Vincentini pronto a stringere nuovamente i denti

vincentiniPrima qualche guaio al ginocchio, adesso una sospetta microfrattura al polso sinistro ma Devid Vincentini non si vuole fermare: “Con una bella fasciatura dovrei farcela, col Cus Pisa voglio esserci”. Intervista all’attaccante laniero.

Come stai Devid?
“Non benissimo ma meglio. Purtroppo sabato a Grosseto sono andato giù male in un contrasto, mi sono inserito tra due avversari e qualcuno dev’essermi involontariamente caduto addosso. Ho il polso sinistro fasciato, mi sa che farò anche una radiografia. Secondo me però con una fasciatura robusta sarò in grado di giocare. Di sicuro col Pisa io voglio esserci”.
Hai fatto due ottime prestazioni.
“Di cuore, alla Vincentini (ride, ndr). Scherzi a parte, sono contento per la squadra, perché credo che siamo riusciti a disputare due buone partite ottenendo buoni risultati. Sono contento anche dei miei gol a Grosseto, ovvio, ma credo di poter dire che siamo andati bene proprio tutti, al PalaBombonera”.

Il Prato festeggia il bellissimo gol di Vincentini che ha dato ai lanieri il primo vantaggio della partita (2-1)

Il Prato festeggia il bellissimo gol di Vincentini che ha dato ai lanieri il primo vantaggio della partita (2-1) con l’Atlante

Come valuti i progressi del Prato C/5?
“Direi che si comincia ad ingranare la marcia giusta. In attacco creiamo tante occasioni, peccato però che commettiamo ancora parecchi errori banali in difesa. Abbiamo preso gol troppo facili. Però nel complesso ci siamo, c’è gruppo e c’è voglia di fare bene. La squadra è nuova, ancora dobbiamo conoscerci a fondo tutti. Tutto considerato, per me abbiamo fatto un grande inizio di stagione”.
Bello avere i tifosi che tornano dopo anni anche in trasferta?
“Bellissimo. Ci ha fatto piacere vedere i nostri tifosi arrivare fino a Grosseto. Hanno dato carica ed entusiasmo anche a noi giocatori, il tifo vuol dire tanto. Poi sono proprio dei bravi ragazzi. Li ringrazio sinceramente, invitandoli a seguirci sempre più caldi e numerosi”.

Bell'avvio di stagione per Devid Vincentini

Bell’avvio di stagione per Devid Vincentini

Com’è Coccia da mister?
“Coccia è una gran persona che ho avuto la fortuna di avere come compagno di squadra per anni. Si è assunto un ruolo non semplice, mi metto nei suoi panni e dico che va aiutato perché è il suo primo anno da allenatore, ha tanta esperienza da giocatore ma è agli inizi della sua carriera da allenatore. Già sabato a Grosseto però secondo me abbiamo vinto grazie a lui. A fine primo tempo ci ha fatto capire che non potevamo non vincere quella partita. Siamo tornati in campo nella ripresa con un’altra mentalità, abbiamo capito tante cose. Mi piace anche come allena. Io però sono di parte perché lo conosco e lo stimo da anni”.
Quanta sarà dura sabato col Cus Pisa?
“Molto. Sarà un’altra battaglia. Il Pisa è una buona squadra da non sottovalutare per nulla, anche perché è ancora imbattuta. Tutte le partite quest’anno saranno delle battaglie, è un girone corto ed equilibrato. Dovremo dare il centodieci per cento, giocando motivati e senza pensare al risultato di Grosseto. Il pericolo numero uno adesso è proprio l’entusiasmo. Dobbiamo tenere i piedi per terra, ricordarci che ancora non abbiamo fatto nulla e scendere in campo coscienti della nostra forza e dell’importanza dell’impegno che ci attende. Consapevoli che, soprattutto in casa, dobbiamo fare risultato”.