossimo. Ne deve valere la pena sotto più punti di vista, anche quello della progettualità. Perché altrimenti restiamo così, abbiamo una rosa composta da ottimi giocatori, alzeremo il minutaggio ad alcuni ed indirizzeremo la crescita anche sui giovani. L’ultima parola comunque spetta alla società”.

Stefano Balestri è il capocannoniere biancazzurro (foto Bilenchi)

Stefano Balestri è il capocannoniere biancazzurro (foto Bilenchi)

Imola-Prato C/5 (ore 16) sarà diretta dai Sigg. Messina di Vasto e Tomassetti di Ascoli Piceno; cronometrista il Sig. Maragno di Bologna.
Le altre partite della prima giornata di ritorno: Aosta-Carmagnola, Chiuppano-Menegatti Metalli, Nursia-Cagliari, PesaroFano-Milano e Arzignano-Came Dosson.
Classifica: Imola 28; Milano e Came Dosson 27; PesaroFano 17; Prato 16; Nursia 13; Cagliari 12; Carmagnola e Menegatti Metalli 11; Arzignano 10; Chiuppano 8; Aosta 7.